Un efficace adesivo cementizio ad alte prestazioni e senza scivolamento verticale per piastrelle varie

Vediamo insieme un efficace adesivo cementizio ad alte prestazioni e senza scivolamento verticale per piastrelle varie

Più propriamente trattasi di un adesivo cementizio migliorato il quale una volta dato ha uno scivolamento verticale nullo e con il tempo aperto allungato, da utilizzarsi per l’incollaggio all’esterno ed all’interno di piastrelle ceramiche (bicottura, monocottura, grès porcellanato, cotto, klinker, ecc.), materiale lapideo e mosaici di ogni tipo a pavimento, parete e soffitto.

Idoneo anche per l’incollaggio a punti di materiali isolanti come polistirolo espanso, poliuretano espanso, lana di roccia o di vetro, Eraclit, pannelli fonoassorbenti, ecc.

Tale adesivo è denominato Keraflex ed è un prodotto della Mapei conosciuta società nel campo edilizio.

Alcuni esempi di applicazione

– Incollaggio di piastrelle ceramiche (bicottura, monocottura, grès porcellanato, cotto, klinker, ecc.),

materiale lapideo e mosaici sui seguenti supporti:

– pareti ad intonaco cementizio o a malta;

– pareti in blocchi di calcestruzzo cellulare all’interno;

– gesso e anidrite previa applicazione di Primer G;

– cartongesso;

– pavimenti riscaldanti;

– massetti cementizi, purché sufficientemente stagionati ed asciutti;

– pareti verniciate in interni accertandosi che la pittura sia ben ancorata;

– membrane impermeabilizzanti della gamma Mapelastic o Mapegum WPS.

– Sovrapposizione di piastrelle in ceramica su pavimenti preesistenti.

– Incollaggio di piastrelle di piccolo formato in piscine e vasche.

– Incollaggio di pavimenti sottoposti a forti sollecitazioni.

Keraflex può essere applicato in verticale senza colare e senza lasciar scivolare le piastrelle, anche di grande peso.

È possibile posarle dall’alto verso il basso e senza l’uso delle normali crocette

Caratteristiche tecniche

Preparazione dei supporti

I supporti devono essere di caratteristiche conformi alla norma UNI 11493-1, in particolare devono essere piani, meccanicamente resistenti, privi di parti friabili ed esenti da grassi, oli, vernici, cere, ecc. e sufficientemente asciutti.

I sottofondi umidi possono rallentare la presa di Keraflex.

I supporti cementizi non devono essere soggetti a ritiri successivi alla posa delle piastrelle e pertanto, in buona stagione, gli intonaci devono avere una maturazione di almeno una settimana per ogni centimetro di spessore ed i massetti cementizi devono avere una maturazione complessiva di almeno 28 giorni, a meno che non vengano realizzati con speciali leganti per massetti MAPEI come Mapecem, Mapecem Pronto, Topcem o Topcem Pronto.

Per avere un quadro completo del prodotto si invitano i nostri lettori a prendere visione completa della scheda tecnica, reperibile presso il sito della Soc Mapei.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo.

Consultate l’elenco “Categorie” a destra, dove troverete dettagliati tutti i lavori per la costruzione e manutenzione di un edificio.

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.