Un impermeabilizzante per il contenimento di acqua.

La KeraKoll è una primaria casa  conosciuta in edilizia e più volte abbiamo parlato ai lettori dei suoi prodotti, in quanto danno la garanzia di una buona riuscita.

Un altro prodotto da noi adoperato è l’idrobuild Osmocem della stessa casa; un impermeabilizzante monocomponente ad azione osmotica, adatto per il contenimento di acqua in spinta positiva-negativa di strutture e superfici monolitiche in calcestruzzo o malta cementizia.

Per prima cosa vi facciamo vedere la confezione da 25 Kg nella quale viene comunemente commercializzato:

Può essere usato per :

– Fondazioni e fosse di ascensore

– Locali e parcheggi interrati

– Canali di irrigazione, tombini, vasche

– Collettori e serbatoi di acqua anche potabile

-Tunnel, gallerie, sifoni ed addirittura per dighe

– Per ponti e viadotti.

E’ quindi un prodotto altamente specializzato.

Da noi è stato usato per degli scantinati che avevano problemi di infiltrazioni di acqua e dopo l’intervento con Idrobuild Osmocem, il problema è stato risolto.

L’impasto viene preparato mescolando con la frusta elettrica 25 Kg di prodotto con 5/6litri di acqua.Trovata la giusta consistenza viene poi dato sulla superficie da trattare, sia con la cazzuola americana che a pennello.

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Va applicato a spessori di 2 mm, massimo 6 mm e la resa è di Kg 1,5 a mq per ogni mm dato.

Come detto è un prodotto facilmente applicabile e di ottima riuscita.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

74 commenti

  1. devo impermealizzare un serbatoio di acqua grande fatto in cemento, volevo sapere quale prodotto é piu adatto poiché cé una grossa pressione d’acqua grazie

  2. Per Luigi.
    L’Idrobuild Osmocem della KeraKoll, e di cui all’articolo dal quale ti rispondiamo, può fare al caso tuo.
    Per la pressione di esercizio devi comunque cercare la scheda tecnica nel sito della KeraKoll.it
    Amedeu e c.

  3. Chi ha utilizzato idrobuild della Kerakoll è rimasto contento o ha dato dei problemi?

  4. Ber Dani.
    Proprio alcuni giorni fa abbiamo avuto modo di usare l’Idrobuild Osmocem per impermeabilizzare un cavedio posto fra due fabbricati.
    Il prodotto è diventato duro come l’acciaio (dato con la pennellessa dopo avere arricciato e frattazzato le murature con malta cementizia).
    Abbiamo usato due mani date incrociate.
    E’ piovuto abbondantemente e con forza e il prodotto ha dato risultati eccellenti.
    Amedeu e c.

  5. devo impermealizzare un laghetto in cemento per pesci e tartarughe, è il prodotto giusto?

  6. Per Stefano.
    Si, segui attentamente le istruzioni sulla confezione.
    Amedeu e c.

  7. Ho nella mia casa una fossa biologica di circa 50 anni fa, costruita in mattoni , perfettamente funzionante ma da poco ho notato in cantina, nella parete adiacente, della umidita’. Poiche’ questa fossa si trova sotto ad un terrazzo alto un metro da terra , e’ impossibile sostituirla con una nuova , se non rompendo parte del terrazzo con spese molto ingenti. E’ possibile impermeabilizzarla dall’ interno ? Se si, dopo averla fatta svuotare , che tipo di pulizia occorre fare sulle pareti interne affinché l’impermeabilizzante aderisca perfettamente??

    • Per Miranda.
      Effettuare la pulizia di una fossa biologica in muratura, intonacata all’interno, è una impresa impossibile, in quanto gli olii, i grassi ed i detersivi, ti renderebbero tale operazione non fattibile.
      Ti conviene, se possibile, abbandonarla e metterne in opera una regolamentare (Cilindrica a 2 e più pezzi e in cemento prefabbricato).
      Dovresti però trovare il sistema di deviare la tubazione di scarico che va, adesso, nella vecchia fossa.
      E’ una operazione onerosa ed ingombrante, ma è l’unica valida che possiamo suggerirti.
      Fra l’altro, se vivi in una zona con la strada prospicente in pendenza (paese collinare?) la fossa biologica potrebbe non essere più necessaria.
      Leggi questo nostro articolo
      http://www.coffeenews.it/differenze-sostanziali-fra-fossa-imhoff-e-fossa-biologica-standard
      Ti converrebbe, allora, parlare con i tecnici comunali chiedendo, se possibile, di eliminarla, lasciando un allaccio diretto alla FN.
      Amedeu e c.

  8. Devo impermeabilizzare una cisterna di acqua potabile in calcestruzzo le misure sono: 2 metri di diametro X4 metri di profondità,vorrei sapere se il prodotto è quello giusto e se mi fate un preventivo di quanto prodotto serve.
    Grazie, vi saluto.

  9. scusate, noi vorremmo realizzare nel nostro bagno una vasca in muratura (ovvero senza bacino in ferro smaltato ecc…), e rivestirla eventualmente in resina o mattonelle. Questo prodotto è adeguato? Serve qualche altro accorgimento per essere sicuri dell’impermeabilizzazione?
    Grazie

    • Per Elena.
      Tutto è possibile, ma secondo noi ti metti a realizzare un’opera per la quale ti occorreranno degli specialisti, per rivestirla, eventualmente , in vetroresina o altro materiale similare
      Ci devi scusare, ma sul mercato troverai le vasche da tutte le misure, forme e dimensioni, ed il lavoro ti verrà a costare molto meno.
      Amedeu e c.

  10. 3 anni fa’ ho messo nella cisterna d’acqua in cemento armato a causa di una presunta perdita un prodotto Kerakoll Idrobuill ma una volta riempita d’acqua questa puzzava e ancora oggi non e’ piu potabile il fondo e parte di pareti hanno formato una patina scivolosa. cosa posso fare . datemi UN GROSSO CONSIGLIO. Grazie

    • Per Roby.
      L’Idrobuild Osmocem viene usato anche per le cisterne di acqua potabile.
      Cerca la sua scheda tecnica nel sito della Kerakoll e controlla.
      Probabilmente, prima di applicarlo non hai pulito perfettamente la cisterna, per cui possono essersi formate delle muffe internamente.
      Comunque scrivi una email alla ditta sopra menzionata e fatti spiegare attentamente il fenomeno che si sta verificando.
      Chiarirlo, è nel tuo, ma anche nel loro interesse.
      Amedeu e c.

  11. Salve. Ad ogni pioggia abbondante, dal pavimento della taverna di casa si infiltra acqua che “allaga” tutta la taverna stessa, arrivando a toccare anche i 10cm. Esiste una soluzione a questo problema divenuto insostenibile? …magari un prodotto che crei una sorta di pellicola “trasparente” (da applicare al pavimento con mattonelle)? Grazie anticipatamente per qualsiasi prezioso consiglio vogliate fornirmi.

    • Per Gilberto.
      Una soluzione fatta con prodotti chimici, oppure con guaine bituminose o non, a nostro parere non ti risolverebbe il problema, vista la grande quantità di acqua che perviene.
      Potresti, invece, realizzare un grosso pozzetto all’interno della taverna, nel quale posizionare 1 pompa con galleggiante, che al momento di innalzamento della falda acquifera, si mette in funzione e ti espelle l’acqua, tramite una tubazione, verso un ffosso o altro, distante dalla casa.
      Nel posizionare la pompa, devi calcolare la sua posizione, in verticale, in modo che non stia sempre in funzione.
      Per spiegarsi meglio, deve essere posta sopra la falda acquifera di un periodo con piogge scarse.
      Forse, prima di fare il pozzetto, ti conviene fare un saggio , per vedere dove effettivamente arriva la falda costante.
      Amedeu e c.

  12. Salve vorrei sapere un paio di informazioni !
    Ho un garage interrato quando piove il pavimento del garage ( cemento lisciato ) diventa umido e si vede acqua a macchia di leopardo sopratutto negli angoli . Se io faccio 2 mani di osmobuil kerakoll risolvo il probblema ?? posso piastrellare sopra questa resina ,
    salirci con la macchina ???
    Vi ringrazio per le vostre risposte
    Ps . Fra una mano e l’altra e meglio mettere una rete ….?
    Grazie ancora

    • Per Leonardo.
      Il prodotto va bene, ma il fatto che poi ci passerai sopra con dei mezzi può causare delle piccole rotture sotto il pavimento, per cui la superficie da trattare dovrebbe essere solida e completamente liscia.
      Amedeu e c.

  13. Le chiedo ancora qualche informazione !
    Il pavimento da trattare e cemento lisciato …. Secondo lei è meglio sgranarlo e farlo diventare un po’ più ruvido???
    Sarebbe meglio mettere una rete affogata dentro ??
    La ringrazio per la sua disponibilità !!!!

  14. Ti volevo solo domandare quanti strati di due millimetri bisogna dare per un buon risultato e a che distanza di tempo l’uno dall’altro.
    Per la sua tossicità, essendo da dare in una vasca di 3 metri quadri con profondità cm 120 interrata e con solo ingresso 50 cm quadri, e sufficiente utilizzare mascherina di carta di quelle utilizzate da imbianchini, o e’ necessario un’areazione forzata.
    Grazie

    • Per Domenico.
      Stai lavorando in un serbatoio con passo d’uomo stretto.
      Ti consigliamo, prima di eseguire il lavoro, di accedere al sito del prodotto e di leggere attentamente tutte le schede tecniche che troverai.
      Amedeu e c.

  15. Ho una fossa biologica (diametro 60 cm x 120 di profondità) che non è possibile sostituire e che ha una perdita modesta ma continua in grado di crearmi problemi sul muro adiacente.
    L’ho aperta, pulita e deviato il flusso dei liquami.
    Non avendo riscontrato fratture evidenti come posso trattarla e con quale prodotto per poterla restaurare tenendo presente che la dimensione rende impossibile calarsi all’interno?
    Grazie per la risposta.

    • Per Danilo.
      E’ una fossa biologica veramente piccola.
      Il diametro da 60 cm è difficilmente richiesto.
      Di solito, quando le fosse vengono montate perdono un poco.
      Con il tempo le perdite scompaiono.
      Circa il tuo problema, non puoi intervenire dall’interno, anche togliendo il coperchio, in quanto la fossa rimarrebbe coperta di grassi ed olio.
      Non vediamo altra possibilità che quella di sostituirla, in quanto, anche volendola “incamiciare” all’interno con una fossa in vetroresina, diventerebbe un lavoro estremamente costoso, oltre a non trovarla di un diametro così ridotto.
      Amedeu e c.

  16. Buongiorno,
    sto eseguendo la ristrutturazione di un locale interrato di un vecchia abitazione in un paese di mare, con evidenti problemi di umidità.
    Dopo le operazioni di demolizione dei vecchi pavimenti e rivestimenti oltre a trovare le murature in pietra completamente umide, abbiamo constatato l’esistenza di un buco al solaio sottostante (in cemento armato), su cui probabilmente veniva raccordata acqua piovana che doveva disperdersi nel terreno. Detto buco è profondo all’incirca 40 cm e pieno di acqua di mare, sembra proprio che l’edificio sia stato costruito a pochi centimetri dal livello del mare. Come posso convivere con questo inconveniente? Innanzitutto chiudo il buco, ma prima di trattare la superficie del solaio (circa 20 mq) con IDROBUILD OSMOCEM sarebbe opportuno fare un vespaio? da premettere che vorrei evitare tale soluzione per non diminuire ancora di più l’altezza del locale. E per l’umidita di risalita sulle murature? La soluzione migliore è sabbiarle e poi eseguire una struttura di cartongesso?
    Grazie

    • Per Paride.
      Sei in presenza di un edificio che risulta avere dei grossi problemi legati all’umidità di risalita, ed essendo la falda del mare alquanto alta, devi cercare di isolare sia le murature portanti che il solaio.
      Doverti spiegare il tutto comporterebbe alcune pagine di risposta, per cui ti suggeriamo di usare il pulsante “Cerca” in alto a destra della Home ed inserisci le parole “Umidità” oppure “Umidità di risalita”.
      Ti compariranno vari articoli, leggendo i quali ti accorgerai che devi agire su due fronti: bloccare l’umidità che sale lungo i muri (Ed i sistemi sono diversi – taglio chimico, ecc) e impedire che l’umidità ti aggredisca la pavimentazione.-
      Negli articoli troverai le soluzioni.
      Amedeu e c.

  17. salve! ho un locale commerciale in una zona molto umida,in un centro storico,con una scala “aperta” condominiale nel mezzo,e una scala stradale di lato,e in più un terrazzo sopra di me,ai due lati della scala interna i muri sono fradici,credo ci sia anche una perdita dal terrazzo,e la parete che confina con la scala stradale da 1,80 metri a 3 metri è piena di umidità e infiltrazioni,ora stiamo ristrutturando e la ditta dice di voler trattare le pareti con mapelastic,io non sono convinto,e vorrei fare delle contropareti,non posso denunciare chi ha il terrazzo sopra e la scala,perchè la mia canna fmaria passa dentro casa loro,come mi impermeabilizzo?

    • Per Aldo.
      Comprenderai che per un caso del quale tu ci racconti, come minimo serve un sopralluogo, per rendersi conto della reale situazione.
      Purtroppo ci è impossibile farlo.
      Però, possiamo suggerirti di parlare con il tecnico direttore dei lavori, che viene sempre pagato e deve rispondere del suo operato ai committenti e non all’impresa esecutrice (Alla quale deve indicare i lavori e controllarli).
      IL tecnico deve spiegarvi minuziosamente cosa intende fare eseguire dalla ditta.
      Chiedigli anche per quale motivo vuole usare il Mapelastic; un prodotto eccellente, ma che deve avere un suo scopo per essere adoperato.
      Altro, purtroppo, non possiamo aggiungerti.
      Amedeu e c.

  18. Salve, vorrei realizzare una piscina in cemento armato, per poi rivestirla in mosaico in pasta di vetro, che mi consigliate di impermeabilizzare? Che differenza c’è tra l’idrobuild Osmocem e nanoflex entrambi della kerakoll. Grazie

  19. X render impermeabile una vasca di compensa x piscina con acqua termale a 34 gradi posso usare il prodotto idrobuild osmocem kerakoll. ? Oppure?

    • Per Bruno.
      Usa il pulsante “Cerca” in alto a destra della nostra Home e inserisci le parole “Impermeabilizzazione vasche”.
      Troverai gli articoli con i prodotti e le spiegazioni che fanno per te.
      Amedeu e c.

  20. Dopo la prima mano, la parete a distanza di 20 ore, risulta molto bagnata con gocce che trasudano…
    E normale??? Posso continuare con la seconda mano????
    Grazie

  21. Salve,
    Avrei bisogno di alcune informazioni in merito al trattamento di una cisterna di acqua potabile.
    È stata realizzata in cemento armato e chiedo se il trattamento con il cemento osmitico va fatto direttamente sulle pareti in cemento armato o vanno prima intonacate.
    Grazie..

    • Per Maurizio.
      Nella scheda tecnica appare come impermeabilizzante o rasante, per cui può essere applicato sopra un sottofondo, purchè lo stesso sia tenace e ben costruito, e non si sfarini o presenti altri difetti evidenti.
      Amedeu e c.

  22. Buongiorno,
    Quale è il prodotto della Kerakoll più adatto per impermeabilizzare una piscina in cemento nuova da rivestire in mosaico.
    Ho letto qualcosa sul sistema aquaexpert 2.

  23. Buongiorno, avevo chiesto tempo fa un consiglio per fare un vespaio in un seminterrato e vi ringrazio per i consigli utili. Ho fatto il vespaio e ho fatto anche un pozzetto con pompa drenante in caso di un eventuale allagamento. Volevo chiedere siccome il seminterrato è in muri di pietra e lo devo intonacare completamente, per contenere quel pò di umidità che si crea in caso di acquazzoni importanti come ultimamente capita spesso (le così dette bombe d’acqua), può essere utile utilizzare l’idrobuild ultracem o idrobuild osmocen. Se si mi potresti dire se questo prodotto va passato prima o dopo l’intonaco, mescolato insieme o se ce un intonaco apposta per questo tipo di intervento. Grazie

  24. buongiorno, devo impermeabilizzare internamente una botte di legno per la raccolta di acqua piovana che vorrei utilizzare per irrigare l’orto. che prodotto mi consiglia? grazie

  25. Salve in una grotta pensavo di dare l osmocem sopra il massetto per poi pavimenrarci sopra.e adatto secondo voi?rimarra saldo il pavimento incollato soll osmocem?devo farne un laboratorio quindi subira sollecitazioni il pavimento
    grazie saluti

    • Per Damiano.
      Se leggi l’articolo dal quale ci hai scritto comprende l’uso di idrobuid osmocem per lavori similari al tuo.
      Naturalmente tutto dipende dalle condizioni di tale grotta; dalla quantità di umidità in particolare.
      Amedeu e c.

  26. Gentilissimo ho comprato una casa nuova con una cisterna per acqua in cemento che si trova in cucina adesso ci siamo accorti che è spuntata la ruggine e mi hanno detto che nn è intonacata. Cosa devo fare? Cosa mi consigliate? E soprattutto è a norma una cisterna senza intonaci?

  27. Salve, avrei una domanda, dopo aver utilizzato idrobuild osmocem per ovviare a problemi di umidità di risalita su pareti in pietra (previa spruzzata di cemento plastico), é possibile rifinire direttamente con dell’intonaco in maniera classica? O é necessario l’utilizzo di una rete?

    • Per Gianni.
      Ci sembra che non sia l’intervento giusto da effettuare,
      L’Idrobuild Osmocem ha il compito di impermeabilizzare e di cui al nostro articolo dal quale ci hai scritto.
      Va naturalmente seguita quella procedura per intero.
      Il resto del procedimento di cui parli, ci sembra che abbia poco a vedere con il lavoro che vuoi fare.
      Cerca di spiegarti meglio.
      Amedeu e c.
      Non comprendiamo il motivo del cemento plastico.
      Se hai intenzione di usare un simile trattamento per l’intera altezza di una struttura può andare bene, i quanto l’umidità di risalita (Come dice il suo stesso nome), non potrà salire oltre il limite massimo dell’Idrobuild.
      Per cui non comprendiamo anche l’uso del intonaco

  28. Cantina (parzialmente interrata, circa 1m) con pareti perimetrali in muratura mista soggetta in alcuni periodi dell’anno ad infiltrazioni di acqua di falda. E’ possibile intervenire dall’interno, rimuovendo l’attuale pacchetto pavimento-massetto-coibente termico sull’orizzontale e l’intonaco fino al vivo della muratura sulle pareti per un’altezza di almeno 20-30 cm sul piano campagna con realizzazione di un’impermeabilizzazione con l’osmocem su soletta esistente e muratura? L’osmocem va dato su supporto cementizio strutturale, giusto? devo prevedere un betoncino armato e idoneamente ancorato alla parete?di che tipo? grazie

    • Per Marco.
      Per togliere l’umidità di risalita e di contatto da un locale seminterrat, le opere da eseguire dovrebbero essere almeno due:
      la prima isolare il pavimento dal terreno tramite la messa in opera di un gattaiolato tipo Igloo (Anche di altezza modesta – 10 cm) con soprastante massetto armato con rete elettrosaldata e guaina bituminosa piegata a 90° verso le murature per almeno 15 cm.
      La seconda eseguire uno scannafosso esterno all’edificio in maniera da allontanare l’acqua di contatto dallo stesso.
      Sono opere molto costose e tra l’altro non complete, in quanto anche le murature portanti dovrebbero essere isolate da un taglio chimico che impedisca all’umidità di risalire.
      Lavori palliativi possono comprendere la stonacatura interna delle murature portanti e l’effettuazione di un nuovo arriccio e intonaco traspirante del tipo il Biocalce della Kerakoll.
      Tale lavoro non eliminerebbe l’umidità nei muri ma solamente la nasconderebbe.
      Il trattamento, invece, che hai intenzione di fare al pavimento con Idrobuild Osmocem della Kerakoll è, a nostro parere, fattibile e ne dovresti ricavare un beneficio.
      Ti sconsigliamo di fare un trattamento simile anche per gli intonaci interni, in quanto creeresti una vasca impermeabile a tenuta, ma l’umido ti risalirebbe fino al piano superiore.
      Amedeu e c.

  29. salve,ho una vasca per irrigazione fatta 50 anni fa circa che contiene circa 3000 litri di acqua,alta circa 1,50m..E’ impermeabilizzata a quella maniera.Ci sono alcune filature orizzontali nei lati in basso .So di dovere allargare un po’ e ripristinare le falle col cemento e ripulire per creare il giusto aggrappo..Per pareggiare e impermeabilizzare bene si possono dare due mani di cemento osmotico dentro e fuori la vasca a pennellessa? oppure è il caso di intonacare,sempre con l’osmotico,usando anche la rete per intonaci? grazie marcello

  30. buongiorno, devo impermeabilizzare una vasca per pesci che ha 20 anni in quanto presenta notevoli infiltrazioni al piano inferiore, pensavo di sabbiarla per rimuovere l’impermeabilizzante esistente e le parti ammalorate e dopo una rasatura impermeabilizzarla con un prodotto idoneo alla presenza di pesci.
    che prodotto mi consiglia?
    grazie

    • Per Marco.
      Il prodotto di cui al nostro articolo è ottimo.
      Leggi accuratamente la sua scheda tecnica consultabile nel sito della Kerakoll.it
      Amedeu e c.

  31. Buongiorno, cercavo la soluzione al problema di allagamento di un vano tecnico piscina interrato realizzato mediante una vasca in cemento. Quello che succede è la penetrazione di acqua all’interno di esso ogni volta che piove. Acqua proveniente dal terreno e che fluisce al contatto con le pareti del vano. La ditta che ha realizzato ciò non ha preso alcuna precauzione di isolamento. Passando internamente (base e pareti ) il prodotto osmocem si potrebbe risolvere il problema? Grazie

  32. Salve, io ho un problema nel mio garage seminterrato per metà di 2 metri sotto il piano di campagna….
    Purtroppo da 1 anno dopo 9 anni dalla costruzione, si sta verificando un problema di innalzamento della falda e dopo le pioggie si inumidisce il pavimento fio a risalire sullle pareti.
    Chiedevo è possibile alzare il pavimento e stonacare(dietro la tonaca c’è calcestruzzio fino ad 1 mt da terra e poi mattoni rossi) passare qualche prodotto impermeabilizzante e poi riposare il pavimento e reintonacare?

    • Per Giuseppe.
      Occorrerebbe vedere la casa e questo non ci è possibile.
      Comunque usa il riquadro in alto a destra e scrivi “Umidità di risalita”; ti compariranno più articoli, leggendo i quali potrai trovare quelli che si avvicinano di più alla tua situazione.
      Noterai, che l’umidità di risalita si combatte normalmente con il taglio chimico delle murature,con la coibentazione esterna dell’edificio e con l’uso di arricci e intonaci traspiranti.
      Vedi di trovare il tuo caso.
      Amedeu e c.

  33. Salve io ho un pozzetto dove c’è dentro la pompa ad immersione, mi sono accorto che la pompa praticamente girava a vuoto, che prodotto posso dare visto che è in cemento di 30 anni fa? Grazie

  34. Buonasera, io ho un pozzetto in blocchetti di cemento(2X3)interrato per 3/4 dove c’è dentro pompa piscina e altro, ho impermelizzato da fuori ma continua a entrare acqua all’interno, cosa posso mettere sui muri in blocchi all’interno per evitare che continui a entrare acqua? Grazie

    • Per Costantino.
      Dopo avere ben pulito e risanato il pozzetto, puoi trattarlo con il prodotto di cui all’articolo dal quale ci hai scritto, seguendo le indicazioni.
      Amedeu e c.

  35. Buon giorno, voglio realizzare un sistema di tubazioni per recupero dell’acqua piovana, la struttura è già esistente formata da 4 tubi in calcestruzzo di quelli usati per la realizzazione di pozzi interrati di diametro circa un metro ed altezza un metro e mezzo, quattro di questi tubi sono stati appoggiati su una piazzola di cemento armato ed è poi stata stuccata la giunzione tra parete e pavimento.
    Per anni le tubazioni hanno tenuto molto bene l’acqua, ma da qualche tempo non tengono più e non si riesce più a recuperare l’acqua, che prodotto e che trattamento mi consigliate per poter ripristinare l’impermeabilizzazione e poter quindi sfruttare di nuovo il bacino di recupero delle acque meteoriche?
    Grazie mille fin da ora e buon lavoro.

  36. salve, devo impermeabilizzare una vasca che verra’ riempita con acqua di mare (quindi salata) che prodotto i consigliate? tenendo presente che nella stessa vi verranno introdotti pesci e piante

    • Per Andrea.
      Se devi abbinare un’impermeabilizzazione per acqua salata più il contenimento di pesci, ti conviene porre in opera una membrana EPDM elastoseal.
      Amedeu e c.

  37. Ciao Amedeu, ho una villetta con un garage con una parete controterra senza impermeabilizzazione. Quando piove dal muro cola letteralmente acqua, non so per quale motivo ma ci sono anche diversi buchi nel muro da cui cola l’acqua. Sarebbe possibile usare l’osmocem per risolvere il problema? Grazie

    • Per Luca.
      Con l’Osmocem puoi tamponare la fuoriuscita di acqua da crepe, fori o lesioni nel muro, ma non è idoneo a eliminarti la problematica dell’umidità di risalita, per cui, se c’è l’umido all’esterno, lo vedrai apparire anche all’interno del garage.
      Per eliminare tale umidità dovresti realizzare uno scannafosso, oppure riuscire a impermeabilizzare (Cosa difficilissima) il muro esterno, in maniera che il terreno non tocchi la muratura del garage.
      http://www.coffeenews.it/come-proteggere-le-fondazioni-dallumidita-di-risalita
      Amedeu e c.

  38. Buongiorno. Abbiamo una vasca fuori terra in cemento per l’irrigazione della campagna costruita 60 anni fa. Essa confina con la casa e presenta in un angolo in basso delle piccole perdite che generano muschi e alghe. Possiamo bloccare con un prodotto applicato esternamente queste fuoriuscite senza dover svuotare la vasca che è piuttosto grande e contiene diversi pesci? Grazie.

  39. Salve, volevo sapere cosa si può utilizzare per impermeabilizzare un tino, precedentemente usato per il mosto, e che ora vorrei adattare a mini-piscina per bambini. Grazie

    • Per Francesco.
      Il prodotto di cui all’articolo dal quale ci hai scritto, che è idoneo anche per serbatoi per acqua potabile.
      Prima di metterlo in opera, ti consigliamo di assicurarti che il sottofondo sia tenace e ben pulito.
      Amedeu e c.

  40. Salve vorrei impermeabilizzazione una grotta in tufo e materiali vari ,cosa posso usare ??? Grazie

    • Per Riccardo.
      L’idrobuild Osmocem può essere idoneo, però devi da darlo accuratamente e inoltre ti consigliamo di realizzare una cunetta di raccolta acque, perimetralmente alla grotta e che avvii le colate di umido verso un pozzetto o fognatura bianca.
      Questo, in quanto Osmocem ferma l’umidità, ma questa ti scivolerà lungo le pareti fino al pavimento.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.