Un tipo di calcestruzzo decorativo per soddisfare desideri e aspettative estetiche progettuali

Vedere edifici con calcestruzzo a vista non è sempre piacevole, specie se questo si presenta allo stato ordinario naturale, simile a una barriera liscia e anonima; per tale motivo nel presente articolo vedremo un tipo di calcestruzzo decorativo per soddisfare desideri e aspettative estetiche progettuali.
Per renderlo decorativo occorre utilizzare delle matrici
Calcestruzzo decorato con matrici

Forme con matrici decorative

Un calcestruzzo decorativo che ha destato negli ultimi anni molto interesse e che per renderlo decorativo occorre utilizzare delle idonee matrici.
Un motivo importante della crescente popolarità di questo materiale è che gli architetti e gli ingegneri di oggi non guardano soltanto gli aspetti economici: essi vedono il calcestruzzo come un materiale da costruzione eccellente anche per andare incontro alle esigenze estetiche di progettazione.
Il calcestruzzo del quale stiamo parlando è stato concepito dalla Ruredil S.p.A. San Donato Milanese (MI)


Le matrici che lo rendono tale sono state denominate “Matrici NoePlast”:
Può essere colorato e gli si può dare “virtualmente” qualunque forma, inoltre, esso fornisce un buon substrato per i diversi processi di trattamento superficiale, dei quali le matrici con motivi decorativi sono fra i più facili ed efficaci da usare.
Con le matrici si possono ottenere: la realizzazione tridimensionale del logo della società, la visualizzazione di fotografie nel calcestruzzo o l’integrazione di un modello societario dell’edificio stesso.


Nel catalogo della ditta  Rueredil sono riportati esempi di realizzazioni con le matrici decorative NoePlast.
Essi mostrano quanto facilmente si possano realizzare con il sistema NoePlast.
A richiesta, le matrici decorative possono essere fornite pre installate e pronte all’uso su pannelli in legno.

Il calcestruzzo per il progettista

Le matrici decorative sono lastre sagomate di poliuretano morbido simile alla gomma, altamente flessibili.
Collocate nelle casseforme modellano e sagomano la superficie del calcestruzzo, conferendogli il disegno estetico prescelto.
Una trama di tessuto non tessuto a base di fibra di vetro, unica nel suo genere, gli conferisce maggiore resistenza e stabilità.
Sono adatte sia per getti in opera che nel prefabbricato.
È possibile riutilizzarle fino a 100 volte, secondo le condizioni e il modo di utilizzo indicati.
NoePlast è riciclabile, resistente agli UV e stabile nelle dimensioni.
Sono stati creati più di 100 modelli per venire incontro alla fantasia progettuale, in maniera da conferire all’edificio un proprio tocco personale.

Con questo sistema si rende possibile agli edifici in calcestruzzo di adattarsi armoniosamente con l’ambiente circostante.
La scelta delle matrici spazia tra vari motivi: Motivi Legno, Motivi Blocchi e Mattoni, Motivi Pietra, Motivi Bocciardato/Bugnato, Motivi Effetto Rotto, Motivi Artistici, Motivi Rigati, Motivi Ornamentali, Motivi Antisdrucciolo (con certificazione antiscivolo secondo DIN 51130:2014-02), Motivi Numerici e NoePlast Liquido.

Matrici con effetto foto

Fotografie nel calcestruzzo
N.P. è anche adatta al processo della decorazione fotografica.
Questa è una forma speciale di decorazione personalizzata.
La superficie del calcestruzzo sembra mostrare una fotografia proiettata.

In effetti, si tratta di uno speciale rilievo che crea un’immagine soltanto attraverso gli effetti di luce ed ombra.
L’immagine ha più o meno contrasto, secondo l’angolo di visuale e la direzione d’incidenza della luce su di essa.
Come si ottiene una decorazione fotografica? Il cliente fornisce una fotografia o una diapositiva, vecchia o contemporanea, o manda un file digitale dell’immagine preferibilmente in formato jpg, .bmp o .tif.

L’immagine deve avere dimensioni di almeno 130 x 180 mm.
La risoluzione – secondo la dimensione dell’immagine – deve essere di almeno 360 dpi e fino ad un massimo di 720 dpi.
NoePlast converte le immagini a colori in un’adeguata scala monocromatica di grigio.
Da questa, un programma di computer genera un file contenente le informazioni richieste per istruire una macchina a controllo numerico che produce un modello 1 : 1 del rilievo dal quale viene colata la decorazione fotografica.
La dimensione di una singola matrice decorativa fotografica può arrivare fino a 6000 x 2300 mm.
Motivi di maggiori dimensioni vengono messi insieme da più matrici decorative singole.
Il passaggio tra ciascuna matrice crea un reticolo visibile di giunture.

Scelta delle matrici

Le immagini rappresentano il motivo decorativo della rispettiva matrice.
Si raccomanda di verificare la direzione del motivo estetico, piccole variazioni nei motivi decorativi si possono verificare in caso di consegne successive a distanza di tempo.
Per evitare effetti non desiderati, il progettista deve accertarsi che il motivo decorativo corra sempre nella stessa direzione.
Prima di procedere ad applicazioni dei motivi decorativi in zone con climi estremi bisogna consultare i tecnici della Ruredil .
A partire da una misura minima di 1 mq, ogni motivo decorativo può essere consegnato in qualunque formato fino a quello massimo.


Quando si lavora applicando le matrici NoePlast con motivo decorativo si devono osservare le istruzioni indicative adeguate al loro uso.
A causa del costante lavoro di sviluppo e del rinnovamento delle sagome usurate, la società costruttrice si riserva il diritto di apportare modifiche tecniche al motivo, alle dimensioni e alla realizzazione.
Dati tecnici di base
Tolleranza dimensionale
Dimensione A / Dimensione B % ± 1,00
Tolleranza dimensionale
Spessore della matrice mm ± 2,00
Durezza Shore A 65 – 70
Resistenza alla temperatura °C + 80,00
Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo.

Consultate l’elenco “Categorie” a destra, dove troverete dettagliati tutti i lavori per la costruzione e manutenzione di un edificio

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.