Una tettoia garage costruita in legno.

Oggi vedremo  insieme come costruire una tettoia, completamente realizzata in legno, per il riparo della nostra auto.

Una tettoia facile da costruire e piacevole a vedersi.

Sia la struttura portante che la copertura saranno realizzate completamente in legno, mentre il manto di protezione della copertura sarà in guaina di elastomero bituminoso ardesiato all’esterno, del colore grigio o verde.

Prima di andare avanti vediamo la nostra tettoia, dopo di che parleremo di come affrontare ed eseguire la sua completa costruzione.

     

Sotto abbiamo la vista, presa dal basso, e completa della struttura lignea.

   

La prevediamo per una sola auto, ma all’occorrenza, il lettore "fai da te", potrà ripetere il modulo e realizzarla doppia per due auto.

Osservando il rettangolo segnato con una sola riga, alla base della soprastante immagine, avremo le due dimensioni dell’ingombro del posto auto, ed esarttamenten mt 3.00 x mt 5,00.

L’altezza massima (netta), nella parte anteriore della tettoia, sarà di mt 2,80 ed in quella retrostante di mt 2,50.

Sono previsti 6 pilastri di legno della sezione di cm 12×12.

Poichè intendiamo costruire, alla base della tettoia, una platea in calcestruzzo armato dell’altezza di cm 25/30, ai montanti andrà aggiunta la lunghezza di cm 0,30 da bloccare in detta platea.

Quale legno usare

La struttura deve stare all’esterno e quindi deve essere protetta, per cui si consiglia di adoperare le parti lignee trattate a pressione in autoclave con sostanze preservanti: tutti i componenti si troveranno presso i grandi magazzini , tipo Leroy Merlin, Obi, Castorama, BRICOio, ecc, oppure presso i negozi di Hobby Legno.

Potrete usare anche legname stagionato e trattato con diverse mani di pittura preservante e antiparassitaria, ma il risultato, con il tempo, non sarà lo stesso.

Caratteristiche dei montanti, targoni e correnti

I montanti saranno 6, variabili da mt 2,80, posti frontalmente,  ad un minimo di mt 2,50 (Parte retro della tettoia).

  

Occorreranno 2 targoni da mt 6,00×0,15×0,07

Sette correnti o travicelli,  delle dimensioni di mt 3,10 x 0,08 x 0,08

Costruzione della platea

La tettoia potrà essere rialzata dal piano del di calpestio del giardino, ed allora dovrete fare una armatura perimetrale con tavoloni alti 25/30 cm, convenientemente  puntellati sul lato esterno.

L’armatura potrà consistere in un solo strato di rete elettrosaldata del diametro di 8 mm e maglie da 15 x 15 cm. Ricordiamo che la rete elettrosaldata viene venduta in fogli da mt 3×2.

Oppure potrete progettare il piano della tettoia a livello del giardino, ed in questo caso dovrete fare uno scavo profondo 30 cm per gettarvi la platea.

Vediamo l’immagine della platea

   

Il getto della platea dovrebbe avvenire durante il pomeriggio di una giornata non piovosa: poi,  la mattina dopo, potrete camminare sulla platea gettata, e tracciare la sagoma della tettoia, con segnati sulla stessa i 6 fori quadrati (o plinti), delle dimensioni di cm 25x25x30 (h) e  che dovranno essere "scavati" nella stessa, per alloggiare i 6 montanti della tettoia.

Sarà facile, con l’aiuto della cazzuola, di uno scalpello e mazzuolo, ricavare il calcestruzzo, che è duro, ma non ha ancora fatto la presa completa.

Troverete le maglie della rete elettrosaldata, che dovrete tagliare, con un seghetto elettrico, ed asportarle.

Il sistema alternativo per fare le 6 buche o plinti, può essere quello di predisporre 6 scatolari in legno da cm 25×25 alti 40 cm e più, da posizionare prima del getto, ma diventerà difficile tenerli fermi durante il getto stesso; ed inoltre diventerà ancora più difficoltoso toglierli dal massetto cementizio.

Messa in opera dei montanti della tettoia.

Si inseriscono nei 6 fori i montanti in legno 12×12, mettendoli perfettamente in piombo con la livella a bolla, ed in allineamento, sia lateralmente che nella parte superiore (Ricordando che l’altezza varia da mt 2,80 a mt 2,50)

   

 Naturalmente i montanti vanno ben "zeppati" e murati con malta cementizia.

Messa in opera dei targoni longitudinali e dei correnti trasversali.

lI due targoni longitudinali della sezione di cm 15×7, e della lunghezza di mt 6,00 (Tenendo condo che la copertura deve sporgere 50 cm nella parte anteriore e posteriore) verranno appoggiati su  mensole (Ben visibili nelle immagini che seguono) smussate nella parte bassa, e fermate ai 6 montanti tramite dei robusti Bulloni in acciaio inox del diam di mm 12/15 , con rondelle e dado.(Occorreranno almeno 2 bulloni per ogni mensola)

I targoni verranno, a loro volta, bloccati ai montanti sempre con bulloni dello stesso tipo

Ed i correnti o travicelli dovranno essere fermati a i targoni.

La struttura dovrà essere solida e resistere alle intemperie, ed in particolare al vento ed alla neve.

         

Nella immagine sottostante mostriamo un particolare relativo agli assemblaggi. 

Ricordiamo di usare un trapano con punta da legno del diametro leggermete superiore a quello dei bulloni

    

Copertura eseguita con perline di legno

La copertura la eseguiremo con perline di legno dello spessore di cm 2, inchiodate ai correnti o travicelli di legno.

   

Sopra le perline dovremo stendere un telo di guaina elastomera bituminosa ardesiata da 4 mm di spessore.

La copertura finale potrà avvenire anche con altri materiali, a seconda della latitudine e  del calore del sole nella zona della costruzione.

La scelta dei materiali è infinita, e può variare dalle onduline in plastica o in lamiera zincata, alla guaina di velovetro ardesiata

Avvisiamo i lettori, che per realizzare questo manufatto è indispensabile l’autorizzazione comunale

    

Ricordiamo ai nostri lettori, che per ogni opera edile indicata in questo articolo, potrà essere ricercata, e trovata, la esatta esecuzione,  usando il pulsante "Cerca" in alto a destra della Home.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

6 commenti

  1. Volevo maggiori informazioni relative ad una tettoia auto/ portico in legno.
    Abito in una bifamigliare con un lato confinante/ condiviso con il vicino. la tettoia può su quel lato arrivare fino al confine? grazie

    • Per Cristina.
      Di regola, una tettoia aperta non dovrebbe rispettare le distanze dai confini, specie se è di legno.
      Questo, fatto salvo il contenuto del Regolamento Edilizio locale.
      Che puoi consultare anche via internet su sito del tuo Comune.
      Amerdeu e c.

  2. Vorrei sapere il prezzo della tettoia per auto in legno, il costo della spedizione e in quanto tempo.

    • Per Giorgio.
      Si tratta di una tettoia da noi prevista ma non ritrovabile in alcun magazzino di zona.
      Se interessato, dovresti fare eseguire un preventivo di spesa da uno o più falegnami di zona.
      Da aggiungere il basamento in calcestruzzo.
      Amedeu e c.

  3. Buongiorno, dovrei fare un garage/tettoia per tre auto nel giardino di casa, che spessore dovrebbe avere la platea? E’ consigliabile la ghiaia sotto?

    • Per Luca.
      Ti occorre logicamente il permesso comunale previo progetto firmato da un tecnico.
      Lo stesso tecnico provvederà a darti le misure e le caratteristiche della pavimentazione da eseguire.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.