Collegare lavatrice e lavastoviglie allo scarico e alla rete idrica

Collegare lavatrice e lavastoviglie allo scarico e alla rete idrica.

Sono informazioni senza dubbio utili per molti nostri lettori, i quali probabilmente hanno la lavatrice e la lavastoviglie collegate ad un rubinetto dell’impianto idrico, ma che usano ancora scaricare le acque con il vecchio sistema del tubo di gomma piegato con curva semicircolare e agganciato al bordo di un lavello o di un lavabo.

Invece è doveroso effettuare il collegamento di questi due elettrodomestici correttamente, sia per quanto riguarda l’impianto idrico, sia per lo scarico fognario.

Per tale motivo cercheremo di dare le informazioni essenziali per eseguire detti allacci a regola d’arte

Schema di collegamento agli impianti

Lo schema di collegamento  sotto illustrato prevede che gli attacchi di carico e scarico dell’acqua siano già predisposti nella parte retrostante la lavatrice o la lavastoviglie.

Collegare lavatrice e lavastoviglie allo scarico e alla rete idrica 1   

In questo caso le uniche operazioni da effettuare sono quelle di allacciare il tubo di carico al rubinetto e quello di scarico al sifone.

II materiale che è necessario per effettuare tale operazione è il seguente:

1) Rubinetteria: esistono vari tipi di rubinetti per attacco della lavastoviglie o lavatrice, muniti anche di bocca d’erogazione, e  prolunghe speciali per attaccare il tubo ai gruppi vasca esterni e ai rubinetti con doppio attacco per lavatrice e lavastoviglie.

Serie di rubinetti 1   

2) Collegamento al carico d’acqua:

Un corretto allaccio idrico va effettuato a mezzo degli appositi tubi ad un rubinetto (Ci sono molti tipi di rubinetti e vi rimandiamo all’immagine soprastante) con avvitatura destrorsa e il seguente è il tipo standard.

Rubinetto idrico per lavatrice e lavastoviglie 1   

I tubi di carico sono normalmente in gomma e completi di attacchi maschio – femmina o femmina – femmina, del diametro di 3/4" o 1/2 “, diritti o curvi, nelle lunghezze di 1.5-2-2.5 e 3 metri.

Sono disponibili anche in acciaio inox flessibili e nelle lunghezze di 1.5 e 2.5 mt  oppure in acciaio inox estensibili nelle lunghezze da 0.75 a 1.5 mt.; da 1 a 2 mt. e da 1.5 a 2.5 mt

Rubinetti e tubi di collegamento 1   

3) Collegamento allo scarico d’acqua:

Il vecchio sistema, usato da sempre, prevede i tubi di scarico in materiale plastico flessibile e muniti di una curva di plastica rigida ad uncino che permette di agganciare I’estremità del tubo al bordo di un lavabo, bidet, vasca da bagno o wc: sono disponibili nelle lunghezze di 15-2-2,5 e 3 mt; nel caso che occorra, viene anche impiegato un tubo di plastica estensibile da 1 a 3 mt.

Tuno di scarico 1   

Un corretto allaccio fognario va, però, effettuato in maniera fissa e definitiva, a regola d’arte e a mezzo degli appositi sifoni, esistenti in commercio, e che possono installarsi sia sotto un lavello di cucina che sotto un lavabo del wc

La lavatrice e la lavastoviglie possono essere collegate anche a sifoni posizionati  a muro esterni per lavatrice e sifoni a muro incassati sempre per lavatrice.

Vari tipi di sifoni

I sifoni possono essere singoli (Come il primo sottostante), oppure ad una via o più vie, cioè hanno una o più diramazioni alle quali è possibile avvitarci il tubo di scarico di uno o più elettrodomestici.

  Sifone per solo 1 attacco 1   Sifone + 1 scarico 1   

Sifone salvaspazio 1     Sifone + 2 scalichi laterali 1   

Per creare I’attacco del tubo di scarico su di un sifone sottolavello esistente sono disponibili vari tipi di raccordi o fascette a stringere, in funzione del tipo di sifone esistente.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

9 commenti

  1. Per Antonio.
    Come avrai osservato nell’articolo dal quale ci scrivi, gli attacchi ai due elettrodomestici, avvengono prima del sifone del lavello o del lavabo.
    In detto sifone resta sempre acqua, per cui non dovrebbero esserci problematiche.
    Amedeu e c.

  2. Conviene sostituire ad una lavatrice la cinghia il termostato il pressostato ed la resistenza ( anche in autonomia) ? O conviene ricomprarla?

    • Per Gino.
      fai vedere la lavatrice da un addetto all’assistenza della tua zona.
      Può darsi che sia una macchina di valore e che sia possibile ripararla.
      Amedeu e c.

  3. se invece lo scarico della lavatrice venisse incanalato direttamente nell impianto sotto il pavimento è meglio collegarlo direttamente allo scarico del wc o alla cassetta di raccolta che poi si collega al tubo da 100 o 110 dello scarico wc?

    • Per Sandro.
      Allo scarico WC tramite apposita riduzione o, comunque, ad altro scarico.
      Non alla tubazione dello sciacquone della cassetta, che porta acqua pulita a scroscio e che con il tempo potrebbe occludersi.
      Amedeu e c.

  4. Buongiorno ,
    Vorrei collegare lavastoviglie e lavatrice sotto al sifone del lavello da quel che penso dovrei comprare un rubinetto doppio per carico dei due elettrodomestici,un sifone con doppio scarico giusto ?il mio dubbio e dovro allungare il tubo e lo scarico lavatrice di circa 2.5 m volevo farlo passare sotto lo zoccolo cucina devo seguire qualche accorgimento speciale è fattibile non vorrei sostituire la cucina …
    grazie Marco

    • Per Marco.
      Mt 2,50 sono parecchi e temiamo che il tubo di scarico, con il tempo possa occludersi.
      A nostro avviso sarebbe preferibile lasciare tale tubazione libera che passa sotto ai mobili del lavello e vicini.
      Discorso diverso è per l’adduzione dell’acqua, che puoi effettuare a tuo piacimento.
      Amedeu e c.

  5. Salve, ho sostituito la vecchia lavastoviglie con una nuova, ma purtroppo, dal primo lavaggio ( attenendomi a tutte le procedure della casa Bosch ) resta un odore poco piacevole dopo ogni lavaggio, ho provato a cambiare vari detergenti ma nulla, lo scarico non è collegato al sifone del lavandino ma ha una sua linea divisa, per 25 anni con l’altra lavastoviglie mai avuto di questi problemi, devo fare qualcosa di diverso ? certo di una V.S. risposta Vi saluto cordialmente. Massimo

    • Per massimo.
      Se tale inconveniente si è manifestato a seguito dell’acquisto della nuova lavastoviglie, ti conviene fare eseguire una verifica dal tecnico addetto alla manutenzione della stessa.
      Costui individuerà immediatamente la problematica legata al cattivo odore.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.