Un sistema di consolidamento antisismico innovativo per mettere in sicurezza gli edifici intervenendo solo sulle facciate

Di seguito un sistema di consolidamento antisismico innovativo per mettere in sicurezza gli edifici intervenendo solo sulle facciate, grazie ad un innovativo brevetto, senza necessità di intervenire all’interno degli appartamenti o con altri interventi invasivi.

Tale sistema antisismico darà maggiore sicurezza per i proprietari di quegli immobili che si trovano in zone simiche e che in caso di un terremoto o uno sciame sismico, si sentiranno maggiormente al sicuro nella loro abitazione.

Un risultato alla portata di tutti, anche di coloro che vivono in una costruzione edificata in assenza di criteri antisismici.

Tale sistema è denominato “SismaCoat” ed è un brevetto della società SismaCoat con sede in via Rosaspina 7 – Rimini

E’ richiesto un impiego di pannelli da cappotto, reperibili in commercio e costituiti da lastre di grandi dimensioni ( fino a 1 m x 3 m circa), di densità opportuna, eventualmente accoppiate a reti portaintonaco.

A differenza delle modalità di impiego solitamente adottate, per la posa dei pannelli da cappotto, questa soluzione brevettata prevede di realizzare, fra le pareti dell’edificio ed i suddetti pannelli, una intercapedine di opportuno spessore entro la quale va inserita una rete di acciaio strutturale, convenientemente collegata alla struttura portante, da riempire attraverso il getto di calcestruzzo a granulometria fine.

Questo allo scopo di realizzare, attorno a tutto l’involucro dell’edificio, una parete di rinforzo in c.a. unitariamente ad un cappotto termico, riuscendo a conseguire obiettivi antisismici e di coibentazione termica

Il Sistema di cui in oggetto consente di beneficiare delle detrazioni Ecobonus e Sismabonus previste per gli interventi di riqualificazione energetica e sismica degli edifici esistenti.

Per realizzare tale sistema occorre prestare la massima attenzione alle seguenti indicazioni:

1)Il getto di calcestruzzo deve essere eseguito secondo modalità che consentano il completo riempimento dell’intercapedine, anche con spessori molto sottili.

2)I pannelli da cappotto devono essere opportunamente fissati allo scopo di contenere la spinta idrostatica del getto senza manifestare deformazioni indesiderate ( rigonfiamenti e/o spanciamenti)

3)I pannelli da cappotto devono essere posizionati “a piombo”, ossia con sviluppo perfettamente verticale, per consentire la successiva realizzazione della finitura a regola d’arte

Le coibentazioni e rifiniture di questo sistema antisismico possono essere le seguenti:

1) Cappotto con rasatura e rete minerale anti ritiro

2)Cappotto con mattoncini o pietra naturale a facciavista

3)Cappotto con finitura in lastre di alluminio preverniciato

Video:

Advhj,qsklkXDkllxcl

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo.

Consultate l’elenco “Categorie” a destra, dove troverete dettagliati tutti i lavori per la costruzione e manutenzione di un edificio

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.