Messa in opera di un cancello carrabile con colonne in ferro.

Vi abbiamo già mostrato come effettuare un passo carrabile con pilastri in muratura di mattoni  ed indicato inoltre come deve essere effettuato il collegamento fra i due pilastri, affinchè nel tempo il cancello non subisca dei movimenti.

Riprendiamo visione di questo nostro articolo, mostrandovi l’immagine dei pilastri e del relativo cordolo sottostante:

     CLICCARE SULL’IMMAGINE

Osservando la figura, si può notare come l’armatura in ferro posta all’interno delle due colonne di mattoni, sia stata collegata all’armatura del cordolo a sezione rettangolare posto in basso, a piano passo carrabile.

E’ una operazione da eseguire sempre per chi voglia mettere in opera un cancello, sia esso ad apertura manuale oppure tramite meccanismo a telecomando.

E’ doveroso sapere, che la maggior parte dei terreni della nostra penisola è soggetto ad assestamenti, sia pur piccoli, ma che nel tempo possono causare dei difetti sostanziali di apertura e chiusura delle ante.

Una colonna potrebbe inclinarsi leggermente, e questo comprometterebbe la buona apertura del cancello stesso.

Adesso però vogliamo mostrarvi come va realizzato un cancello con le relative colonne in ferro.

Generalmente vengono effettuati due plinti di base, collegati fra loro da un cordolo in cemento armato con gabbia di ferro.

E’ un lavoro passabile che da una  buona garanzia nel tempo.

Però, il sistema più idoneo ed a regola d’arte per montare un cancello in ferro è quello che di seguito vi mostriamo:

      CLICCARE SULL’IMMAGINE

Aprendo la figura soprastante, vedrete come il suddetto cancello abbia una struttura portante, in acciaio, completamente saldata ed a forma di U.

Gli angoli in basso sono rinforzati da ferro piatto saldato.

Il profilato delle colonne, si ripete anche nella parte bassa orizzontale, dove vengono applicati e saldati sia i due perni femmina girevoli delle ante del cancello, che il fermo centrale, di bloccaggio del paletto verticale..

Lo scatolare metallico orizzontale va "affogato" in una gettata di calcestruzzo (Naturalmente prima è stata scavata la fondazione di alloggiamento della stessa), in maniera che qualsiasi movimento avvenga da parte del terreno, il cancello non subirà variazione alcuna.

Con il calcestruzzo (abbastanza liquido) vanno poi riempite le due colonne in ferro , prestando particolare attenzione, affinchè lo stesso penetri e riempia anche lo scatolare orizzontale.

Questo per impedire che l’acqua piovana, con il tempo, si insinui nel corpo della struttura facendola arrugginire.

Il colmo delle colonne dovrà poi essere chiuso con due tappi saldati. (vedi immagine soprastante)

La linea marrone indicata nella suddetta immagine dovrà corrispondere all’estradosso o piano di calpestio del passo carrabile.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

9 commenti

  1. Ottima soluzione per chi ha uno spazio ristretto per posizionare un cancello.
    Qual’e’ il miglior automatismo per questo cancello?

  2. Buonasera Amedeu . Una colonna di un cancello in ferro (dim 20×20) si è leggermente inclinata di alcuni gradi, pochi per la verità ma abbastanza da sbilanciare le due ante che ora si sono incastrate. Il fabbro mi ha detto che può spostare le cerniere senza problema, ma che probabilmente non è stato fatto un cordolo di collegamento sotto le due colonne, pertanto in futuro il problema potrebbe ripresentarsi. Lui dice di saldare due ferri alle colonne e poi di annegarle nel calcestruzzo. Puoi darmi qualche idea su come rimediare?

    • Per Giancarlo.
      Se le due colonne hanno una fondazione singola cadauno, non risolveresti il problema, in quanto non essendo collegate alla base da un cordolo armato, tenderanno sempre, ferro di rinforzo o meno, a inclinarsi al variare delle stagioni con calde.
      Una soluzione potrebbe essere, ma non sappiamo se puoi adottarla e se ti andrà bene esteticamente, provvedere a mettere in opera due profilati in ferro posti a 45 gradi circa nella parte esterna del cancello.
      Dette saette dovrebbero essere collegate, cadauno, all’armatura dei due pilastri e a terra da una base/fondazione solida.
      Questo sistema risponderà bene se il cancello tende ad allargarsi nella parte alta, meno bene se tende a chiudersi.
      Amedeu e c.

  3. Salve, vorrei montare un cancello scatolato, come quello citato. Solo che ho necessità dell’apertura all’esterno con le ante che aprono più di 90gradi. Esistono cancelli di quel tipo che permettano questo tipo di apertura? (Ad esempio usando cerniere saldate su un angolo delle colonne del cancello…).

    • Per Franco.
      Devi obbligatoriamente parlare con il fabbro che li realizza, in maniera che saldi le cerniere in angolo al pilastrino in ferro.
      Conoscendo il suo mestiere, non ci sarà bisogno di istruirlo ma, comunque, costui dovrà effettuare una saldatura forte, in maniera che la stessa non scarichi solo sulla parete esterna (lato apertura) del pilastro ma lo interessi tutto.
      Amedeu e c.

  4. Salve,
    Per rifare le colonne dei miei cancelli posso farle con i blocchi delle canne fumarie e inserire l armatura dentro e gettare il tutto?
    Se faccio la fondazione come indica nei suoi articoli come vado a posare la guida del cancello scorrevole sulla fondazione?

    • Per Ingri.
      Puoi usare i blocchi delle canne fumarie (Shunt) murati, armati con gabbia di ferro interno e poi intonacati o rivestiti.
      Circa il cancello a scorrere, devi murare le guide di scorrimento perfettamente in piano, lato interno del cancello, e perciò devi aumentare lo spessore della fondazione del cancello ed allungarla lateralmente per la lunghezza dello stesso.
      Ti consigliamo, di parlare, comunque, con la ditta che ti realizzerà detta cancellata compreso il motore di scorrimento e che, può darsi abbia dei disegni (Standard) già pronti Per ogni tipo di cancello.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.