Due malte naturali traspiranti da intonacatura e risanamento

Abbiamo ampiamente parlato dei problemi legati all’umidità ed agli inconvenienti che la stessa procura nelle nostre case, quali l’ammaloramento degli intonaci, la muffa, l’efflorescenza e la condensa in generale: naturalmente la ricerca da parte delle case produttrici di prodotti cementizi e similari è andata avanti, ed oggi è possibile trovare dei preparati per immobili storici, ma anche solamente vecchi, con i quali combattere le problematiche legate all’umidità;  sono stati creati dei prodotti mirati a tale scopo e da applicarsi secondo una successione stabilita, in base alla composizione dei medesimi; una novità sono le due malte naturali traspiranti da intonacatura e risanamento delle quali adesso parleremo

È il caso del Biocalce Tasciugo prima e seconda mano, realizzata dalla Kerakoll, e che rappresenta il ciclo naturale di intonacatura asciuga muro in due mani, realizzato con una prima mano di intonacatura e con una seconda mano di risanamento, e che è idonea per murature in elevazione umide e saline in laterizio, mattone, tufo, pietra e miste.

Due malte naturali traspiranti

Un duplice prodotto, specifico per gli interventi di prosciugamento delle zoccolature interne ed esterne soggette a: macchie, rigonfiamenti, erosioni e distacchi, causati dall’azione disgregante delle concentrazioni saline dovute a umidità di risalita capillare.

Utilità 

Con Biocalce Tasciugo 1^ mano si otterrà l’aspirazione rapida dell’acqua con un intonaco ad altissima porosità, igroscopicità, traspirabilità ad alto assorbimento capillare d’acqua per murature interne ed esterne soggette a elevata umidità e risalita capillare.

La seconda mano è, invece, specifica per l’evaporare rapida dell’umidità contenuta nelle murature;  viene applicata successivamente al Biocalce Tasciugo 1^ mano.

Specifico negli interventi di prosciugamento delle zoccolature interne ed esterne soggette a macchie, rigonfiamenti, erosioni e distacchi causati dall’azione disgregante delle concentrazioni saline dovute all’umidità di risalita capillare

Si deve applicare sempre Biocalce  Tasciugo  1^ mano al fine di trasferire l’umidita contenuta nel muro all’intonaco Biocalce Tasciugo  2^ mano.

Occorre procedere all’esterno, alla base dell’intonaco, con un distacco dai  pavimenti, camminamenti  o superfici orizzontali, in genere soggetti ad acqua di calpestio o a ristagni d’acqua temporanei.

Non utilizzare

Su supporti sporchi, polverulenti, su vecchie pitture o rasature.

Asportare dalle superfici le incrostazioni saline.

Preparazione dei supporti

– Stonacare completamente i muri o le zoccolature da risanare per un’altezza superiore a 50 cm dalla traccia dell’evidente umidità.

– Asportare le malte di allettamento e i blocchi in pietra o mattone sgretolati o inconsistenti a causa di concentrazioni saline.

 – Eseguire la pulizia delle superfici con idrosabbiatura o sabbiatura e successivo idrolavaggio a pressione per rimuovere completamente residui di precedenti lavorazioni (vecchie rasature, concentrazioni saline, ecc.) che possano pregiudicare l’adesione.

Biocalce Tasciugo 1^ e 2^ mano sono particolarmente adatti per realizzare intonaci in Edilizia  grazie agli ingredienti che compongono entrambi i due prodotti e che garantiscono il rispetto dei parametri quali l’ igroscopicità, la porosità e la traspirabilità

Sono idonei per effettuare risanamenti naturali traspiranti nel Restauro Storico, dove la scelta di ingredienti tradizionali quali  la calce naturale,  la pozzolana amorfa naturale, la pietra, il marmo e il granito sono adeguatamente dosati, al fine di garantire  interventi conservativi nel rispetto delle strutture esistenti e dei materiali originari.

Biocalce Tasciugo 1a Mano assicura una disidratazione continua del muro e attiva il processo di asciugamento per vaporizzazione e la cristallizzazione progressiva dei Sali nel muro; idoneo anche dove sia necessaria l’aspirazione intensiva di acqua in presenza di forti concentrazioni di umidità di risalita

Biocalce Tasciugo  2a Mano trasforma l’umidità estratta in vapore che viene disperso nell’ambiente esterno assicurando l’asciugamento in profondità per disidratazione completa della muratura.

Risolvono problemi di condensa e muffe sui muri umidi e migliorano la qualità dell’aria

Precauzioni

Non utilizzare su supporti sporchi, polverulenti, vecchie pitture o rasature.

Asportare dalle superfici le incrostazioni saline.

Preparazione dei supporti

Stonacare completamente i muri o le zoccolature da risanare per un’altezza superiore a 50 cm dalla traccia dell’evidente umidità.

Asportare le malte di allettamento e i blocchi in pietra o mattone sgretolati o inconsistenti a causa di concentrazioni saline.

Eseguire la pulizia delle superfici con idrosabbiatura o sabbiatura e successivo idrolavaggio a pressione, per rimuovere completamente i residui di precedenti lavorazioni (vecchie rasature, concrezioni saline, ecc.) che possano pregiudicare l’adesione.

Biocalce Tasciugo 1^ Mano

– asciuga il muro per adescamento rapido dell’acqua perchè ha capacità di assorbimento capillare superiore alle murature

– disidrata rapidamente il muro per insufficiente rifornimento capillare delle murature

– asciuga il muro in profondità e cristallizza i sali all’interno delle murature

– assicura alte resistenze meccaniche e garantisce adesione su tutti i tipi di supporti murari

– non richiede rinzaffi di preparazione dei supporti

Scheda tecnica

Scheda tecnica prima mano  1   

Biocalce Tasciugo 2^ Mano

– asciuga il muro in profondità,

– trasforma velocemente l’acqua estratta in vapore e disidrata completamente il muro

– neutralizza i Sali mantenendoli in soluzione

– non viene intasato da cristallizzazioni saline e garantisce completa efficienza

– asciuga il muro nel tempo

– assicura case e ambienti sani ad alto comfort abitativo

Scheda tecnica

Scheda tecnica seconda mano 1   

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA 

 

di Amedeu

8 commenti

  1. Se biocalce tasciugo 1e 2 vengono applicati su muri interni umidi non a causa di infiltrazioni dal terreno ma per altri motivi, ( cattiva coibentazione, infiltrazione di acque meteoriche ecc.) il vapore che fuoriesce dal muro trattato con il sistema in parola dove va, rimane in casa? come si espelle? Vi ringrazio se poteste rispondere a questo mio dubbio.

    • Per Gabriele.
      Se il prodotto viene usato in una muratura soggetta a umidità di risalita dal terreno, è logico che essendo traspirante, tale umido pur non vedendolo sull’intonaco, si disperderà attraverso la traspirazione ed una parte anche nell’ambiente interno, che di conseguenza va areato nelle ore più calde della giornata.
      Lo stesso vale per l’infiltrazione di acque meteoriche, per le quali, però, i sistemi di eliminarne l’origine non sono complessi e costosi come per l’umidità di risalita.
      http://www.coffeenews.it/tag/umidita-di-risalita
      Amedeu e c.

  2. Buonasera devo iniziare dei lavori di bonifica pareti interne per problemi di muffe,mi è stato consigliato il kerakool biocalce trasciugo avendo un ragazzino per casa quali sono le precauzoni da prendere .il locale va lasciato chiuso per un po di tempo oppure il trattamento non da problemi alla persona.GRAZIE

  3. Salve, sto ristrutturando due appartamenti, sono entrambi delle case terrane e quindi soggette a umidità di risalita. Abbiamo già provveduto ad intonacare due pareti con intonaco tradizionale rimasto grezzo, quindi nessuna rasatura per la pittura. Sono comparse dopo una paio di settimane macchie con colori difformi e al tatto l’intonaco pare umido in alcuni punti, anche se non è rovinato. Desideravo sapere se potevo usare sopra questo intonaco l’intonaco tasciugo, 1ma mano e 2da mano, oppure, visto che già l’intonaco presente è traspirante potevo fare solo uno strato di tasciugo 2da mano da 1 cm e ottenere lo stesso risultato? Oppure sono costretto, se volessi usarli a togliere l’intonaco nuovo? Grazie per la risposta.

  4. Salve a Tutti,

    dovrei effettuare dei lavori per il risanamento da risalita ma vorrei effettuarli in autonomia, sapete dirmi dove potrei trovare le indicazioni tecniche per posare il kerakoll asciugo 1° mano e 2° mano in termini di spessore intendo… inoltre se effettuassi l’intervento mirato nelle zone dove si è verificato il problema, magari allargando la rimozione dell’intonaco per un raggio di 20 – 30 cm dal problema, avrei comunque problemi in futuro?

    Grazie in anticipo.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.