Un pannello ecologico per pavimenti in massetto in pietra e in ceramica che permette all’acqua di tornare verso il sottosuolo grazie a canali d’evacuazione integrati

Un pannello ecologico per pavimenti in massetto in pietra e in ceramica che permette all’acqua di tornare verso il sottosuolo grazie a canali d’evacuazione integrati.

Vedremo di seguito un pannello particolare, idoneo per varie opere edilizie e in grado di fare risparmiare e nel contempo, date le sue peculiarità costruttive, in grado di realizzare lavori eccellenti a regola d’arte.
 
Si tratta di un pannello della Gator Base Alliance, denominato Gator Base.
 
Caratteristiche
 
 

 –       Un sottofondo duraturo

–       Migliore ripartizione dei carichi

–       Migliore protezione contro il gelo e disgelo

–       Equivalente di 130kg di pietre frantumate

–       Rimpiazza 15 cm di pietre frantumate compattate

–       Evacuazione dell’acqua tramite canali

–       Polipropilene leggero ad alta densità

–       Ecologico e 100% riciclabile

–       Molto duraturo e nessuna degradazione

–       Ad incastro

–       Gator Base possiede una capacità isolante di R 3,6 (spessore 2.5cm) che permette di ridurre fortemente gli effetti di gelo e disgelo.

Vantaggi

   

– Riduce lo scavo di 15 cm – Riduce la compattazione del fondo in pietra di 15 cm – Riduce i costi associati al trasporto e conducente – Riduce i costi della discarica – Riduce i costi d’usura dei macchinari – Riduce i costi della mano d’opera – Riduce i tempi di installazione – Aumenta i profitti – Solo per superficie pedonali

–  Per cento anni non produrrà prodotti chimici, ne si degraderà nel sottofondo.
 
   

Dimensioni finali all’installazione

0,59 m di larghezza x 0,9 m di lunghezza= 0,53 mq, spessore 1,9 cm
peso=0,6 kg

Confezioni

10 unità per pacco
12 pacchi per bancale
120 unità per bancale

I pannelli autobloccanti Gator Base possono sostenere un carico pesante e ripartirlo efficacemente esercitando una ripartizione dei pesi; praticamente non c’è nessuna pressione esercitata sul suolo quando le persone camminano sulla pavimentazione.

      

Gator Base ha una equivalenza termica di 45 cm; tre volte più isolante della pietra frantumata, e quindi riduce gli effetti di gelo e disgelo.

1 – Resistenza meccanica

Come indicato nella Tabella 1, ci vogliono in media 39 kg per causare una deformazione del 25% ad un pannello Gator Base (in rapporto allo spessore iniziale).

Elemento di pavimentazione utilizzato 30 cm per 16,5cm su una superficie totale di 503cm2.

Per arrivare ad una pressione di 393 KPA bisogna applicare un peso di 2017 kg sulla pavimentazione.

Per una deformazione del 50% o 75% parliamo di pesi ancora più importanti.

I pannelli Gator Base vengono utilizzati solo per zone pedonali.

2 – Isolamento Termico

Siccome i pannelli Gator Base hanno una migliore resistenza termica (è necessario quasi 40cm di pietre frantumate 0-2cm compattate per ottenere la stessa porosità di 20% dei pannelli Gator Base, presumendo quindi che questi diano una protezione migliore contro il gelo di un fondo standard di 12,7cm di aggregati.
Quando la resistenza termica è la stessa, si osserverà ad un movimento simile dopo i cicli di gelo e disgelo, poco importa il metodo d’installazione.
I pannelli Gator Base sono indicati per preparare terrazzi, viali in massetti.
Bisogna compattare il fondo per ottenere una densità Proctor di 95%, installare il geo-tessuto sul suolo e ricoprirlo con sabbia di riempimento per avere una superficie liscia ed uniforme.

3 – Dispositivi di drenaggio

La prova al banco per comparare l’ installazione di pavimenti in massetto su fondo standard di materiali granulosi (12,7cm di aggregati) ) verso l’uso dei pannelli Gator Base da dei risultati molto interessanti.
In generale gli aggregati(ghiaia frantumata) sono privilegiati per quanto riguarda il drenaggio dell’acqua che impedisce lo spostamento della pavimentazione attribuito al gelo.
Per garantire questo drenaggio ogni pannello Gator Base presenta una pendenza di 1° ed in più dotato di canali d’evacuazione dell’acqua dei 5 buchi per 103cm2.
Cosi ogni pannello Gator Base pesando 9,6kg rimpiazza 130kg di ghiaia compattata.

Rapporto ETS
– Gator Base può rimpiazzare un fondo tradizionale in ghiaia.
– Con carichi statici o dinamici Gator Base è equivalente ad un sottofondo in ghiaia tradizionale.
– Da una migliore protezione contro il gelo e disgelo che un sottofondo tradizionale.
(ETS è un reparto dell’Università del Qubec).

   

Installazione del pannello

Punto 1- Scavo per installazione di Gator Base


Fattori da prendere in considerazione. • La profondità richiesta è la somma del geo-tessuto, sabbia compattata (1,30cm), del Gator Base (1,9cm) e del pavimento. •Intorno al perimetro aggiungere almeno 15cm per ogni lato. • Per lo scavo utilizzare una pala o una scavatrice. • Prima di scavare contattare i servizi pubblici locali per evitare di causare danni a tubazioni o fili.

Punto 2-Livellare e compattare il fondo

   
A • Dopo lo scavo, livellare la superficie con rastrello o pala. • Assicurarsi una pendenza di 1 grado da qualsiasi struttura, come la casa. 

B • Per compattare il suolo utilizzare una compattatrice o altro, La superficie deve essere liscia il più possibile e livellata secondo i metodi locali. • Poi determinare una pendenza di 1 grado e passare al punto 3.

Punto 3-Aggiunta del Geo-tessuto e di sabbia di riempimento


A • Posare il Geo-tessuto e coprire la superficie scavata.

B • Spargere uno strato di sabbia (c.a. 20mm) sul Geo-tessuto utilizzando due tubi alle estremità di 1.9cm di altezza e riempire di sabbia. • Livellare e compattare l’allettamento di sabbia tra i due tubi. • Togliere i tubi e riempire gli buchi rimasti. • Ultimo punto prima di posare i pannelli Gator Base.

C • Bagnare la sabbia e compattarla fino ad ottenere uno strato di c.a. 13mm. • Questa superficie compattata deve già riflettere la superficie finale per la pavimentazione.

Punto 4-Installazione dei pannelli Gator Base


Fare in modo di applicare i pannelli su tutta la superficie estesa. • Lo scavo deve essere di 15cm perimetrale superiore alla superficie. • Posare i pannelli ad incastro secondo il modo alternato. • Cosi i pannelli restano stabili durante la posa della pavimentazione. • Tagliare le parti eccedenti dei pannelli secondo la superficie finale.

Punto 5-Posa della pavimentazione e dei cordoli


Posare gli elementi della pavimentazione sulla superficie di Gator Base secondo la disposizione prescelta. • (aggiungere un strato di ca 2cm di sabbia sul Gator Base è comunque accettabile). • Sistemare la pavimentazione con l’aiuto di un martello di gomma. • La superficie di Gator Base deve essere superiore alla superficie scavata di 15 cm perimetrale. Installare i cordoli sul Gator Base appoggiandoli contro la pavimentazione. Fissare i cordoli con Gator Screws ad ogni due buchi.

Punto 6-Intasamento, compattamento e rimozione di residui di Gator Sand XP

   
A • Intasare la Gator Sand XP sulla superficie asciutta della pavimentazione. • Intasare e riempire le fughe correttamente lavorando per sezioni di superficie. 

B • Compattare la sabbia utilizzando un martello in gomma oppure una compattatrice (ma non su piastrelle). Continuare a intasare e riempire le fughe su tutta la superficie. Spazzar via i residui con una scopa a setole morbide. • Assicurarsi che Gator Sand XP sia almeno 3mm al di sotto della superficie.

C • Usare un soffiatore di foglie per rimuovere tutti i residui dalla superficie ed evitare aloni.

Punto 7- Bagnatura e soffiaggio

   
La bagnatura attiva i leganti della sabbia polimera. La sabbia polimera s’indurirà asciugandosi. 

A • Bagnare a pioggia su una sezione specifica (es. 20m2) fino a saturazione fughe. Aspettare al massimo 3min. 

B • Bagnare a pioggia e risciacquare simultaneamente in modo da rimuovere qualsiasi residuo di Gator Sand XP rimasto sulla pavimentazione. I residui di Gator Sand XP dovrebbero confluire direttamente nelle fughe. Aspettare al massimo 3 minuti.

C • Bagnare a pioggia e risciacquare simultaneamente in modo da rimuovere qualsiasi residuo di Gator Sand XP rimasto sulla pavimentazione. Comunque smettere di bagnare a saturazione delle fughe. Aspettare al massimo 3 minuti.

      

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA  MESSA IN PRATICA e su altro ancora

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.