Un importante aggiornamento della norma UNI 10200 sugli impianti termici centralizzati

E’ noto che la voce riscaldamento incide notevolmente, in particolare nelle zone più fredde, sulla nota spese del bilancio familiare ed è stato uno dei principali motivi che ha portato il Comitato Termotecnico Italiano (CTI) dell’Ente UNI, a redigere un importante aggiornamento della norma UNI 10200 sugli impianti termici centralizzati, con nuovi criteri di ripartizione delle spese di riscaldamento, raffrescamento e acqua calda sanitaria.

Tale esigenza è nata anche dal fatto che la precedente versione del 2015 aveva riscontrato nel corso del tempo numerose critiche per controversie essenzialmente legate alla ripartizione delle spese inerenti i consumi involontari ed inoltre non appariva del tutto conforme alle leggi comunitarie e alle varie disposizioni del Codice Civile.

E’ stato perciò necessario per ragioni di pubblica richiesta che il CTI “”Contabilizzazione del Calore” rivedesse e riscrivesse la suddetta norma UNI 10200 soffermandosi in particolare sul criterio del calcolo e della ripartizione spese.

La norma modificata è entrata in vigore il giorno 11 ottobre 2018  e fissa, tra molte altre cose, i criteri di ripartizione delle spese per la climatizzazione invernale (riscaldamento), la climatizzazione estiva (raffrescamento), l’acqua calda sanitaria (ACS), gli impianti di ventilazione centralizzati (dedicati alla sola movimentazione dell’aria) e gli impianti a servizio di una pluralità di edifici (provvisti o meno di contatori di fornitura in ingresso ai singoli fabbricati).

La norma UNI 10200 stabilisce i metodi per la ripartizione delle spese in proporzione ai prelievi effettivamente registrati al fine di favorire un corretto uso del riscaldamento, raffrescamento e acqua calda e in modo da garantire il comfort, evitando inutili sprechi; e spiegando inoltre i criteri di ripartizione della cosiddetta componente involontaria, dovuta alle dispersioni dell’impianto .

Norma che interesserà anche la redazione delle tabelle millesimali.

Inoltre contiene una serie di appendici che offrono un riepilogo delle differenti soluzioni impiantistiche, una linea guida per la progettazione dei sistemi di contabilizzazione e utili chiarimenti sulla rendicontazione dei costi di climatizzazione invernale, estiva e acqua calda sanitaria.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi  risponderemo.

Consultate l’elenco “Categorie” a destra, dove troverete  dettagliati tutti i lavori per la costruzione e manutenzione di un edificio

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.