Finalmente i nuovi modelli unificati per presentare CIL e CILA

Finalmente i nuovi modelli unificati  per presentare CIL e CILA.

Facciamo seguito ad uno dei nostri articoli dedicati alla libera edilizia, ed al quale vi rimandiamo per opportuna conoscenza, comunicando che dalla data 15 febbraio 2015 sono entrati  finalmente in vigore i modelli unificati per la CIL (Comunicazione Inizio Lavori) e per la CILA (Comunicazione Inizio Lavori Asseverata)

Ricordiamo che in data 18 dicembre 2014 detti modelli erano stati approvati dalla Conferenza Unificata formata da: Governo, Regioni ed Enti Locali.

Governo e Stato Italiano

In tale data era stato conferita alle Regioni e quindi ai Comuni, la possibilità di effettuare modifiche ad una parte ben definita dei moduli, a condizione che dette modifiche dovessero essere inoltrate entro e non oltre i 60 giorni, cioè entro il 15 febbraio 2015.

Quelle Regioni che non avessero inoltrato alcuna variante a detti moduli ed entro tale data, dovevano adeguarsi ai modelli standard emersi dalla Conferenza Unificata.

Quindi, dal 15 febbraio 2015 le comunicazioni di inizio lavori per la CIL e per la CILA dovranno essere presentate nei moduli prestabiliti ed unificati.

Un enorme passo avanti per l’edilizia, nonostante vi possano essere voci contrastanti, in quanto un tecnico ingegnere, architetto o geometra troverà unificata nei 8000 e passa Comuni Italiani una prassi che fino a questo momento era stata affidata all’iniziativa e interpretazione soggettiva dei tecnici comunali addetti all’edilizia , creando quel marasma infinito nel quale hanno dovuto barcamenarsi fino ad oggi tecnici, imprese e committenti lavori.

Vogliamo citare che tale modifica segue quelle apportate per il Permesso di Costruire e per la DIA anch’esse benvenute.

Finalmente i nuovi modelli unificati  per presentare CIL e CILA 1  

Adesso vogliamo ricordare che la CIL e la CILA potranno essere presentate con i relativi modelli unificati, per gli interventi edilizi di cui all’articolo 6 del D.P.R 380/2001 modificato dalla legge 22 maggio 2010 N° 73  e  dalla legge  n. 164/2014 art. 17 “Semplificazione ed altre misure in materia edilizia”

Si dovrà presentare la CIL (Comunicazione di Inizio Lavori) per le opere temporanee (da rimuovere entro 90 giorni), per le opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni, per l’istallazione di pannelli solari termici e fotovoltaici e per la realizzazione di elementi di arredo delle aree pertinenziali degli edifici.

Si dovrà invece presentare la CILA ( Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata)  per manutenzioni straordinarie, che non intervengono sulle parti strutturali degli edifici, compresi frazionamenti e accorpamenti di unità immobiliari senza cambio di destinazione d’uso e volumetria e per tutte le modifiche interne sui fabbricati a esercizio d’impresa.

E’ possibile effettuare lavori interni ad un appartamento spostando tramezzi interni, aprendo nuove porte.

Il tutto tramite la comunicazione asseverata da un tecnico professionista.

Si potrà dare, per entrambi i moduli, l’inizio dei lavori il giorno stesso in cui viene presentata la comunicazione al Comune.

I passi successivi previsti dall’Agenda dello Stato in tema di modulistica sono l’adozione del modello per l’autorizzazione unica ambientale, per la SuperDIA.

A maggior chiarimento di quanto scritto in questo articolo, alleghiamo due moduli standard in formato PDF e relativi alla CIL ed alla CILA.

Adobe Reader PDF  Modulo unificato CIL (Standard)

Adobe Reader PDFModulo unificato CILA (Standard)

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

 

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.