Installazione faretti da incasso in soffitti di cartongesso seguendo la vigente normativa che impone particolari regole di sicurezza

Installazione faretti da incasso in soffitti di cartongesso seguendo la vigente normativa che impone particolari regole di sicurezza.

I faretti ad incasso sono la soluzione ideale in presenza di controsoffitti, specie di cartongesso: illuminano; mettono in risalto i dettagli e conferiscono eleganza a ogni ambiente.

1   

Proseguiamo osservando dalle immagini e apprendendo dalla descrizione le operazioni da effettuare per eseguire un lavoro a regola d’arte.

Materiali necessari

 Faretti ad incasso, trasformatore elettronico, nastro isolante,  cavi elettrici

Attrezzi necessari

Flessometro Matita, trapano, sega a tazza, cutter, rilevatore digitale di metalli, pinza spelafili, pinza universale, giravite isolato, filo di ferro.

Definizione dell’impianto

Sicurezza

1-2

Togliere la corrente elettrica generale prima di qualsiasi intervento sull’impianto.

Verificare con un tester l’assenza di corrente, se è stato chiuso solo l’interruttore magnetotermico di zona.

Segnare l’impianto

La posizione

3

Con un rilevatore digitale di metalli cercare i profili del controsoffitto, per evitare di forare in corrispondenza della struttura di sostegno del cartongesso.

Segnare i punti di installazione dei faretti sul controsoffitto.

Illuminazione di quadri

4

Scegliere dei faretti orientabili, rilevare la distanza tra il centro del quadro e il bordo del muro e riportarla sul controsoffitto.

Illuminazione di un Bagno

5

La normativa impone particolari regole di sicurezza.

Per posare i faretti si deve tenere conto del volume di sicurezza, del grado di protezione IP e della classe del faretto.

Il volume del bagno, di regola, viene suddiviso in 4 parti. Nel volume 0 (in rosso) non è consentita alcuna illuminazione.

Selezionare in Volumi

Volume 1

6

Faretti con un grado di protezione minimo IP 24 e classe 3, posti ad un’altezza di 2,25 metri per garantire sicurezza in caso di schizzi d’acqua.

Volume 2

7

Faretti con un grado di protezione minimo IP 23 e classe 2

Volume 3

8

Tutti i tipi di faretto.

Il trasformatore dei faretti a bassa tensione incassati nei volumi 1 – 2 – 3 deve essere sempre collocato nel volume 3 o al di fuori di esso.

Eseguire i fori dei faretti

Adoperare la sega a tazza

9

Se abbiamo una sega a tazza della stessa misurare il diametro dei faretti ad incasso, appoggiare, poi, la punta sul segno e forare ben diritto.

Seghetto da cartongesso

10 11

In mancanza di una sega a tazza, segnare il contorno del taglio sul muro con una matita.

Fare un foro all’interno del tracciato per permettere il passaggio della lama e tagliare seguendo la linea di contorno.

Raccordare i faretti

installazione-faretti-da-incasso-in-soffitti-di-cartongesso-1

Se sono stati scelto faretti da 12 volt, collegare i conduttori di alimentazione al trasformatore: svitare il coperchio e raccordare i fili elettrici alla morsettiera

Collegare il cavo precablato alla morsettiera 12 volt con un giravite isolato.

Fai fare passare il cavo di foro in foro, aiutandosi con il filo di ferro: risulterà più semplice l’operazione

Raccordare le spine

Raccordare la spina del primo faretto al trasformatore e spingerla dentro il controsoffitto.

12

Installazione faretti

Installare il faretto nella sua sede con le molle verso l’alto.

Comprimere le molle per farle passare e spingere fino ad incastro avvenuto.

Se è stato scelto un faretto da 230 volt, ricordarsi che i fili elettrici devono essere già installati nel controsoffitto: basterà collegarli alla morsettiera.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA  MESSA IN PRATCA e su altro ancora 

 

 

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.