Un antigelo pronto per l’uso idoneo per calcestruzzi e malte

Un antigelo pronto per l’uso idoneo per calcestruzzi e malte, additivo liquido ad azione plastificante ed accelerante di presa e di indurimento.

Additivo liquido a base di alogenuro di metallo alcalino-terroso.

Per effetto dell’immediato sviluppo del calore d’idratazione, si ottiene un rapido incremento delle resistenze meccaniche dei calcestruzzi e delle malte.

L’antigelo della Simpro s.r.l. viene usato quale additivo del cemento per confezionare calcestruzzi e malte cementizie quando si devono eseguire getti nella stagione invernale (temperature inferiori a-5/6 °C).

   

Desiderando eseguire il lavoro anche a temperature più basse, si consiglia di usare cemento Portland R425 o R525 impiegando inerti non gelati e acqua calda.

Nelle malte bastarde il contenuto di calce, non deve superare il 20% in peso sul cemento o il rapporto in volume di 1:3.

Grazie alla sua particolare formulazione,  questo Antigelo plastifica il calcestruzzo e la malta, permettendo una migliore lavorabilità anche a basse temperature, riducendo la quantità di acqua d’impasto.

Con esso è possibile ottenere calcestruzzi con maggiori resistenze iniziali evitando così possibili danni provocati dal gelo, in quanto la resistenza critica del calcestruzzo (ca. 150 kg./cm.) viene raggiunta in tempi più brevi.

Ha un effetto inibitorio nei confronti dei fenomeni di corrosione e pertanto protegge dalla ruggine i ferri d’armatura.

Consumi

I consumi sono in funzione della temperatura di lavoro.

Per temperature fino a -6°C: 1 kg. di antigelo impro/q.le di cemento.

Per temperature inferiori, il dosaggio può essere portato a 2-3 kg. di prodotto per ogni 100 kg. di cemento.

Per getti a basse temperature, oltre ad usare un buon antigelo è necessario seguire le prescrizioni di seguito indicate.

Impiegare esclusivamente cemento Portland nel dosaggio minimo di 300 kg./mc.

Usando cementi pozzolanici si ottiene uno sviluppo più lento delle resistenze meccaniche; pertanto è opportuno eseguire delle prove preliminari.

Devono essere resistenti al gelo.

Qualora gli inerti dovessero essere gelati, si dovrà provvedere alloro scongelamento

Durante il getto, la temperatura del calcestruzzo non dovrà essere inferiore a +5°C.

Con temperature più basse, è consigliabile riscaldare l’acqua d’impasto e gli inerti; per evitare forti ritiri, la temperatura del calcestruzzo non dovrà essere superiore a +25°C.

Versare nella betoniera in moto, ca. la metà dell’acqua d’impasto necessaria e successivamente l’Antigelo nel dosaggio richiesto.

Onde evitare il pericolo di danni provocati dal gelo, è opportuno confezionare calcestruzzi leggermente plastici.

In questi casi è consigliabile che la lavorabilità del cls non superi i 10-11 cm. di slump.

È da osservare un tempo di miscelazione di almeno tre minuti.

Per garantire una distribuzione omogenea dell’additivo è sempre preferibile una miscelazione meccanica.

Getto

I getti di calcestruzzo non devono essere eseguiti su superfici gelate e devono essere costipati immediatamente.

Si consiglia quindi di proteggere i getti con teli di plastica, insufflazioni di aria, ecc. in maniera da innescare l’immediata reazione chimica che favorisca lo sviluppo del calore di idratazione.

Prima del disarmo, si consiglia di controllare che il calcestruzzo abbia raggiunto le resistenze meccaniche occorrenti.

 Nei caso di disarmo di ampie superfici, la temperatura del calcestruzzo deve essere più o meno equivalente a quella esterna, per evitare tensioni dovute ad effetto termico e conseguenti fessurazioni.

Nel calcolo dei tempi di disarmo non sono da contare i giorni di gelo.

Negli imballaggi originali, ermeticamente chiusi, immagazzinati all’asciutto, Antigelo si conserva illimitatamente.

Dati tecnici

Aspetto:   Liquido

Colore:     Giallognolo

Density a 20 °C:   1,2

Odore:   Inodore

Temperatura d’applicazione:    da -6°C a +10°C

Punto di congelamento:     -38°C

Miscibilità con acqua:    Completa

pH:   9,5

Confezione

Canestri di plastica da kg. 5 – 20 -30 – 50 netti

Indicazioni e avvertenze

A seconda delle circostanze, disporre e utilizzare i seguenti mezzi di protezione individuate:

– Occhiali a tenuta;

– Guanti di gomma;

– Mascherina per la protezione delle vie respiratorie net caso che il prodotto venga applicato a spruzzo.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA  MESSA IN PRATCA e su altro ancora

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.