Cura dei gradini dei nostri giardini

Cura dei gradini dei nostri giardini.
Sistemare l’area del nostro giardino è doveroso, anche se è piccolo, ma deve presentarsi curato e piacevole per noi e per chi lo osserva: una parte importante dei nostri giardini è rappresentata dai movimenti del terreno, dagli sbalzi e di conseguenza dai gradini che si devono realizzare per superare i medesimi.

In questo articolo tratteremo quindi questo argomento nei suoi vari aspetti

Trattamento degli scalini scivolosi

La muffa e il verde scivoloso crescono nelle aree umide, specialmente sotto gli alberi.

Se si lasciano prosperare, i gradini diventano pericolosamente scivolosi.

Per eliminarli si spazzolano con la soluzione formata da una  parte di ammoniaca per uso domestico e 4 parti di acqua.

Dopo 48 ore si lava con acqua pulita e se la crescita prosegue si ripete il trattamento.

Si possono usare anche speciali soluzioni funghicide, ma si seguano alla lettera le istruzioni allegate alla confezione.

Riparazione dei gradini in calcestruzzo

II getto di nuovi gradini in calcestruzzo richiede casseforme molto complesse: il risultato finale difficilmente ne giustifica la messa in opera, specialmente quando gradini ancora più belli si possono costruire con lastre e blocchi in calcestruzzo.

Ciò nonostante quando in giardino esistono rampe di scale in calcestruzzo si devono tenere in buone condizioni.

II calcestruzzo, infatti, si squama quando il gelo stacca dalla superficie frammenti di materiale.

L’inconveniente si verifica lungo il bordo anteriore delle pedate.

I bordi rotti devono essere riparati il più presto possibile: sono antiestetici e pericolosi per cadute.

Ricostruzione dei bordi rotti

Dopo aver messo gli occhiali protettivi si scalpella il calcestruzzo intorno all’area danneggiata per favorire la presa del calcestruzzo fresco.

Si taglia una tavola dell’altezza dell’alzata e la si puntella contro il gradino usando dei mattoni (I).

1  

Si confeziona il calcestruzzo per usostandard, ma s isuggerisce di aggiungere un poco di primer aggrappante per fare aderire al gradino danneggiato.

Si diluisce in acqua poco legante (3 parti di acqua e 1 di legante) e lo si applica a pennello all’area danneggiata, facendolo penetrare nelle fenditure.

Quando la superficie diventa appiccicosa si riempie la cavità con il calcestruzzo a raso del bordo superiore della tavola (2)

Si curva leggermente il bordo anteriore con il frattazzo per spigoli passando l’attrezzo contro la tavola (3)

Costruzione dei gradini curvi

Per costruire una serie di gradini curvi si scelgono i materiali che rendano più facile il lavoro.

Si possono usare le lastre rastremate per le pedate, progettando la circonferenza dei gradino sulla base delle proporzioni delle lastre.

Se si costruiscono le pedate con pavimentazione irregolare si devono scegliere per il bordo anteriore pietre decisamente grandi.

Le alzate si costruiscono con mattoni di taglio, posati in modo da irraggiarsi dal centro della curva, poi si riempiono i giunti leggermente rastremati con la malta.

La curva dei gradini si traccia sul terreno con un compasso improvvisato formato da una fune e da un picchetto piantato nel suolo.

3  

Per riportare il bordo anteriore dei gradini più bassi si lega alla fune un listello.

Si sagoma grossolanamente il terreno e si getta il calcestruzzo per le fondazioni dell’alzata inferiore.

Si costruiscono alzate e pedate come nelle lastre a gradoni, usando il compasso improvvisato come guida.

I pianerottoli circolari

4  

I pianerottoli circolari si realizzano costruendo il bordo anteriore con mattoni o lastre di pavimentazione.

Quando la malta ha fatto presa si riempie I’area con macerie compattate e si posa la ghiaia sino al livello della pedata.

I gradini di tronchi

Nei giardini si possono realizzare i gradini con legname grezzo immerso in un preservante chimico (Reperibile presso ogni negozio di vernici).

Si costruiscono le alzate con altezza il più uniforme possibile.

Poichè non è sempre possibile ottenere tronchi della stessa misura, si devono realizzare le alzate con due o più tronchi sottili.

Cura dei gradini nei nostri giardini 1  

Si sagoma il pendio con inclinazione costante e si compatta il terreno calpestandolo.

Alle estremità dei gradini si piantano nel suolo dei picchetti formati da tronchi di 7,5 cm di diametro.

5  

Si posa un tronco pesante dietro i picchetti, affondandolo nel suolo. 

6  

Dietro si riempie con macerie costruendo la pedata.

7  

Si finisce il gradino stendendo uno strato di ghiaia sulle macerie.

8  

Quando i tronchi grandi sono in numero limitato si costruiscono le alzate con due o tre tronchi sottili, tenendoli contro i picchetti con delle macerie.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA  
 

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.