Blocchi YTong di calcestruzzo cellulare quali sbarramento termico e contro l’umidità di risalita, la muffa e la condensa

Parliamo oggi dei blocchi YTong di calcestruzzo cellulare quali sbarramento termico e contro l’umidità di risalita, la muffa e la condensa negli edifici di nuova costruzione.

Durante il calcolo dell’APE (Attestato di Prestazione Energetica)  obbligatorio durante il passaggio di proprietà (compravendita di un immobile) o locazione onerosa dell’immobile (affitto dell’immobile a terzi), la problematica dei ponti termici, cioè di quelle parti di edificio per le quali diventa difficile effettuare una coibentazione termica appropriata, risulta essere sempre uno scoglio che il professionista deve valutare e superare, talvolta trovando ostacoli non indifferenti.

L’eliminazione di ponti termici costituiscono difatti un ostacolo non indifferente per ottenere un’ottima coibentazione termica di un edificio.

In particolare risultano punti delicati i collegamenti solaio/muro esterno, per i quali vengono studiate ed adoperate soluzioni non sempre congrue al lavoro in corso di esecuzione.

Una risposta a tale problema è sicuramente data dai blocchi Ytong e in particolare dai blocchi a Taglio Termico (TT) che costituiscono un elemento di muratura in calcestruzzo cellulare idrofobizzato che permette di frenare efficacemente la risalita di umidità capillare e la nascita di patologie come tracce di umidità, muffe e in casi estremi distacco dell’intonaco.

Il blocco Ytong TT, in calcestruzzo cellulare areato autoclavato, consente una muratura sana e isolata; e come tutti i blocchi in calcestruzzo cellulare, favorisce l’eliminazione dei ponti termici, tipici dei muri tradizionali.

Il blocco Ytong in calcestruzzo cellulare a Taglio Termico (TT)  si integra perfettamente con tutti i tipi di blocco o mattone , essendo un elemento da muratura e non costituisce assolutamente un elemento di discontinuità.

L’Ytong è un blocco leggero, facile da sagomare e per la messa in opera è sufficiente utilizzare le stesse malte che si utilizzano per ammorsare e per intonacare il resto dei pannelli murari.

Relativamente ai ponti termici, lo studio progettuale di questi anni si è diretto principalmente ai nodi rappresentati dall’incrocio solaio/muri esterni, tralasciando invece la parte bassa della costruzione, quella a diretto contatto con la fondazione e che risulta essere la più esposta all’umidità di risalita e quindi alla creazione di muffa e condensa interne.

In molti nostri articoli abbiamo trattato questo inconveniente caratteristico specialmente delle case in muratura ed uno dei sistemi che abbiamo trovato più efficace è senza dubbio quello rappresentato dal taglio chimico delle murature; taglio che garantisce anche la stabilità sismica della costruzione.

Con l’utilizzo dei blocchi Ytong TT, posti quale elementi di partenza delle murature portanti, a contatto con le fondazioni possiamo evitare la scelta di altri sistemi preventivi, semplicemente murandoli come prima (O prime) fila di partenza dell’edificio.

Difatti il blocco YTong a Taglio Termico TT è un elemento da muratura in calcestruzzo cellulare con la particolarità dell’aggiunta di un additivo idrofobo che consente di frenare la risalita di umidità capillare, proteggendo la muratura da tutte le patologie che ne conseguono, ovvero sfarinamenti o distacchi dell’intonaco, macchie di umidità, formazione di muffe e proliferazione di alghe.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo.

Consultate l’elenco “Categorie” a destra, dove troverete dettagliati tutti i lavori per la costruzione e manutenzione di un edificio

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.