Plinto di fondazione per sperone di controspinta.

Abbiamo completato il primo muro di controspinta realizzato in blocchi casseri armati, a sostegno di un muro a retta che presentava delle lesione dovute alla spinta del terreno soprastante.

Adesso effettueremo il secondo ed ultimo muro di controspinta, sempre in blocchi casseri , ma con caratteristiche diverse, dovute sia ad  una minore sollecitazione di spinta del terrapieno, che alla impossibilità di creare un plinto con una base lunga come la precedente.

Sotto vediamo la pianta e la sezione (di massima, in quanto ci riserviamo di ripresentarle a plinto ultimato) del nuovo plinto

Il muro di controspinta sarà formato da due blocchi casseri accoppiati, delle misure di cm 50x25x20, armati convenientemente ed uniti fra di loro, sempre tramite collegamenti in acciaio tondo.

         CLICCARE SULLE IMMAGINI

Osserviamo in loco come realizzeremo detto muro.

Iniziamo dal plinto di fondazione, armato con staffe incrociate diametro da 10 mm

Nella immagine sottostante, la gabbia del plinto è stata adagiata nello scavo.

      CLICCARE SULL’IMMAGINE

Le misure del plinto di fondazione sono di mt 1,30×1,10×0,60 di profondità.

Non ci sarà bisogno di effettuare lavori difficoltosi di cassaforme lignee, e potremo "arrangiarci" con spezzoni di tavoloni e di tavole di armatura da cm 2,5.

Dato che detto plinto è prevalentemente interrato, per la parte che fuoriesce dal terreno  (Data la pendenza della strada si noterà esternamente solo un triangolo da o a 20 cm), sarà sufficiente bloccare dette tavole con dei blocchi casseri, in maniera che non si spostino durante il getto.

       CLICCARE SULLE IMMAGINI

Dovremo controllare con la livella abolla, la orizzontalità della gabbia di ferro, sia nel senso longitudinale che trasversale.

      CLICCARE SULL’IMMAGINE

Vediamo infine come si presenta il tutto, pronto al getto.

Abbiamo tralasciato la parte estetica, preferendo curare il puntellamento delle tavole di contenimento del plinto, in maniera che rimangano completamente bloccate durante il riempimento con il calcestruzzo.

Come si nota dall’immagine sottostante è un lavoro semplice, che può effettuare qualsiasi persona che ama il "fai da te".

     CLICCARE SULL’IMMAGINE

Da aggiungere, naturalmente, che occorre un tecnico professionista abilitato per il calcolo del tutto.

Vedere il seguito :/:

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

Un commento

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.