Una valvola anti riflusso per i locali sotto il livello stradale

Si possono evitare allagamenti derivanti dalla tracimazione della fognatura bianca pubblica, installando una valvola  anti riflusso, specie per quei locali posti sotto il livello stradale o anche al piano terra non rialzato.

Prendiamo in esame una rete di fognature, bianche oppure nere; il liquido che circola al suo interno è soggetto alla legge fisica chiamata “Principio di vasi comunicanti”, secondo la quale l’acqua o il liquido della fognatura punta a portarsi allo stesso livello in tutti i rami della rete fognaria.

Secondo tale principio si può definire come Livello di Riflusso il livello massimo di una rete fognaria, oltrepassato il quale, avviene la fuoriuscita di acqua o liquido dalla fognatura stessa.

Questo è molto importante per i nostri nuclei urbani, in quanto tutti quei locali che si trovano in posizioni disagiate rispetto alla quota della Fognatura Pubblica stradale, sia essa Bianca, oppure Nera, sono soggetti ad essere allagati in caso di un sovraccarico della rete fognaria.

Rientrano in questa categoria: gli scantinati, i seminterrati ed anche quei tanti vani di abitazione che si trovano ad un livello più basso nei confronti del piano stradale, nel caso di fogna bianca, e della fognatura pubblica stradale, nel caso di fogna nera.

Per la fognatura bianca specialmente, data la conformazione della nostra penisola, soggetta a forti scrosci di acqua piovana, il superamento della linea di riflusso avviene molto spesso con grossi guai che per le costruzioni.

Le cause che possono generare un ritorno di flusso dalla  fognatura pubblica verso le fognature private dei singoli edifici si possono ritrovare essenzialmente in queste motivazioni:

– Sottodimensionamento della rete di fognatura pubblica

– Portate molto elevate di punta in fognatura di acque bianche o rete mista (Bianca/nera) dovute a scrosci di pioggia breve ma eccessivamente    intensa

– Aumento indiscriminato dell’impermeabilizzazione dei suoli, a causa di nuovi insediamenti edilizi, dovuti a una eccessiva urbanizzazione del    suolo.

– Malfunzionamenti od ostruzioni a valle della rete

– Altre cause collaterali.

Nelle due immagini che seguono vediamo due diverse fasi che si possono presentare per una fognatura pubblica (Bianca)

Funzionamento normale 1  Senza valvola antiriflusso 1

L’immagine a sinistra mostra un locale seminterrato quando la fognatura pubblica funziona correttamente; quella a destra, invece, allorchè c’è un sovraccarico, anche se temporaneo.

Il livello di riflusso nella seconda figura coincide con la quota del piano stradale, per cui,  in caso di sovraccarico della rete, l’acqua arriverà in tutti i rami comunicanti con la fognatura principale, fino al livello di riflusso segnato con la linea tratteggiata in rosso.

UNA VALVOLA ANTI RIFLUSSO

Il rischio di riflusso delle acque di scarico può essere risolto in maniera molto semplice sia nel caso di nuovi edifici, ma anche nell’adeguamento di reti già esistenti,  con l’introduzione di un dispositivo molto importante, la Valvola Antiriflusso Ottima .

 
Una valvola anti riflusso per i locali sotto il livello stradale 1    
    

Ottima è una valvola anti riflusso di Tipo 2 (dalla norma EN13564), cioè è dotata di due dispositivi di protezione automatici dal riflusso e di un dispositivo di blocco volontario in posizione di chiusura.

Questo significa una doppia protezione in caso di riflusso, una maggiore garanzia di tenuta semplice ed allo stesso modo molto efficace

Sotto vediamo la solita immagine dell’edificio con la fognatura, ma con inserita la valvola di cui sopra.

Con valvola antiriflusso 1   

Praticamente la Valvola blocca il ritorno, per capillarità, dell’acqua che sta per tracimare dalla fognatura pubblica, ed impedisce l’allagamento dei locali, in questo caso seminterrati.

La valvola anti riflusso può essere inserita in una tubazione esistente, magari tagliando il tubo in PVC ed immettendola tramite un doppio cannocchiale, o in fase di nuova costruzione, come da disegno sottostante.

Pozzetto con valvola antiriflusso - sezione 1    

E’ sempre consigliabile installarne una sulla tubazione della FN Bianca ed una su quella Nera.

Installazione tipo 1    

Non esistono problematiche per la sua installazione, in quanto è adattabile a qualsiasi tipo di tubazione ed è reperibile nei diversi diametri.

 Valvole antiriflusso 1    

Ricreerà le condizioni di vivibilità normali anche durante i periodi di pioggia intensa invernale

Valvola anti riflusso 1

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

 

di Amedeu

6 commenti

  1. Abito in un condominio che, da quando di fianco è stato costruito un supermercato che convoglia tutte le sue acque nella fognatura pubblica esistente (evidentemente inadeguata), subisce sistematicamente un allagamento delle cantine e posti macchina.
    La valvola antiriflusso Ottima descritta è vero che impedirebbe il riflusso dei liquami dalla fognatura ai locali, ma nello stesso tempo impedirebbe il deflusso delle acque bianche (piovane dal tetto) e nere del condominio verso la fognatura e quindi i locali si allagherebbero ugualmente.
    C’è un modo per risolvere il problema oltre a quello ovviamente dell’adeguamento della fognatura pubblica (escluso dall’amministrazione comunale per carenza di fondi!!) ?
    Grazie, cordiali saluti

    • Per Agostino.
      Conosci la situazione della quale parli, per cui avrai i tuoi motivi per sostenere quanto dici.
      Comunque, la valvola anti riflusso blocca il ritorno delle acque, allorchè le stesse si innalzano nei pozzetti (o caditoie) stradali, oltre l’estradosso della tubazione pubblica.
      Da allora inizia il pericolo di allagamento.
      Ma se la valvola blocca l’acqua di ritorno, non vediamo quale sia la tua preoccupazione.
      A meno che l’allagamento non ti provenga dalle superfici circostanti l’edificio.
      Amedeu e c.

      • Salve, anche io ho il problema di Agostino. Il mio dubbio sull’utilizzo della valvola sta nel fatto che se la fogna comunale si riempe, ok che la valvola trattiene l’acqua e non la fa entrare, ma così facendo farà da tappo ( visto che il tubo di uscita è pieno ) per l’uscita dell’acqua piovana proveniente dal discendente del tetto. Mi sa dare maggiori delucidazioni? Grazie

  2. Buongiorno,
    sono a richiedervi cortesemente il vostro aiuto per un grosso problema che ci preoccupa non poco . Abito in una casa di recente costruzione con un locale bagno-lavanderia sotto il livello stradale e che puntualmente ogni volta che la rete fognaria pubblica va in sovraccarico allaga proprio come descritto nello schema da voi inserito. L’acqua esce copiosa da uno scarico a terra posto al centro del pavimento e dallo scarico del vano doccia, mentre il WC ribolle … . All’esterno il pozzetto incriminato che va in sovraccarico raccoglie le acque della cucina, dei lavabi dei vari bagni, delle docce ecc ma non è come da vostro schema ma bensì è munito di degrassatore ovvero di una barriera in cemento che si interpone tra rete pubblica e privata e separa i copiosi accumuli di grasso, detersivi, sapone ecc che si solidificano nel tempo formando dei ”blocchi galleggianti ” spessi alcuni centimetri e che rimuovo manualmente ogni tanto. Dalla parte parte “pubblica” lo spazio che distanzia il tubo dalla barriera degrassatore sono circa 16 cm (con tubo che sporge 4cm )dall’altra parte lato ”privato” circa 20 cm (con tubo che sporge 10 cm). Avevo anche valutato altre soluzioni tipo una valvola clapet a piattello o una pompa idrovora, entrambe scartate la prima per eventuali problemi di trafilamento e bloccaggio(dovuti agli accumuli di grasso solidificato) e la seconda per inefficacia in caso di interruzione corrente elettrica, frequente in casi di temporali e per altre problematiche . La soluzione della valvola antireflusso da voi mi sembra la migliore , mi potreste però aiutare spiegandomi come montarla e metterla in pratica nel mio caso, visto le problematiche di spazio e struttura sopra esposte?
    Vi ringrazio vivamente in anticipo.

    • Per mario.
      Sopra la figura della valvola anti riflusso c’è la scritta marcata in celeste; cliccandoci sopra ti rimanda al link della ditta Redi, dove esiste un elenco di rivenditori e installatori, con i quali potrai prendere contatto e informazioni.
      Detto ciò, ci sembra che il tua caso sia più simile a quello da noi descritto in questo altro articolo
      http://www.coffeenews.it/scarico-di-acque-nere-in-un-alloggio-posto-sotto-il-livello-della-fogna-nera-stradale
      Effettuando un impianto in tal modo, con una valvola elettromeccanica di blocco del liquame in spinta allorchè sei in presenza di un super carico della fognatura pubblica, risolveresti i tuoi problemi.
      Inoltre la valvola di non ritorno impedirebbe ai liquami di tornare indietro.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.