Pavimentazioni esterne, quali piazzali e marciapiedi, in cemento stampato

Pavimentazioni esterne, quali piazzali e marciapiedi, in cemento stampato.

Quella del cemento stampato è senza dubbio una tecnica che sta prendendo piede nel campo dell’edilizia con il risultato di essere una delle soluzioni più apprezzate e realizzate nel mercato immobiliare.

Grazie alla sua vasta applicazione e alle molteplici finiture, possiamo senza dubbio parlare del “pavimento per eccellenza”.

In particolare vediamo, di seguito, i risultati di una ditta: la Pavitek s.a.s. di Arena Enzo & C. di Monte Porzio (PU) che è in grado di ricreare qualsiasi effetto desiderato, dalla pietra naturale, alla roccia per non parlare delle ceramiche.Il cemento stampato è adattabile ad ogni contesto residenziale o commerciale, ed è la soluzione ideale per ambienti esterni come marciapiedi, piazzali, camminamenti, piscine e viali d’ingresso, dove generalmente gli interventi di manutenzione straordinaria hanno un alto costo. 

Con l’effettuazione delle pavimentazioni in cemento stampato, invece, si ottiene un notevole risparmio economico.

A differenza di altre pavimentazioni per esterni, il cemento stampato ha il vantaggio di non richiedere manutenzioni, mantenendo le sue caratteristiche inalterate nel tempo.

Il cemento stampato ha infatti ottime caratteristiche di resistenza ed i colori e lo stampo scelto rimangono inalterati nel corso degli anni, non è soggetti a dilatazione (dovuto a caldo/freddo), né a dissesti causati dalle radici o dagli arbusti, in quanto si tratta di un getto di cemento uniforme e compatto.

La sua realizzazione è veloce, non è invadente, a vantaggio quindi di tempi di esecuzione e riduzione dei disagi in fase di realizzazione.

La lavorazione consiste in un getto di cemento su una superficie precedentemente livellata, anche a basso spessore (sono infatti sufficienti 8 mm), e successivo stampo con corazzanti quali il quarzo e le fibre.

Per rendere la superficie in cemento stampato idroreppelente, viene stesa una mano di resina a spruzzo o a rullo che lo rende resistente alle macchie d’olio, alle piogge acide, allo sporco e agli idrocarburi.

Dove è richiesto un grado antiscivolo maggiore, si possono inserire nella resina finale delle micro sfere anti sdrucciolo .

La tecnica di posa richiede un esperto pavimentista, perciò, in questo caso, il “fai da te” è sconsigliato e non può garantire un risultato finale ottimale.

Ditte quali la Pavitek che realizzano pavimenti stampati da molti anni, con grandi risultati e soddisfazione dei clienti hanno la possibilità di avere esperti posatori certificati dalle ditte produttrici di sistemi per cemento stampato.

Eventualmente, per maggiori dettagli tecnico illustrativi si consigliano i nostri lettori di prendere contatto con i tecnici della sopracitata ditta.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo.

Consultate l’elenco “Categorie” a destra, dove troverete dettagliati tutti i lavori per la costruzione e manutenzione di un edificio

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.