Una resina all’acqua per la stuccatura del parquet ceramico

Una resina all’acqua per la stuccatura del parquet ceramico.

I parquet ceramici sono belli da vedere e pratici da mettere in opera, e per tali ragioni vengono sempre più scelti  da chi deve realizzare un pavimento nuovo o sostituirne uno vecchio.

Sono di varie forme, misure, colori; ma non vogliamo parlarvi dei pavimenti, bensì dello stucco da adoperare per rendere questi pavimenti rifiniti in modo eccellente ed unitario.

Confezione 1 1

Per riempire le fughe, la Kerakoll, ditta conosciuta in edilizia commercializza un prodotto realizzato ad hoc e denominato  “Fugalite Bio Parquet “.

E’ disponibile in 12 tinte naturali ispirate alle essenze legnose maggiormente utilizzate per la realizzazione di rivestimenti in parquet.

Tabella colori 1     

Garantisce la continuità estetica e funzionale del parquet ceramico.

Video 

Caratteristiche del prodotto

• Effetto Legno  – Riproduce la superficie continua dei pavimenti in legno

• Pavimenti e pareti interni ed esterni

• Impermeabile – Con effetto goccia, resiste all’acqua, non assorbe e non cambia colore

• Brevettato – Brevetto internazionale n. 1403659 del 31/10/2013

• Batteriostatico – Testato CSTB. Evita la proliferazione di batteri e muffe

• Antimacchia – Testato dal Centro Ceramico di Bologna. Si pulisce con facilità

• Conforme al sistema HACCP/reg. CE 852/2004 per l’igiene dei prodotti alimentari

A base acqua abbatte il rischio di carichi pericolosi e inquinanti per l’ambiente nello stoccaggio e nel trasporto

E’ dermatologicamente testato ipoallergenico secondo una sperimentazione medica di tollerabilità cutanea condotta presso la clinica dermatologica dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Destinazione d’uso

E’ particolarmente indicato per una stuccatura delle fughe da 0 a 5 mm ad alta resistenza chimica e meccanica, elevata durezza e impermeabile.

Anche per l’incollaggio di mosaico vetroso. 

Materiali da stuccare: – parquet ceramico – grès porcellanato, lastre a basso spessore, piastrelle ceramiche, klinker, mosaico vetroso e ceramico, di tutti i tipi e formati – pietre naturali, materiali ricomposti, marmi.

Pavimenti e pareti, interni ed esterni, ad uso civile, commerciale, industriale e per l’arredo urbano, sottoposti al contatto permanente od occasionale di sostanze chimiche, in ambienti a traffico intenso, piscine, vasche e fontane con acqua termale, pavimenti radianti anche in zone soggette a sbalzi termici e gelo.

Campo d’applicazione


Una resina all’acqua per la stuccatura del parquet ceramico 1

Come materiale di finitura è indicato per tutte le superfici interne o nascoste o inaccessibili alla vista.

Quando destinato alla posa su paratie e soffitti il prodotto può essere applicato a qualsiasi supporto non combustibile avente spessore uguale o superiore a 10 mm e una densità ≥ 656 kg/m3 .

Quando destinato alla posa sui ponti il prodotto può essere applicato a qualsiasi supporto metallico, non combustibile e a qualsiasi materiale avente limitata attitudine alla propagazione della fiamma.

Spessore come stucco 3,9 ± 0,1 mm

Quando non utilizzare

Per fughe di larghezza superiore a 5 mm, nei pavimenti con superficie porosa e dove siano richieste resistenze chimiche superiori o diverse da quelle indicate nella tabella delle resistenze chimiche, per il riempimento di giunti elastici di dilatazione o frazionamento, su sottofondi non perfettamente asciutti e soggetti a risalite d’umidità.

Applicazione

Fugalite Bio Parquet si applica in modo uniforme sulla superficie del rivestimento con spatola di gomma dura.

Procedere alla sigillatura dell’intera superficie, fino al completo riempimento delle fughe, intervenendo in senso diagonale alle piastrelle.

Nel caso in cui venisse realizzata la stuccatura della sola fuga è consigliabile eseguire una prova preventiva fuori opera per verificare la pulibilità della superficie.

Asportare immediatamente con la spatola la maggior parte dei residui di stucco lasciando solo un sottile velo sulla piastrella

Preparazione dei supporti

I supporti devono essere compatti e consistenti, puliti da polvere, olii e grassi, asciutti ed esenti da risalite di umidità, privi di parti friabili ed inconsistenti o non perfettamente ancorate come residui di cemento, calce e vernici che vanno totalmente asportate.

Il fondo deve essere stabile, senza crepe e avere già compiuto il ritiro igrometrico di maturazione.

Eventuali dislivelli di planarità devono essere preventivamente colmati con idonei prodotti di rasatura.

Su massetti e intonaci molto assorbenti e sfarinanti in superficie, è consigliabile applicare preventivamente l’isolante di superficie eco-compatibile all’acqua Primer A Eco, in una o più mani e secondo le indicazioni d’uso, per ridurre l’assorbimento d’acqua e migliorare la spatolabilità dell’adesivo.

Messa in opera

Fugalite Bio Parquet si applica con idonea spatola americana dentata in base al formato e al tipo di mosaico.

Stendere, con la parte liscia della spatola, uno strato sottile premendo sul fondo, per ottenere la massima adesione al supporto, dopodiché si regola lo spessore con l’inclinazione della spatola.

Stendere l’adesivo su una superficie tale da consentire la posa del rivestimento entro il tempo aperto indicato.

Pressare le tessere del mosaico con spatola gommata per consentire la massima bagnatura della superficie.

Pulizia La pulizia dei residui di stucco dagli attrezzi si effettua con acqua prima dell’indurimento del prodotto.

Dati tecnici

Dati tecnici 1   Tabella Rese 1   

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.