Un gel sigillante per risanare le numerose perdite d’acqua delle tubazioni idriche

Le perdite di acqua delle tubazioni idriche comunali costituiscono veramente un grosso problema, talvolta irrisolvibile, specie per motivi economici, ma la tecnologia ci viene incontro con un gel sigillante per risanare le numerose perdite d’acqua delle tubazioni idriche delle nostre città.

Le condutture idriche, spesso, sono molto vecchie e risalgono addirittura agli anni 50 e 60 del secolo scorso; inoltre sono tubazioni di acciaio zincato per cui si presentano rugginose e piene di buchi.

Sono veramente dei “colabrodi”.

Non esiste nucleo abitato, città, provincia o Regione che non abbia problemi idrici da gestire e sistemare nell’ambito della propria area di competenza.

Spesso le vecchie tubazioni perdono fino al 60/70 % del loro carico a causa delle loro pessime condizioni di usura.

Esiste, però, un sistema molto più economico per intervenire e sigillare gran parte delle perdite di una tubazione idrica; una tecnologia denominata Tarl,( tranchless automated leakage repair), che serve  a ridurre, lungo la rete idrica, le perdite di acqua, senza eseguire scavi o rotture.

Sotto: immagini di prima e dopo il trattamento

E’ basata su un gel sigillante brevettato dagli Israeliani, innocuo dal punto di vista alimentare,

e che immesso in una tubazione a mezzo di un macchinario e spinto con un getto d’acqua a pressione, sigilla la maggior parte delle perdite idriche, preservando la rete idrica ancora per molti anni.

Una macchina a pessione spinge un sigillante, chiamato “Pig Train”, il quale, viene immesso nella tubazione mediante dei punti di accesso, a monte e a valle del tratto da riparare, e che chiude in poco tempo buchi e fessure della rete.

Un’altra apparecchiatura brevettata, permetterà invece di recuperare il Pig Train al punto di uscita, così che il gel e i residui della sostanza sigillante, vengano prima essiccati e poi smaltiti come rifiuti non pericolosi.

Per l’Italia è possibile rivolgersi alla concessionaria Pipecare Srl | Via Pietro Cossa 2, 20122 Milano.

La tecnologia Talr Tech può sigillare perdite da 30 a 3.000 litri ogni ora (oltre tale livello di perdita si rende necessario sostituire la tubazione).

La macchina di spinta del sigillante, tramite un singolo lancio di inserimento, può risanare una tratta fino a fino a 400 metri; comunque l’esperienza della ditta insegna che la lunghezza massima raccomandata è di 300 metri circa.

Con questo sistema si possono sigillare tubazioni principali con buchi da 50 a 150 millimetri di diametro (dal prossimo anno, in relazione all’evoluzione della tecnologia, sarà possibile arrivare fino a 200 millimetri).

Invece, per le tubazioni secondarie il diametro minimo su cui è possibile intervenire è di 50 millimetri e per gli allacci alle utenze di 10 mm.

Per maggiori dettagli tecnici vi consigliamo di aprire il sito della Pipecare Talr Teck.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi  risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA  MESSA IN PRATICA e su altro ancora

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.