Calcolo delle superfici piane più semplici che normalmente usiamo: triangoli quadrilateri e poligoni in generale

Calcolo delle superfici piane più semplici che normalmente usiamo: triangoli quadrilateri e poligoni in generale.

Lo studio delle figure trigonometriche più semplici è comune a tutte le classi a partire dalle elementari, eppure, trascorrendo il tempo, e abituati a servirci dei computer, il più delle volte non riusciamo a ricordare le formuline matematiche più semplici da applicarsi nei diversi casi.

In questo modesto nostro articolo vogliamo ricordare ai nostri lettori alcuni dati essenziali da applicarsi, in base alla conformazione della superficie da calcolare.

Prima di tutto ricordiamo che i poligoni si dividono in: triangoli, quadrilateri, pentagoni, esagoni, ettagoni, ottagoni e così via, a seconda che abbiano tre lati e tre angoli , quattro lati e quattro angoli, cinque lati e cinque angoli, ecc..

Da chiarire che i quadrilateri comprendono: i quadrati, i rettangoli, i rombi, i parallelogrammi ed i trapezi.

Di seguito vogliamo riportare quelle che sono le figure piane più comuni, con la relativa immagine ed il calcolo essenziale dell’Area o Superficie.

In questa fase è bene ricordare anche che le figure più complesse sono normalmente scomponibili in triangoli e rettangoli, per cui non bisogna mai arrendersi di fronte alla loro complessità; occorre semplicemente suddividerle e stare molto attenti, specie per i triangoli, a tracciare le altezze (h) che siano verticali (Cioè devono formare un angolo di 90°) con quelle che consideriamo le basi (b).

Triangoli e Rettangoli

Rombo-Parallelogramma-Trapezio

Cerchio-Corona circolare

Esempio di Poligono complesso divisibile in triangoli semplici:

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo.

Consultate l’elenco “Categorie” a destra, dove troverete dettagliati tutti i lavori per la costruzione e manutenzione di un edificio

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.