Una visita doverosa al CERSAIE 2011 di Bologna.

La nostra è stata una visita doverosa al Cersaie 2011 di Bologna.

Come tutti sapranno il CERSAIE è la mostra di design a cielo aperto relativa agli elementi di ceramica e di arredobagno; la sua apertura è avvenuta lunedì 20  e  durerà fino a sabato 24 settembre.

      CLICCARE SULL’IMMAGINE

E’ senza dubbio un avvenimento unico, diciamo a livello internazionale, in quanto i pavimenti e rivestimenti di ceramica italiani, sono apprezzati in tutto il mondo , sia come disegno, qualità e bellezza compositiva.

Abbiamo voluto visitare più padiglioni possibili, anche per apprezzare le novità che vengono ogni anno poste sul mercato.

Il pubblico è stato molto numeroso e, abbiamo notato con piacere, che non solo vi erano molti espositori stranieri, ma anche i visitatori provenienti da paesi quali il Giappone, la Cina e gli USA, che hanno animato questa festa dei colori della ceramica e della manifattura pregiata della rubinetteria e dell’intero arredobagno.

Sotto uno sguardo ai padiglioni della Fiera interessati da questo evento:

      CLICCARE SULLA IMMAGINE

Chi è abituato a visitare il SAIE di Bologna, tende poi a sminuire il CERSAIE, in quanto pensa che sia limitato ad una modesta  esposizione numerica di certii esemplari delle nostre abitazioni, e questo è un errore enorme , in quanto i prodotti presentati sono così tanti che occorrerebbe una settimana intera per poterli vedere e toccare tutti da vicino.

Le piastrelle di ceramica, siano esse per pavimenti o rivestimenti sono arrivate ad un livello eccezionale: c’è una tale varietà  che noi non siamo abituati a vedere presso i rivenditori edili, al che sorge a tutti il dubbio che la maggior parte di questi prodotti prenda la via dell’estero.

Eppure sono prodotti italiani, alcuni dei quali di una tale precisione, sia nelle dimensioni che nella composizione dei colori, che farebbero la felicità di molte signore delle nostre abitazioni.

Bagni da sogno, con vasche interamente di ceramica, interne ed esterne a vista, o addirittura di materiale di provenienza plastica , ma così perfette che anche al tatto è difficile notarne la differenza.

Naturalmente abbiamo visitato il padiglione della Sant’Agostino, della Marazzi, delle Ceramiche di Siena, di Cielo, CISA  e molti altri.

Alcune novità sono veramente eccezionali e pensiamo di parlarvene nei prossimi capitoli.

Questo breve articolo vuole invogliare i nostri lettori a visitare il CERSAIE di Bologna, perchè lo merita veramente.

Sarà una giornata diversa ma ricca di sorprese che i tecnici ed i costruttori  potranno proporre ai loro clienti, e che i cittadini potranno pensare di avere in un prossimo futuro per le loro case.

Insomma, visitando il CERSAIE avrete l’impressione che l’interno delle vostre nuove case  sia ormai sorpassato da decenni.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA 

di Amedeu

4 commenti

  1. Nel mio condominio,due condomini stanno facendo in toto la ricostruzione dei propri balconi,e al posto delle soglie in travertino metteranno delle piastrelle fatte ad L con una scossalina sotto alla piastrella.Di 7 condomini che siamo solo ad uno non è d’accordo;tra circa un anno dovremo fare diversi lavori nel palazzo,e anche noi rifaremo i balconi nuovi come sopra.
    Ma se il balcone è proprietà privata,sarò libero di fare il pavimento del balcone come voglio.Cosa ne pensate?
    Vi ringrazio per un Vostro parere,e cordialmente Vi saluto.Franco

    • Per Franco.
      Quelli di cui parli, sono lavori di piccola entità, che fra l’altro non sono visibili e quindi non vanno a modificare il prospetto del fabbricato.
      Non vediamo la difficoltà nell’eseguirli, tanto più che vai a lavorare nella tua proprietà.
      Amedeu e c.

  2. grazie per la risposta,ma non mi avete risposto al quesito se si possono sostituire le soglie in travertino con delle mattonelle ad L e relativa scossalina,e se posso chiedere un indennizzo in quanto ho 2 balconi bloccati dai ponteggi.Grazie

    • La tua precedente domanda era la seguente:
      “Nel mio condominio,due condomini stanno facendo in toto la ricostruzione dei propri balconi,e al posto delle soglie in travertino metteranno delle piastrelle fatte ad L con una scossalina sotto alla piastrella.Di 7 condomini che siamo solo ad uno non è d’accordo;tra circa un anno dovremo fare diversi lavori nel palazzo,e anche noi rifaremo i balconi nuovi come sopra.
      Ma se il balcone è proprietà privata,sarò libero di fare il pavimento del balcone come voglio.Cosa ne pensate?
      Vi ringrazio per un Vostro parere,e cordialmente Vi saluto.Franco”
      La nostra risposta è stata questa:
      “Per Franco.
      Quelli di cui parli, sono lavori di piccola entità, che fra l’altro non sono visibili e quindi non vanno a modificare il prospetto del fabbricato.
      Non vediamo la difficoltà nell’eseguirli, tanto più che vai a lavorare nella tua proprietà.
      Amedeu e c.”
      Aggiungiamo, per i ponteggi che non avevi citato, che puoi chiedere i danni tramite un avvocato, ma difficilmente riuscirai a ricavarne qualcosa.
      Per il resto ti abbiamo dato già la risposta.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.