Un ottimo cappotto termoisolante e fonoisolante.

 In questo articolo parliamo di un tipo di cappotto termico, ma anche fonoisolante realizzato tramite l’utilizzo  di componenti esclusivamente minerali, con isolanti in lana minerale, rasanti,collanti e finiture minerali estremamente traspiranti.

E’ robusto, durevole nel tempo e totalmente ininfiammabile.

Ha la base (1) costituita da un profilo di partenza in alluminio, al fine di ottenere un preciso e robusto sistema di zoccolatura di base.

Ma veniamo al tipo di cappotto del quale stiamo parlando: è denominato "Capatect minera-line", è un isolante termico tutto minerale ed è prodotto dalla ditta CAPAROL (www.caparol.it)

Ma ritorniamo alla base della zoccolatura; il Kit offerto dalla ditta è completo di materiale di fissaggio tradizionale, quali tasselli, collegamenti per profili di partenza e distanziatori.

I pannelli termo-fono isolanti (2) sono in lana di roccia a doppia densità, aventi una reazione al fuoco in Classe A; sono incombustibili; hanno una conducibilità termica  lambda = 0,035W/mK; una densità pari a 90+150Kg al mq, formato: 62,5 x 80 cm. (vedere la seconda figura nell’immagine sottostante.

Per incollare i pannelli (3)  va usata una malta premiscelata in polvere con leganti idraulici.

In aggiunta all’incollaggio dei pannelli è sempre necessaria una tassellatura.

Questo è in funzione del supporto sottostante..

Consumo : circa Kg 5,5 al mq e comunque secondo le condizioni del supporto.

Oppure malta premiscelata in polvere con leganti idraulici alleggerita con sferette di vetro espanso.

Particolarmente facile da lavorare

Consumo Kg 4 c.a. al mq.

     CLICCARE SULL’IMMAGINE

Passiamo adesso alla rasatura armata.(4)

Va adoperata malta  premiscelata in polvere con leganti idraulici; Spessore nominale 5 mm 5 mm: consumo c.a.7,5 Kg al mq.

Spessore nominale 9 mm consumo c.a Kg 12 al mq.

La rete di armatura è in fibra di vetro indemagliabile, resistente agli alcali, come armatura dello strato di rasatura. Consumo 1,1mq/mq con 10 cm di sovrapposizione (vedi prima figura a sinistra immagine sottostante)

Elementi di rete pre tagliati per l’armatura degli angoli e delle aperture

     CLICCARE SULL’IMMAGINE

Passiamo adesso al (5) "Fondo" 2^ figura dell’immagine soprastante.

Come ponte di adesione e di uniforme assorbimento per la successiva finitura tinteggiabile nel colore della finitura (Usare il Putsgrund)

Adesso passiamo alla finitura (6), per la quale adopereremo un rivestimento minerale ai silicati di potassio, altamente traspirabile.

Grana 1,5- 2 – 3 mm.

     CLICCARE SULL’IMMAGINE

Nella immagine soprastante troviamo un angolo dell’edificio sezionato, con la visione di tutti i materiali e delle lavorazioni sopra descritte, al fine dell’ottenimento di un ottimo cappotto termo/fono isolante

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

6 commenti

  1. Salve, articolo come sempre molto interessante.
    Soltanto una domanda: in questo caso si parla di un cappotto esterno, mentre io avrei bisogno di un cappotto interno (per un appartamento in condominio).
    Dubito che il sistema trattato in questo articolo sia adatto, giusto?
    Inoltre, c’è un qualche vostro articolo che parli specificatamente di cappotti interni?
    Cordialmente,
    Stefano

  2. Per Stefano
    Il cappotto, una persona lo indossa sopra ogni altro capo di abbigliamento al fine di sentirsi caldo.
    Una casa deve utilizzare un cappotto “termico” nella stessa materia.
    Un intervento interno è sempre un rimedio, in quanto volendo anche coibentare le murature perimetrali ed i soffitti o le soffitte, rimarrebbero sempre numerosi ponti termici: in corrispondenza delle pareti interne (tramezzi) che si addossano a detti muri, per non parlare delle murature esterne e degli spessori dei solai.
    Per cui, se una persona vuol fare un cappotto termico, l’unico sistema valido è quello di realizzarlo esternamente.
    Amedeu e c.

  3. Salve,

    vorrei sapere se è possibile realizzare un cappotto per isolamento termico all’interno di una abitazione con tetto a doppia falda in legno in ottimo stato cui non era stato messo l’isolante a suo tempo per non dover rifare tutto nuovo.
    i pannelli si dovrebbero incollare alle tavole del tetto con i relativi tasselli e poi rasare ed intonacare.
    Grazie io ci provero’
    Vera

    • Per Vera.
      Per il tetto va bene (devi realizzare una controsoffittatura, anche se in pendenza seguendo le pendenze della copertura).
      IL cappotto termico verticale, per le pareti (se era compreso mella domanda), posto all’interno, non è mai consigliabile, in quanto ti porterebbe via molto spazio,
      Amedeu e c.

  4. devo costruire casa
    meglio doppio muro tipo 25 + isolante + tavolato da 8?
    se si quale isolante migliore
    oppure mattoni tipo wienerberger 39?
    ma da soli bastano o ci vuole cappotto esterno
    zona lombardia

    • Per Carla.
      Abbiamo visitato il sito della Terca e visto i mattoni a facciavista tipo wienerberger .
      CI sembra un ottimo materiale, ma essendo mattoni di facciata, dovrebbero essere accoppiati ad un isolante interno, magari interposto fra due pareti (esterno mattoni, isolante, doppio uni o altro all’interno).
      Il fatto è, che va calcolato l’isolamento termico di un immobile, nella tua zona.
      Puoi visitare il sito sopra detto e leggere le schede tecniche del materiale; dopo di che dovrai affidare ad un tecnico il calcolo degli spessori.
      Certo, mettendo un mattone a facciavista, dovrai escludere, a priori, il cappotto termico.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.