La domotica, scienza del futuro che renderà più libero l’uomo.

Alcuni lettori ci hanno richiesto di parlare della domotica, la nuova scienza che ci creerà un futuro migliore.

Noi scriviamo solamente un approccio a tale materia, in quanto occorrerebbero libri interi per descriverla, ed ancora è all’inizio del suo cammino.

Tenteremo in poche parole, di date una idea semplicistica di questa materia , in maniera che quei lettori che ancora non la conoscono, sappiano magari in cosa consiste.

La domotica è una nuova scienza che è nata da poco e sta sempre più assumendo importanza dati i fini che si prefigge di raggiungere.

Siamo in piena crisi energetica, ed in particolare lo è il mondo occidentale, che  sta cercando di trovare tecniche e dispositivi che possano portare alla riduzione di consumi di energia attraverso anche un risparmio energetico che in passato non era neppure preso in considerazione.
 
 
La domotica vuole arrivare a migliorare la qualità della vita delle persone e la loro sicurezza tramite una progettazione semplificata di tutte le parti delle nostre abitazioni, con l’utilizzo di tecnologie innovative.
 
Ci sarà molto da fare nei prossimi decenni, in quanto, specie nella nostra penisola esistono centinaia di migliaia di vecchi impianti ed ambienti , che dovranno essere trasformati e migliorati, automatizzati e integrati.
 
Si dovrà arrivare a migliorare una apparecchiatura o un impianto, in maniera da renderlo “intelligente”, e comunque sempre ottimizzabile: è il sogno di tutti gli scienziati odierni.
 
La futura nostra casa dovrà di conseguenza essere “intelligente” ed i nostri elettrodomestici quali il forno, il frigorifero, la lavatrice, lo scaldabagno, la lavastoviglie, il congelatore ed altri ancora dovranno essere resi “intelligenti”.
 
Cosa necessiterà perché questo avvenga?
 
Per esempio, basterà avere un impianto elettrico “super”, che possa programmare le diverse apparecchiature, in maniera da metterle in funzione, non solo all’occorrenza, ma con tanti gradi necessari e non di più, in maniera che l’accensione contemporanea, non faccia scattare l’interruttore generale posto di fianco al contatore della corrente.
 
Tale impianto potrà raggiungere la perfezione di autoregolazione ed innovazione, cioè di autogestirsi da solo: naturalmente queste sono sfide del futuro, ma gli scienziati stanno già lavorandoci da anni.
 
Quindi la domotica è programmazione ed uso intelligente della nostra abitazione con tutti i suoi componenti.
 
Ma il suo raggio di azione non si limiterà alle sole apparecchiature, bensì andrà ad investire anche il campo quotidiano  delle attività umane,  programmando il funzionamento degli impianti, e dell’intera casa, tramite l’uso dell’elettronica e dell’informatica, e consentirà alle persone di disperdere meno il loro tempo, dedicandolo ad attività  sociali e migliorando il grado di vivibilità dell’uomo.
 
Stiamo parlando, naturalmente sempre della domotica legata alla abitazione, alla nostra casa.
 
Potere vivere in un edificio che si autoamministra per intero, per quanto riguarda gli aspetti impiantistici, ma anche la parte di sicurezza, legata magari alla apertura delle porte, oppure al controllo delle finestre, alla sicurezza interna delle persone, si spera faccia parte del nostro futuro.
 
Da dire una cosa importante, e cioè che la domotica è nata ed è stata studiata per semplificare la vita delle persone; per tale motivo deve essere di facile apprendimento sia per gli anziani, che per i bambini.
 
Tutto deve essere semplice , affidabile e sicuro.
 
Tutto deve funzionare perfettamente e vi deve essere per ogni cosa la certezza della sua funzione, collegata alla facilità di comprensione.
 
Purtroppo c’è ancora molto cammino da fare, la disinformazione in materia è grande, si stanno sperimentando dei sistemi, che al momento sono molto costosi, ed inoltre la cosa più importante è quella che i tecnici che si dedicano a questa scienza sono ancora pochi, e l’aggiornamento della loro preparazione, non sempre è supportato da interessi reali.
 
Perchè questo? Perchè ancora manca "l’interesse economico dell’affare domotica"
 
Comunque va riconosciuto che è la scienza del futuro.
 
Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

3 commenti

  1. Sono da sempre appassionato e sopratutto affascinato dalla domotica… però riconosco che, come tutti i sistemi elettronici/informatici, di tutto il mondo ti rendono libero finchè funzionano correttamente… in caso contrario diventano un problema serio

  2. buongiorno, chiedo di conoscere che tipo di percorso di studio e’ indicato per diventere tecnico esperto in domotica. mio figlio sta frequentando un corso di impiantista elettricista. cosa e’ necessario fare dopo ?Serve un percorso di studio universitario di laurea anche breve o altro? grazie rossella dattola

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.