Un trattamento consolidante per pietre naturali e per intonaci.

Molte delle nostre case italiane sono di vecchia costruzione, e pur avendo dei requisiti architettonici costruttivi invidiabili, rispetto alle case di molti altri Paesi, necessitano di una costante manutenzione.

Un effetto fastidioso che molti di noi devono affrontare, è determinato dallo spolveramento e possibile sgretolamento delle pietre delle nostre belle facciate nonchè degli intonaci interni ed esterni.

Tale discorso vale anche per i vecchi mattoni in laterizio.

Quando si vede la polvere cadere, è necessario preoccuparsi e trovare il sistema per arrestare questo deterioramento, che con il tempo può peggiorare.

La Simpro s.r.l.  (www.simproitalia.com) commercializza due prodotti che sono adatti a bloccare la caduta di polvere consolidando nel contempo la superficie di dette strutture.

I prodotti di questa ditta sono 2: il Laosin I ed il Laosin Etil; entrambi adatti ad essere usati per tale scopo.

Ma vediamo appresso, con delle semplici figure esplicative, come bisogna agire in questi casi:

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Il proprietario  chiama l’esperto, facendogli vedere quella parte dell’immobile che presenta lo sfarinamento della superficie con caduta di polvere: in questo caso si tratta di una parete in pietra e dei pilastri pure essi in pietra.

CLICCARE SULL’IMMAGINE

L’operaio eseguirà una prima pulizia della zona dove deve essere effettuato l’intervento, eliminando la polvere ed i residui di pietra che stanno cadendo.

Dopo di che darà una mano di laosin I o laosin etil, a pennello sulle superfici curve dei pilastri

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Una volta ultimati questi, passerà alla parete in pietra, applicando uno dei soprastanti prodotti tramite la stesa a rullo.

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Tale lavoro, una volta completato presenterà le colonne e le pareti non più polverose: avrà nel contempo ottenuto un trattamento consolidante a fondo della superficie della pietra.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

10 commenti

  1. nel togliere dell’intonaco dalla cantina ho trovato una parete di pietre, la casa è vecchia, mi piace l’idea della parete in pietra nella futura taverna ma come devo fare?

    • Per Carla.
      Andrebbero stonacate le pareti per riportare le pietre a vista, e poi puliti i commenti, lavate le pareti con acqua e ripassati i commenti stessi con malta cementizia, con prodotti tipo terra di Siena della Saver o altri di tua scelta.
      Comunque prima di accingerti a fare un intervento del genere devi assicurarti che i muri siano sani, non presentino lesioni o parti cadenti.
      Devi togliere delle zone di intonaco e fare vedere questi “saggi” da un tecnico della tua zona.
      Amedeu e c.

  2. come faccio a bloccare la caduta della pietrella nel balcone.,non tutta ma in piccole zone mi si sta sbriciolando tutta!!grazie attendo una vostra risposta

    • Per Fabrizio.
      Ci devi scusare, ma non comprendiamo cosa vuoi indicare con il termine “pietrella”.
      Se è la copertina del parapetto della terrazza, oppure la cimasa a coronamento del pavimento del terrazzo, devi sostituire i tratti rotti e fissarli bene (con colla idonea) al sottofondo. Non c’è da fidarsi nel cercare di incollare fra loro dei pezzi cadenti, specie in un terrazzo.
      Amedeu e c.

  3. buongiorno, devo trattare con un prodotto che blocchi lo sfarinamento circa 100m.quadri di muri interni di pietra e mattoni ( hanno circa 100 anni).
    Sapreste cortesemente indicarmi un prodotto che non cambi l’aspetto estetico delle pietre e dei mattoni ,altamente consolidante ?
    Inoltre se possibile, avrei bisogno di conoscere il costo comprensivo delle spese di spedizione e i tempi di attesa dei prodotti necessari.
    in attesa di vs. cortese riscontro, ringrazio e saluto distintamente
    susanna

  4. La cantina di casa mia seminterrata al 70% (costruzione fine anni ’50) è stata ricavata in un secondo momento da mio padre , mediante scavo manuale mq. x mq.
    Le sue pareti sono praticamente i muri delle fondamenta e quelli portanti dell’edificio e sono costituiti da modestistissimi ciottoli di fiume legati da una malta molto povera e hanno uno sfarinamento impressionante a causa di una importante umidità di risalita capillare, la cosa mi crea una grossa preoccupazione e per questo vorrei rifare un buon intonaco.
    Ho letto in rete (correggetemi se sbaglio) che per queste tipologie di interventi è assolutamente sconsigliato l’utilizzo di cemento ma sarebbe idoneo rifare dopo opportuna pulitura delle pareti un rinzaffo con buona malta di calce idraulica NHL 3,5 seguito da intonico sempre in calce con le stesse caratteristiche; vorrei capire se in 1^ fase ancora prima del rinzaffo possa andare bene l’applicazione di 1 prodotto liquido antisgretolamento e consolidante opp. non è compatibile con la malta di calce idraulica?

    • Per Viliana.
      Non potendo vedere la situazione di umidità ed anche statica di detta cantina, non siamo in grado di poterti dare una risposta soddisfacente.
      Devi fare eseguire un sopralluogo da un tecnico del luogo che poi ti dirà come comportarti.
      Amedeu e c.

  5. Buon Giorno,

    Vorrei approfondire alcuni aspetti sui prodotti il Laosin I ed il Laosin Etil.

    Vi ho inviato per mail le foto della mia cantina che risale alla fine dell’800 .

    Come potete vedere la malta delle pareti è estremamente deteriorate e sfarinante.

    Sono state da me semplicemente trattate levigandole e pulendole con Idro pulitrice.

    Mi stavo chiedendo se i prodotti fissanti di sui sopra possono essere adatti alla mia situazione al fine di interrompere la perdita di materiali derivante dalle pareti con materiale friabile.

    Vi sarei estremamente grato se poteste rispondere alla presente.

    Grazie.

    Alessio

    • Per Alessio.
      Dalle foto inviate ci appare la visione di una superficie a pietra, mattoni e parte cementizie, per cui riteniamo che non sia il caso di usare detti prodotti.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.