Un termo intonaco minerale a cappotto per esterni ed interni

Vediamo, oggi, un particolare intonaco studiato e realizzato per poter creare  un involucro in grado di avvolgere in modo continuo ed omogeneo le superfici murarie di un edificio; cioè di un termo intonaco minerale a cappotto per esterni ed interni e che comporta importanti vantaggi in termini di resistenza e inerzia termica, equilibrio  igrometrico e salubrità ambientale. 

7 1     8 1

E’ costituito da una miscela a base di materiali naturali quali: leganti a base di calce idraulica, caolino, perlite espansa, farine di sughero, aggregati selezionati, agenti stabilizzanti, specifici composti anti salini e fibre di rinforzo, e che necessita della sola aggiunta di acqua per ottenere un intonaco pronto per essere applicato.

Le fibre di rinforzo totalmente naturali e vegetali in esso contenute gli permettono un’ottima resistenza meccanica, e quindi  durabilità nel tempo;

La sua denominazione è "Sanawarme" ed è prodotto dalla Azichem srl  di Goito (MN)

SanaWarme 1        
 

Per effetto dei componenti di cui sopra, questo prodotto assume le caratteristiche di un intonaco termoisolante e quelle di un intonaco deumidificante, avvolgendo, proprio come un cappotto, le murature esterne mantenendole più calde d’inverno e più fresche d’estate, inoltre ha un elevato potere fono-isolante che lo rende un materiale ottimale per migliorare le prestazioni fonoisolanti delle murature diminuendo sensibilmente il livello di rumore degli ambienti interni.

 6    sanawarme3 p  

Il prodotto della  Azichem può essere agevolmente messo in opera sia manualmente, con cazzuola e frattazzo, che meccanicamente, mediante pompe intonacatrici dotate di mescolatore

3   Un termo intonaco minerale a cappotto per esterni ed interni  1       

Preparazione delle superfici da intonacare

Le superfici delle murature su cui si realizzerà l’intonaco, sia di nuova costruzione che stonacate, (per interventi di restauro e/o manutenzione), dovranno essere pulite, ove possibile con idrolavaggio o sabbiatura, al fine di asportare le parti friabili ed incoerenti, la polvere superficiale, lo sporco  di qualsiasi natura, ecc.

 Le eventuali irregolarità (dislivelli accentuati, cavità, sedi di attraversamento di tubazioni, ecc.), dovranno essere preliminarmente sanate mediante colmatura con intonaco di malta "bastarda" realizzata in cantiere o con la malta premiscelata da rinzaffo

 Parametri Bioedili

– Elevate caratteristiche igroscopiche, traspiranti.

– Elevate prestazioni di isolamento termico/acustico.

– Assenza di resine, solventi, aggregati radioemissivi.

 

 Caratteristiche Tecnico/Applicative

Conduttività termica certificata λ

0,056 W/mK

Traspirabilità µ

~ 9

Densità media dopo 7 giorni

~ 540 kg/m³

Diametro massimo aggregato

2,5 mm

Assimilabilità funzionale

cocciopesto (reazione pozzolanica)

idrorepellenza

capillare

Classificazione al fuoco

0 (zero) (non combustibile)

Resistenza a compressione

2,2 N/mm²

Richiesta d’acqua per l’impasto

60 – 70% in peso

Lavorabilità a 20°C

60 – 75 minuti

Temperature corrette di posa

min. +6° C – max +30° C

Consumo identificativo a frattazzo

5 – 6 kg/m²-cm

Consumo con intonacatrice

6 kg/m²-cm

Conservabilità protetta

12 mesi

Confezione

Sacchi multistrato da 13 kg – bancale da kg 650
 
Consumi indicativi
 

Applicazioni a frattazzo = 5 – 6 kg/m2/cm

Applicazioni con intonacatrice = 6 – 6,5 kg/m2/cm

Alcune realizzazioni

4  5  

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

 

 

 

di Amedeu

Un commento

  1. Per Claudio.
    Il prodotto ha una conducibilità termica lambda = a 0,056, quindi abbastanza bassa.
    Logicamente per ottenere un ottimo cappotto termico dovresti usare materiali con un lambda ancora più basso, che troverai quasi sempre in pannelli con rasante, rete e rifinitura; un processo completamente diverso.
    Con questo intonaco avrai sicuramente dei miglioramenti termici per la tua abitazione, ma, riteniamo che non possa sostituirsi ad un cappotto esterno, ed inoltre per calcolare gli spessori devi rivolgerti da un tecnico specializzato, il quale usando una apparecchiatura termografica possa verificarti le dispersioni ed i ponti termici della tua casa.
    Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.