Ottime membrane impermeabilizzanti realizzate con speciale mescola elastomerica BPE

Vediamo adesso delle ottime membrane impermeabilizzanti realizzate con speciale mescola elastomerica BPE.

Sono idonee come sottostrati, monostrati, strutture interrate, muri controterra e fondazioni; inoltre trovano impiego su coperture di ogni tipo e forma.

I polimeri in esse utilizzati assicurano una elevatissima elasticità ed adesione.

Parliamo delle delle membrane impermeabilizzanti Bituver S-30 che sono realizzate dalla Isover – gruppo Saint-Gobain PPC Italia S.p.A. con sede in  20146 Milano.

Hanno una flessibilità a freddo: -30°C

La loro armatura è costituita da un tessuto non tessuto di poliestere ad altissima grammatura con filo continuo rinforzato in fibra di vetro.

Per questa soluzione viene utilizzata la nuova tecnologia produttiva “ BituverTech”, al fine di ottenere una mescola di qualità superiore.

Applicazione

– Utilizzare i DPI previsti dalla legge

– Pulire adeguatamente il supporto

– E’ sempre consigliata la preparazione del supporto con primer bituminoso Bituver Ecopriver

– Il prodotto è idoneo per essere applicato a fiamma mediante riscaldamento con cannello a gas propano della faccia inferiore rivestita di uno speciale film termo fusibile.

– Applicare sempre tra +5° C e + 35° C

La versione Mineral 4 mm è idonea e certificata per essere utilizzata come monostrato e/o come strato a finire.

Stoccaggio

Si consiglia di tenere i rotoli in magazzino, al riparo da raggi solari e ad una temperatura non inferiore a +5°C.

Mantenere i rotoli in posizione verticale. ed evitare, se possibile, la sovrapposizione dei pallet.

Si consiglia inoltre di utilizzare il prodotto entro 2/3 mesi dalla consegna.

Dati tecnici delle Membrane Bituver  S-30:

 

Caratteristica Normativa Bituver S-30 P Bituver S-30

mineral P

Tolleranze
Difetti visibili UNI EN 1850-1 assenti assenti
Rettilineità UNI EN 1848-1 10 mm 10 mm
Impermeabilità all’acqua UNI EN 1928 100 kPa 100 kPa
Fless. a freddo UNI EN 1109 – 30 °C – 30 °C
Fless. a freddo dopo

invecchiamento

   UNI EN 1296

UNI EN 1109

– 30 °C – 30 °C + 15 °C
Stabilità dimensionale L UNI EN 1107-1 – 0,3 % – 0,3 %
Stabilità di forma a caldo EN 1110 100 °C 100 °C
Stabilità di forma a caldo

dopo l’invecchiamento

 

UNI EN 1296

UNI EN 1110

90° C

– 10°C
Resistenza a trazione a rottura L/T UNI EN 12311-1 850/650 N/50 mm 850/650 N/50 mm 20 %
Res. alla trazione delle giunzioni L/T UNI EN 12317-1 800/600 N/50 mm 800/600 N/50 mm 20 %
Allungamento a rottura L/T UNI EN 12311-1 50/50 % 50/50 % – 15 v.a.
Res. alla lacerazione (metodo B) L/T  

UNI EN 12310-1

170/180 N 170/180 N 30 %
Res. a carico statico UNI EN 12730 20 Kg 20 Kg
Res. al punz. dinamico UNI EN 12691 1250 mm 1250 mm
Permeabilità al vapore UNI EN 1931 μ 20000 μ 20000
Reazione al fuoco EN 13501-1 E E
Resistenza al fuoco esterno EN 13501-5 F roof F roof
Adesione dei granuli UNI EN 12039 30%
Impermeabilità all’acqua dopo

esposizione agli agenti chimici/

invecchiamento artificiale

 

UNI EN 1928

UNI EN 1847/

UNI EN 1296

NPD

 

 

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo.

Consultate l’elenco “Categorie” a destra, dove troverete dettagliati tutti i lavori per la costruzione e manutenzione di un edificio.

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.