Un pannello isolante minerale in fibra, ad alta densità

Un pannello isolante minerale in fibra, ad alta densità e dalle ottime prestazioni, idoneo per cappotti termici esterni ed avente, inoltre, una conduttività termica molto bassa.

E’ doveroso, nella vasta gamma dell’isolamento termico a cappotto per edifici, prelevare e portarvi a conoscenza, se già non lo siete, di un pannello isolante minerale ad alta densità, dalle prestazioni eccezionali e con un  Lambda o conduttività termica  pari a 0,034, valore molto basso, così come potrete dedurne dalla lettura della scheda tecnica sotto allegata; inoltre se tale prodotto viene realizzato sotto il marchio Isover Sain-Gobain Italia, società multinazionale, diventa sinonimo di garanzia.

Un pannello isolante minerale in fibra ad alta densità 1     

Adesso passiamo a parlare di tale pannello. 

Pannello in isolante minerale ad alta densità in fibra, idrorepellente.

Prodotto in Italia con almeno l’80% di vetro riciclato e con una resina termoindurente di nuova generazione, che associa componenti organici e vegetali, minimizzando le emissioni nell’aria di sostanze inquinanti come formaldeide e altri composti organici volatili (VOC).

Senza rivestimenti.

Applicazione

Per isolamento termico e acustico da esterno di pareti e solai (isolamento a cappotto)

Un pannello isolante minerale in fibra ad alta densità e dalle ottime prestazioni 1  

Pareti perimetrali – Isolamento a cappotto

Struttura in laterizi tradizionali (12+8 cm)

Isolante consigliato                 

Denominazione

Isover Clima34  G3 della Saint-Gobain

Descrizione precauzioni e dati tecnici

Allo scopo di evitare riduzioni della resistenza termica e la formazione di condense e muffe, i materiali costituenti il “sistema cappotto“ dovranno favorire la traspirabilità al vapore acqueo.

– Nel caso di ristrutturazione, verificare lo stato di ammaloramento dell’intonaco esistente al fine di valutare l’opportunità di abbatterlo completamente o in parte.

– Accertare che le superfici dell’intonaco da coibentare siano completamente prive di tracce di umidità, polvere o grassi.

– Tali superfici dovranno essere protette dalla pioggia battente e dalla radiazione solare diretta.

– Posare, perimetralmente al piano terra dell’edificio e alle pareti prospettanti balconi, logge e terrazzi, il profilo di base in alluminio, fissato per mezzo di tasselli ad espansione con funzione di allineamento e contenimento del sistema isolante.

– Posare, in corrispondenza dei davanzali delle finestre, un profilato pressopiegato fissato con tasselli ad espansione.

Realizzare l’isolamento termo-acustico mediante l’impiego di pannelli in lana di vetro Isover Clima34 G3, prodotti in Italia con almeno l’80% di vetro riciclato con fibre Roofine crêpeé, marcati CE secondo la norma EN 13162 e aventi le caratteristiche seguenti:

-fabbricati con resina termoindurente di nuova generazione, che associa componenti organici e vegetali, minimizzando le emissioni nell’aria di sostanze inquinanti come la formaldeide e i VOC;

-biosolubili (in conformità alla nota Q della Direttiva europea 97/69/CE) e certificati EUCEB;

-elevato livello di idrorepellenza;

-totale assenza di materiale non fibrato;

-dimensioni 0,60 x 1,20 m;

-spessore posato in opera 60/80/100/120/140/160/180/200 mm;

conduttività termica λD dichiarata alla temperatura media di 10°C pari a 0,034 W/(m·K);

resistenza termica R dichiarata alla temperatura media di 10°C pari a 1,76/2,35/2,94/3,53/4,11/4,70/5,29/5,88 m2K/W;

-fattore di resistenza alla diffusione del vapore μ= 1;

-resistenza a compressione per deformazione del 10% non inferiore a 15 kPa;

-resistenza alla trazione perpendicolare al pannello non inferiore a 7,5 kPa;

-reazione al fuoco secondo norma EN 13501-1: Euroclasse A2-s1,d0;

-calore specifico: 1030 J/kg.K;

-assorbimento all’acqua a breve periodo: WS (< 1 kg/m2);

-Ancorare i pannelli alle pareti con un idoneo adesivo cementizio (o similare), steso per cordoli lungo il perimetro e per punti al centro, avendo cura di non sporcare i fianchi dei pannelli con adesivo in eccesso.

– In aggiunta all’incollaggio, fissare meccanicamente i pannelli con tasselli ad espansione per cappotto (numero minimo consigliato 4 a pannello: 6 in corrispondenza delle intersezioni a tre dei pannelli e due al centro).

– Ad adesivo asciutto, rivestire in due mani i pannelli con un idoneo rasante cementizio (o similare) in cui viene annegata e ricoperta totalmente una rete in fibra di vetro, con sovrapposizione di almeno 10 cm nelle zone correnti e di 15 cm negli spigoli precedentemente protetti con paraspigoli in alluminio.

A rasante asciutto, applicare a pennello una mano di primer (ponte di aderenza tra rasante e il rivestimento).

– Dopo l’asciugatura del primer, stendere a spatola il rivestimento in pasta e finire a frattazzo.

– Prevedere solamente l’utilizzo di rivestimenti traspiranti e idrorepellenti, tipo silossanici.

Scheda tecnica

Scheda Tecnica 1     

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA  

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.