Un massetto premiscelato pronto, idoneo per pavimenti riscaldanti.

 Una delle domande più frequenti che ci vengono avanzate dai nostri lettori riguarda la realizzazione di un massetto che sia  adatto per essere adoperato nel caso di abitazioni con l’impianto di riscaldamento a pavimento

 Tale massetto, che normalmente varia da una altezza dai 4 agli 8 cm deve avere una ottima conducibilità termica, al fine di poter raggiungere rendimenti elevati  ed una ottima distribuzione del calore.
 
Non parleremo quindi di un normale massetto cementizio, come più volte abbiamo fatto, ma di un massetto premiscelato pronto.
La gamma dei prodotti della Kerakoll, alla quale facciamo spesso riferimento , per riscontrata affidabilità, comprende il Keracem Eco Pronto, un massetto eco compatibile, a presa normale, a rapido asciugamento ed a ridotte emissioni di CO2.
 
Sotto vediamo l’immagine della confezione di tale prodotto, in sacchetto da 30 Kg

 
Le sue caratteristiche principali sono:
 
– Uso per Interni ed esterni
– Pronto all’uso, garantisce prestazioni costanti
– nelle ristrutturazioni
– stabilita dimensionale e durabilità delle prestazioni
– Elevate resistenze meccaniche per massetti soggetti a
  traffico pesante
-Idoneo per la posa con adesivi di piastrelle ceramiche, gres porcellanato, pietre naturali, parquet e resine.
 
Il Keracem Eco Pronto viene destinato a:
 
Massetti di posa a presa normale e asciugamento rapido aderenti al sottofondo di spessore maggiore o uguale a 20 cm e galleggianti di spessore maggiore o uguale a 4 cm.
 
Spessore massimo da usare è 8 cm

     CLICCARE SULL’IMMAGINE

 
Una volta messo in opera , possono applicarsi i seguenti rivestimenti:
 
– gres porcellanato, piastrelle ceramiche, klinker, cotto, mosaico vetroso e ceramico, di tutti i tipi e formati
– pietre naturali, materiali ricomposti, marmi, anche soggetti a elevata deformazione o repentina macchiatura per     assorbimento acqua.
– parquet, gomma, PVC, linoleum, moquette
 
Sottofondi di destinazione :
 
– caldane e solai in calcestruzzo prefabbricati o gettati in opera, massetti cementizi, alleggeriti, pannelli termoisolanti e   fonoassorbenti.
 
Adesivi da usarsi :
 
– adesivi minerali, a tecnologia SAS, adesivi organici monocomponenti e bicomponenti
– adesivi cementizi, monocomponenti e bicomponenti reattivi epossidici e poliuretanici, in dispersione acquosa e soluzione di  solventi

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

 

di Amedeu

6 commenti

  1. Salve Amedeu,
    ho costruito la rampa di accesso al mio garage ma essendo stato vincolato dalla strada comunale e dal pavimento del garage stesso, già ultimato, è venuta troppo ripida e la mia macchina quando scendo in avanti, tocca col paraurti anteriore in maniera troppo rovinosa.
    Vorrei sapere gentilmente se ci sono delle regole di costruzione delle rampe o dei programmi specifici che ricreino la conformazione della pavimentazione per cercare di attenuare il più possibile questo problema. Premetto che la pavimentazione della rampa è in masselli autobloccanti e quindi ho la possibilità di modificarla.
    In attesa di una risposta porgo cordiali saluti.

  2. Per Maurizio.
    La pendenza di una rampa diretta (cioè che non segua percorsi alternativi), ha due punti di riferimento: quello di partenza e quello (in basso, nel tuo caso) di arrivo.
    Quindi, se vuoi sistemarla, non hai altra possibilità che modificare detti due punti, creando magari “una smussatura” e non un cambio repentino di pendenza.
    Logicamente, non potendo vedere tale rampa, non possiamo aggiungerti altro.
    Amedeu e c.

  3. Salve vorre iavere delle delucidazioni in merito alla sistema che si utilizza per ” battere i piani” ad esempio proprio per un massetto e magari come fare per dare delle pendenze verso un pozzetto di scarico.
    Grazie e buona giornata

  4. Per Mauro.
    Leggi questo nostro articolo
    http://www.coffeenews.it/pavimento-operazioni-necessarie-per-realizzare-il-piano-del-massetto-del-pavimento
    Comunque, con il pulsante “cerca” sito in alto a destra, puoi ricercare altri articoli che ti aiutino su quanto vuoi fare.
    Amedeu e c.

  5. Buongiorno
    nel caso di mancanza di altezze in un sottotetto di un’ abitazione è possibile evitare di realizzare il massetto per la posa della pavimentazione e procedere magari con un prodotto livellante ?
    La necessità è di avere il minor spessore possibile;
    I tubi per il riscaldamento li farei passare a parete e i corrugati per l’ impianto elettrico potrei tracciare il solaio.
    Il solaio è realizzato in travi di cemento ( ogni cm 40 ) e pignatte ed ha uno spessore di cm 20 ca.
    Grazie

    • Per Marcello.
      Va visto il tipo di solaio esistente nel sottotetto, ed in base a tale sopralluogo decidere il da farsi.
      Sei costretta a rivolgerti da un tecnico abilitato della tua zona.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.