Come eseguire una corretta manutenzione del nostro prato

Come eseguire una corretta manutenzione del nostro prato.

Una manutenzione efficace, solo qualche mese all’anno, permette di avere un prato sano e al massimo del suo splendore.

E’ stato già spiegato, con parole e illustrazioni, come procedere a piantumare correttemente un prato nel terreno intorno alla nostra casa, adesso, in questo nuovo articolo, vedremo come eseguire le semplici operazioni necessarie per effettuare la corretta manutenzione annuale del nostro prato.

Il tosaerba

1 Il tosaerba 1 1

Per prima cosa è indispensabile procurarsi un tosaerba; il più adatto alla superficie del prato da curare.

L’affilatura

2 L'affilatura 1 1

Controllare l’affilatura delle lame: i fili d’erba devono essere tagliati in modo netto e non spezzati in frammenti.

La regolazione dell’altezza

3 Regolare l'altezza 1 1

Regolare l’altezza del taglio: in caso di erba alta, passare una volta il tosaerba con l’altezza di taglio massima per evitare che si inceppi.

Poi ripassare abbassando l’altezza del taglio.

Il taglio

4 Il taglio 1 1

Passare il tosaerba avanti e indietro procedendo per fasce parallele.

Evitare di lavorare quando l’erba è umida o bagnata di rugiada.

Occorre tenere presente che da aprile a giugno, nel periodo di ripresa vegetativa più attivo, il prato andrebbe tagliato in media una volta alla settimana.

L’erba recisa

5 L'erba recisa 1 1

Raccogliere in una cesta l’erba tagliata e unirla ad altri scarti vegetali per integrare il compost.

In alternativa, tagliare il prato molto regolarmente e a un’altezza minima.

In questo modo, sarà possibile lasciare sul prato gli scarti d’erba finemente sminuzzati, senza doverli raccogliere: potranno servire da concime naturale.

Piccole superfici

7 Come eseguire una corretta manutenzione del nostro prato p   

Utilizzare un semplice tubo per innaffiare le piccole superfici: farlo preferibilmente la sera, per evitare che parte dell’acqua evapori prima di penetrare nel terreno.

Superfici più estese

8 Superfici più estese 1 1

Utilizzare un irrigatore per coprire superfici più estese: è possibile anche abbinarlo a un programmatore per l’irrigazione automatica.

Irrigazione interrata

9 Irrigazione interrata 1 1

Un sistema di irrigazione da interrare rappresenta la soluzione più efficace per ampie superfici.

Gli irrigatori verranno distribuiti su tutta la superficie del prato e anche in questo caso sarà possibile programmarne l’attivazione.

Il rullo

10 La rullatura 1 1

Passare un rullo alla fine della stagione invernale, per ricompattare il terreno deformato a causa delle gelate.

Fori ravvicinati

11 Fori ravvicinati 1 1

Perforare il suolo, per permettere alle radici di respirare e all’acqua di penetrare.

Utilizzare una forca a vanga su piccole superfici, un arieggiatore su superfici più ampie.

Protezione

12 La protezione 1 1

Si consiglia di indossare sempre dei guanti di protezione per evitare che la pelle venga a contatto con il concime.

I concimi

13 I concimi 11

Utilizzare da aprile a giugno un concime azotato, a lento rilascio, come integratore per migliorare la crescita del prato durante la stagione di ripresa vegetativa.

Sospendere il trattamento a partire dall’autunno: cospargere il prato di un concime di tipo azoto-fosfo-potassico.

Il diserbante

14 Il Diserbante 1 1

Utilizzare un diserbante selettivo per eliminare le piante infestanti, senza rischi per il prato.

Raccolta delle foglie

15 Raccolta delle foglie 1 1

Rastrellare per eliminare le foglie morte: si devono lasciare a lungo sul prato, in quanto facilitano lo sviluppo dei muschi.

Tutti i materiali e attrezzi sopra descritti sono reperibili presso grandi magazzini Leroy Merlin e similari.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA  MESSA IN PRATCA e su altro ancora

di Amedeu

2 commenti

  1. In Villaggio Turistico il verde di proprietà per regolamento non può essere recintato per permettere il taglio dell’erba a cura condominiale e non singola.
    Vi sono responsabilità in caso di incidenti a terzi che succedano all’interno della mia proprietà? Posso recintarla anche se il regolamento condominiale lo vieta, o quantomeno mettere cartelli che segnalino la proprietà privata e il divieto di accesso?
    Grazie per la cortese risposta

    • Per Paolo.
      Devi leggere accuratamente il Regolamento condominiale, in quanto reputiamo che sia pur giusto non fare recintare le aree private, per uniformare, magari, l’estetica di un complesso condominiale.
      Tale fatto non toglie però ai proprietari la responsabilità della tenuta dell’area verde, tagliando l’erba, sistemando le piante e togliendo qualsiasi pericolo per la privata e pubblica incolumità.
      Inoltre, se tale area è privata, riteniamo che tu possa usufruirne usandola a tuo piacimento e facendoci giocare i tuoi figli.
      Se non puoi mettere in opera una recinzione sia pur bassa, potrai però applicare in dei cartelli di segnalazione che detta area è privata.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.