Un ottimo sistema per consolidare strutture miste in legno-calcestruzzo o acciaio-calcestruzzo.

E’ necessario, spesso, intervenire per consolidare  strutture miste in legno-calcestruzzo o acciaio-calcestruzzo.

Ciò può essere attuato grazie a dei connettori sperimentati secondo le più recenti norme europee.Si tratta di una tecnica semplice ed efficace che permette rinforzi strutturali e antisismici.

Grazie ad appositi “connettori”,  i materiali sfruttano al meglio le proprie caratteristiche meccaniche: il calcestruzzo lavora essenzialmente a compressione ed il legno e I’acciaio essenzialmente a trazione.

I connettori eliminano gli scorrimenti relativi tra i due materiali, realizzando una struttura omogenea.

I vecchi solai richiedono interventi di rinforzo ed irrigidimento, in quanto realizzati per sopportare carichi modesti; presentano quasi sempre una deformabilità eccessiva rispetto alle esigenze attuali.

I nuovi solai per essere abbastanza resistenti e rigidi, necessitano di sezioni di travi elevate. In entrambi i casi è possibile sovrapporre alla struttura esistente una soletta di calcestruzzo, adeguatamente armata e connessa.

I  connettori che devono essere usati per effettuare tali consolidamenti sono i seguenti:

       

  

Ma vediamo di seguito come devono essere applicati questi connettori, nel caso di connessione di solai in legno e calcestruzzo:

 

         

 

La figura soprastante è particolarmente esplicativa, comunque la voce di capitolato per una ditta che voglia adoperare detti materiali è  la seguente:

"Connettore a piolo composto da una piastra di ba­se, modellata a ramponi, avente due fori atti al passaggio di due viti tirafondi, con sottotesta tronco-conica, gambo in acciaio zincato Diam 12 mm, unito alla piastra tramite ricalco a freddo. Altezze gambo disponibili: 30, 40, 60, 70, 80, 105, 125, 150, 175 e 200 mm. Connettore "BASE": piastra di base 50 x 50 x 4 mm, tirafondi diam. 8 mm. Connettore "MAXI": piastra di base 75 x 50 x 4 mm, tirafondi diam.10 mm."

Adesso osserviamo l’applicazione dei connettori , nel caso di connessione  di solai in acciaio e calcestruzzo:

 

        

E riportiamo di seguito la specifica voce di capitolato:

"Connettore a pioio in acciaio zincato. diam 12 mm con testa, ribattuto a freddo ad una piastra di ancoraggio 38 x 50 mm. di spessore 4 mm, fissato alla struttura in acciaio mediante due chiodi. Altezze gambo disponibili: 40, 60, 70, 80, 90,105,125 e 135 mm".   

Senza dubbio, sono delle importanti indicazioni per tutti i nostri lettori che si trovano ad affrontare simili problematiche

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA 

di Amedeu

2 commenti

  1. Molto interessante l’articolo anche se sono state fornite poche informazioni.
    A me interesserebbe, ad esempio, sapere come potrei intervenire per consolidare il solaio della soffitta potendo però rimanere dentro a vivere durante l’intervento, nel piano sottostante.
    Ho cominciato a togliere il vecchio tavolato ed a eliminare la paglia. Un lavoraccio incredibile, soprattutto per il caldo che si forma nel sottotetto con queste giornate di sole.
    Ottimo sito e ottimi contenuti,
    Daniele.

    • Per Daniele.
      Se avrai letto attentamente l’articolo, tratta di come consolidare un solaio, ma la situazione strutturale, va verificata da un tecnico che ti esegua un sopralluogo, un progetto (DIA, SCIA o altro) ed una direzione dei lavori.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.