Un pavimento in LVT (Luxury Vinil Tile) costituisce una scelta ottimale per ogni tipo di pavimentazione

Un pavimento in LVT (Luxury Vinil Tile) costituisce una scelta ottimale per ogni tipo di pavimentazione, specie negli appartamenti di civile abitazione compresi i vani soggetti a umidità quali i bagni e le cucine.

Quanto sopra lo si deve al fatto che è fabbricato con un materiale vinilico e quindi idrorepellente.

Quelli che spesso montiamo nelle nostre case sono pavimentazioni in PVC che riprendono i motivi più vari; ma con i nuovi pavimenti in LVT(Luxury Vinil Tile o piastrella vinilica di lusso) si raggiunge una maggiore qualità estetica e di resistenza al graffio e all’urto, che è da considerarsi pari ai primi, se non, talvolta, anche superiore.

Dal punto di vista estetico si riescono ad ottenere dei risultati ottimali, molto migliori dei pavimenti in PVC, in quanto riproducono in maniera estremamente dettagliata rifiniture decorative con effetti estremamente realistici, tanto da con gli stessi si ottengono fedeli riproduzioni di pavimenti in pietra, in cemento, in ceramica ed infine in parquet di legno.

Non per nulla la parola Luxury (o lusso in italiano) sta a dimostrare come i pavimenti LVT possano essere montati in ambienti molto più che decorosi, offrendo dei risultati di montaggio veramente notevoli

Prendendo in esame un LVT vediamo che normalmente è costituito da tre diversi strati ed esattamente:

-Lo strato di base o supporto

è in vinile con incluse all’interno parti in fibra di vetro, ed ha il compito di resistere alle deformazioni del pavimento determinate da sbalzi di temperature

-Lo strato decorativo

È la parte decorativa del pavimento, cioè quella che richiama i motivi della pietra, della ceramica, del legno o di altre caratteristiche estetiche decorative.

-Lo strato di usura

È la parte del pavimento in LVT che viene calpestata e che deve essere sufficientemente resistente; ha normalmente uno spessore compreso tra 0,3 e 0,6 mm

Complessivamente il pavimento finito si aggira su una dimensione veramente minima, compresa tra i 3,5 e i 5 mm e che lo rende adatto, specie nei lavori di ristrutturazione, dove  spesso lo spazio è ridotto.

Tipologie

I pavimenti LVT si distinguono in quattro tipologie di posa:

-autoadesivi

-da incollare con colla specifica

-a posa flottante con incastro  aclick

-a posa libera (Loose-Lay)

Spesso nelle ristrutturazioni sorge l’esigenza di avere dei bei pavimenti senza dover togliere quelli esistenti; in questi casi il pavimento LVT può modificare l’aspetto di un vano senza effettuare grossi lavori di demolizione di pavimentazioni esistenti, ed anzi lasciandole in essere in caso, che nel futuro, si decida di portarli a nuova vita.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo.

Consultate l’elenco “Categorie” a destra, dove troverete dettagliati tutti i lavori per la costruzione e manutenzione di un edificio

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.