Diritto sulla Proprietà

Responsabilità, per lavori edili, successive al termine dell’appalto.

A seguito del Collaudo o del certificato di Regolare Esecuzione, che naturalmente abbia dato esito positivo, e quindi con la conseguente accettazione dell’opera da parte del committente ed il pagamento di quanto ancora è dovuto all’appaltatore su quanto aspettatogli, cessano le cause di responsabilità di cui al contratto di appalto firmato dalle parti. Cessano anche quelle responsabilità dovute a vizi ... Continua a leggere »

Divieto di causare lo stillicidio di acque piovane nel fondo altrui.

Tale divieto è sancito dall’articolo 908 del codice civile. Le norme contenute in tale articolo mirano ad evitare che le acque piovane provenienti dal tetto o dalla copertura di un edificio, possano cadere, o comunque immettersi nel fondo di un vicino. In effetti l’articolo 908 parla di "tetti", ma la normativa vale per ogni altro tipo di copertura, che sia ... Continua a leggere »

Quali sono gli obblighi dei comproprietari per la riparazione di un muro a comune.

Quante discussioni fra proprietari di due fondi limitrofi, per la riparazione di un muro a comune. Eppure potevano essere evitate. Il Codice Civile all’articolo 882 stabilisce esattamente quali obblighi hanno i comproprietari di un muro divisorio comune, di eseguire le riparazioni e le ricostruzioni ad esso necessarie. Tali opere devono essere eseguite per mantenerlo in efficienza affinchè esso continui ad ... Continua a leggere »

Muro a comune. Appoggio e immissione di travi e catene

Un problema che si pone spesso a due proprietari di fondi attigui che hanno un muro a comune è quello che riguarda la possibilità di sfruttare detto muro per l’appoggio e l’immissione di travi, oppure di catene in ferro  per l’eventuale consolidamento di parti strutturali di una delle due proprietà. Quanto sopra viene affrontato e risolto dall’articolo 884 del codice ... Continua a leggere »

Confini e chiusura di una proprietà.

L’articolo 841 del codice civile, relativamente alla delimitazione di una proprietà o come meglio vuole chiamarsi "fondo", dà al proprietario la possibilità di chiuderlo in qualsiasi tempo. Un tale dititto non è soggetto a prescrizione e non subisce variazioni in rapporto alla natura del fondo stesso. Non è detto che la chiusura possa essere sempre costituita da una rete o ... Continua a leggere »

Distanze dai confini. Di pozzi, cisterne, fossi, tubi, canali ed altro

Il codice civile tratta esplicitamente gli argomenti relativi alle distanze dai confini che devono tenere determinati manufatti. Chiariamo, però, prima di iniziare,che queste sono distanze che vanno rispettate là dove non esistano regolamenti comunali che prevedano distanze maggiori. In quel caso vanno rispettate le distanze dei regolamenti. Comunque , secondo il codice civile agli art.li 873 e successivi, chi intende ... Continua a leggere »

Donazione. Revoca, parte disponibile ed indisponibile.

Si fa seguito al primo articolo sulla "donazione" chiarendo che: La donazione si deve effettuare solo con atto pubblico notarile,  e quale oggetto di essa può essere qualsiasi bene, mobile o immobile. La donazione può essere revocata solo in alcuni casi specifici previsti dalla legge e precisamente: 1) per ingratitudine del donatario: consistente in uno dei delitti previsti dai commi ... Continua a leggere »

Donazioni. Concetti generali e caratteristiche.

Iniziamo a parlere in questo articolo delle "Donazioni" e diremo le cose più importanti; definiremo il resto in articoli successivi. La "donazione" è un contratto con il quale , per il solo spirito di liberalità, una parte (donante) procura all’altra (donatario) a proprie spese, un arricchimento , che può consistere nel dare qualche cosa  o nell’obbligarsi a darla (art. 769 e ... Continua a leggere »

Quali sono le parti comuni di un edificio in condominio.

Parliamo di edifici nuovi, di diversi piani, formati da più appartamenti, ma anche di vecchi edifici sviluppati più in larghezza che in altezza, e costituenti un unico corpo strutturale ed architettonico. Abbiamo chiarito questo secondo punto, in quanto le dispute condominiali relative alle parti comuni avvengono molto spesso nei vecchi fabbricati. Non è raro vedere vecchi edifici tinteggiati quasi interamente ... Continua a leggere »

“Usufrutto”. Cosa è. Quale sono le sue caratteristiche.

Gli articoli 978/1020 del Codice civile regolano il diritto di “usufrutto”, in base al quale una persona (“l’usufruttuario”) può godere di una cosa altrui,( mobile o immobile) come ne godrebbe il proprietario (chiamato “nudo proprietario”), ma con l’obbligo di non mutarne la destinazione economica. Non mutarne la “destinazione economica” significa , per esempio, non trasformare un terreno coltivato in un ... Continua a leggere »