Direzione Lavori: Comunicazione di fine lavori e dichiarazione di conformità

Il Direttore dei lavori di un cantiere edile ha molte responsabilità e compiti, fra i quali, non ultimi, la comunicazione della fine dei lavori al Comune e la dichiarazione di conformità delle opere, con i relativi allegati.

Nel presente articolo vi mostriamo i moduli relativi a tali operazioni, completi nelle loro parti essenziali e con indicazione delle leggi di riferimento.

 COMUNICAZIONE DI FINE LAVORI

 PER OPERE SOGGETTE AL COMBINATO DISPOSTO DEGLI ARTT. 3, 6 c.1, 8 c.2 del D.LGS 192/05 e s.m.i.
             
Al Signor Sindaco del Comune di ___________________
La/Il/I sottoscritt_ ____________________________________in qualità di Direttore Lavori
nat_ a ___________________ il _______________ e resident_ a ____________________
in via ______________________________ n. ______ codice fiscale __________________
tel ____________ iscritto all’ordine _________________________ al n. ____________
La/Il/I sottoscritt_ __________________________________________________________
nat_ a _____________________ il __________ e resident_ a _______________________
in via _______________________________________________ n. __________________
codice fiscale ___________________________________ tel ____________________
 
in qualità di legale rappresentante della ditta (in caso di persona giuridica)
_________________________________________________________________________
con sede in _________________________ in via ______________________ n. ________
codice fiscale/partita I.V.A. ______________________ tel/ fax ____________________
titolare/i della:
permesso di costruire n. _________________ del __________  n. _________________
D.I.A. n. pratica __________presentata in data _________
per i lavori di ______________________________________________________________
________________________________________________________________________
________________________________________________________________________
Ubicazione catastale intervento: Foglio ___ mappale ___________ sub. _______________
Foglio ___ mappale ___________ sub. ______________
 
D I C H I A R A
 
di aver ultimato in data ____________________________:
 *   Tutti i lavori;
 *   I seguenti lavori (in caso di agibilità parziale, specificare lavori da rendere agibili):
_________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________
Data, lì _________________
                         Il/I Committente/i                                                                                      Il Direttore Lavori

 

Alla presente si allega la DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DELLE OPERE e l’ATTESTAZIONE DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA così come disposto dall’art. 8 c. 2 del D.Lgs. 192/05 e s.m.i. nonche’ l’ATTESTAZIONE DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA prevista dall’art. 6 del D.lgs 192/05 e s.m.i..

 
___________________________________

 

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA’ DELLE OPERE

 
(ai sensi dell’art. 8 c. 2 del D.Lgs. 192/05 e s.m.i. relativamente agli edifici
ricompresi nell’art. 3 del medesimo decreto legislativo)
Il sottoscritto ______________________________________________________iscritto
all’albo/ordine ___________________________ della Provincia di ____________________
con posizione n° ____________ con studio  in _______________________________
in via _____________________________________ n° ______ C.F. __________________
in qualità di Direttore dei Lavori di quanto inerente e relativo a:
permesso di costruire n. _____________ del __________D.I.A. n. pratica __________
presentata in data _________
per i lavori di: ______________________________________________________________________________________________________________________________________________________
 
_________________________________________________________________________
Ubicazione catastale intervento: Foglio ___ mappale ___________ sub. ______________ .
Foglio ___ mappale ___________ sub. ______________ .
 
ASSEVERA
 
la conformità delle opere realizzate rispetto al progetto (e alle sue eventuali varianti) ed alla relazione tecnica redatti secondo quanto previsto dall’art. 28, comma 1 della Legge 9 gennaio 1991, n. 10.
 
                                                                                              Il Direttore Lavori
Data, li__________
 
 
ALLEGATI:
Ai sensi dell’art. 8 delle “Linee guida nazionali per la certificazione energeticadegli edifici”, dovranno essere presentati:
 
1) ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA
(ai sensi dell’art. 8 c. 2 del D.Lgs. 192/05 e s.m.i. relativamente agli edificiricompresi nell’art. 3 del medesimo decreto legislativo)
2) ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA
(ai sensi dell’art. 6 c. 1 del D.Lgs. 192/05 e s.m.i. relativamente agli edifici
ricompresi nell’art. 3 del medesimo decreto legislativo)
 
(da compilare a cura del tecnico e allegare alla comunicazione di fine lavori).

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

19 commenti

  1. GENTILE AMEDEU HO SCRITTO IN UNA SOTTO AI VARI COMMENTI PARTE CHIEDENDO IN MERITO AD UNA EVENTUALE SPOSTAMENTO DI UN RUDERE IN UN’ ALTRA PARTICELLA DELLA MEDESIMA PROPRITA ECC MA ORA NON RICORDO DOVE STA PER VEDERE LA RISPOSTA CM DEVO FARE? RICORDA LEI DOVE MI HA RISPOSTO? O DEVO RIFORMULARE IL QUESITO?? GRAZIE MILLE

  2. Per Daf.
    cerca sotto questo articolo: http://www.coffeenews.it/ammessa-la-demolizione-e-ricostruzione-di-un-edificio-ma-con-la-stessa-sagoma#comment-18564
    P.S.
    La prossima domanda puoi farla anche a lettere minuscole; di solito le maiuscole si usano a capo di ogni frase.
    Grazie.
    Amedeu e c.

  3. cosa comporta aver costruito una piccola parte del tetto più alto, rispetto a quello approvato al comune?

  4. Per Maria.
    Cosa intendi: con maggiore pendenza, oppure il fabbricato è più alto ? (misura dell’altezza da piano marciapiedi al sotto gronda).
    Nel primo caso, a meno che tu no abbia trasformato una pendenza del 30/33% normale in una del 40/50% visibile ad occhio nudo, non dovresti avere particolari noie.
    Nel secondo caso, puoi mantenere la maggiore altezza, solo se rientra nel 2% dell’altezza totale (tolleranza ammessa per legge).
    Amedeu e c.

  5. Buongiorno Amedeu,
    Volevo chiederle su come potrei sapere se il DL ha effettuato la chiusura lavori, lui mi dice che lo ha fatto ma io non ho nessun documento, magari poi me lo rilascia. Andando al Comune posso chiedere questa informazione?
    Grazie…Tony

  6. Per Anonimo.
    Se vuoi una risposta, per correttezza, riformula la domanda ed inserisci la tua email.
    Amedeu e c.

  7. Buongiorno Amedeu
    volevo chiederti se è possibile fare una integrazione alla CILA già presentata, dovendo però realizzare un’impianto di aspirazione (bar-tavola calda) che ovviamente ha una parte di canna fumaria esterna, oppure devo fare una SCIA?

  8. Egr Sig. Amedeu, cinque anni fa un mio conoscente geometra ha depositato la fine lavori di una dia precedentemente depositata per una ristrutturazione di un appartamento. Negli scorsi giorni il nuovo acquirente gli contesta che lo stato di fatto è diverso, non conforme, alla dia e gli chiede i danni per diminuzione del valore dell’appartamento e risarcimento danni. Il mio conoscente dice che quando ha fatto la fine lavori lo stato di fatto era conforme alle planimetrie allegate alla Dia. Esiste secondo lei un modo per dimostrare che è come dice il mio amico considerato che il presunto danneggiato potrebbe proprio lui aver fatto le modifiche successivamente all’acquisto? Grazie anticipatamente

    • Per Luca.
      Si tratta di due versioni contrapposte, delle quali la prima, quella del geometra è suffragata dalla dichiarazione firmate di fine lavori e dalla presentazione delle planimetrie catastali.
      Quindi la parola ed i documenti del geometra, contro la parola (E non sappiamo quali altri documenti abbia) del nuovo acquirente.
      Se il nuovo acquirente non ha prove cartacee che dimostrino che i lavori erano difformi dalla DIA approvata, pensiamo che non possa predendere alcunchè.
      Il problema, a nostro avviso, diventa l’atteggiamento, che assume, nella questione, il venditore (Ci hai parlato di un nuovo acquirente), il quale può avere l’interesse di dimostrare il contrario, e potrebbe (supponiamo) avere delle prove a conferma di quanto sostiene l’acquirente.
      Probabilmente vi servirà un legale al quale portare tutti gli atti che avete.
      Amedeu e c.

  9. Genitle Amedeu,
    sono in procinto di fare un atto di compravendita per un alloggio. Premetto che l’attuale proprietario è anche titolare di impresa edile, sto proprio comprando casa sua. Nel compromesso abbiamo inserito che il venidtore si sarebbe impegnato a svolgere un lavoro (l’alloggio è mansardato, deve fare un balconcino) a condizione che avesse avuto i permessi da parte del comune. Il venditore ha eseguito il lavoro prima dell’atto in totale autonomia, io avrei anche aspettato l’atto. la domanda è questa: 1. come faccio io a sapere che lui ha ottenuto l’autorizzazione dal comune e quindi che poteva fare quel lavoro. 2. ora la casa sarà da riaccatastare, l’onere è per legge a carico suo?
    insomma non vorrei fare un atto e poi ritrovarmi un balcone abusivo o simili.
    cordiali saluti

  10. Salve amedeu
    a seguito della lettura di una COMUNICAZIONE DI FINE LAVORI sul vostro sito ho potuto visionare la possibilità di una chiusura parziale dei lavori e la successiva agibilità per la sole opere ultimate. Mi potrebbe dare i riferimenti normativi oppure l’interpretazione della norma che prevede la possibilità di concludere parzialmente i lavoro e richiede l’agibilità di quella sola porzione.

    le riporto di seguito la comunicazione presa dal vostro sito.
    COMUNICAZIONE DI FINE LAVORI
    PER OPERE SOGGETTE AL COMBINATO DISPOSTO DEGLI ARTT. 3, 6 c.1, 8 c.2 del D.LGS 192/05 e s.m.i.

    Al Signor Sindaco del Comune di ___________________
    La/Il/I sottoscritt_ ____________________________________in qualità di Direttore Lavori
    nat_ a ___________________ il _______________ e resident_ a ____________________
    in via ______________________________ n. ______ codice fiscale __________________
    tel ____________ iscritto all’ordine _________________________ al n. ____________
    La/Il/I sottoscritt_ __________________________________________________________
    nat_ a _____________________ il __________ e resident_ a _______________________
    in via _______________________________________________ n. __________________
    codice fiscale ___________________________________ tel ____________________

    in qualità di legale rappresentante della ditta (in caso di persona giuridica)
    _________________________________________________________________________
    con sede in _________________________ in via ______________________ n. ________
    codice fiscale/partita I.V.A. ______________________ tel/ fax ____________________
    titolare/i della:
    permesso di costruire n. _________________ del __________ n. _________________
    D.I.A. n. pratica __________presentata in data _________
    per i lavori di ______________________________________________________________
    ________________________________________________________________________
    ________________________________________________________________________
    Ubicazione catastale intervento: Foglio ___ mappale ___________ sub. _______________
    Foglio ___ mappale ___________ sub. ______________

    D I C H I A R A

    di aver ultimato in data ____________________________:
    * Tutti i lavori;
    * I seguenti lavori (in caso di agibilità parziale, specificare lavori da rendere agibili):
    _________________________________________________________________________
    _________________________________________________________________________
    Data, lì _________________
    Il/I Committente/i Il Direttore Lavori

    • Per Francesca.
      L’agibilità parziale degli immobili che doveva essere inclusa nel Decreto sviluppo bis 179 del 18 ottobre 2012, a modifica dell’art 24 del DPR 380 del 6 giugno 2001, è stata, poi, fatta propria da molti Comuni, quali per esempio quello milanese, di cui alla circolare a questo Link http://www.sportello-settimomilanese.mi.it/dmdocuments/CircolareAgibilParz.pdf.
      Comunque, a parte ciò, molti comuni rilasciano l’agibilità parziale, specie se trattasi di palazzine a schiera suddivise verticalmente.
      Amedeu e c.

  11. Sera assodato che i lavori che ho fatto di cappotto ecc sono
    di manutenz straordin domanda il mio tecnico deve comunicare
    il fine lavori al comune ? e dichiarazion conformità delle opere
    più relativo attestato di qualific e certificat energetico?
    E magari anche un contratto con garanzia x es 10 anni
    sulle opere eseguite a me?

  12. Finiti i lavori i edili, soggetti a S.C.I.A., dopo entro quanto tempo deve essere fatta al comune la relativa
    comunicazione ? e un eventuale ritardo comporta delle conseguenze ?

    • Per Mario.
      I lavori possono avere inizio dalla data di efficacia della SCIA, salvo diversa comunicazione dell’interessato (SCIA con inizio lavori differito), e comunque devono iniziare entro e non oltre un anno da tale data.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.