Pavimento. Operazioni necessarie per realizzare il piano del massetto del pavimento

Realizzare un pavimento su di un solaio o altrove, è un argomento che abbiamo già affrontato, ma non siamo entrati in merito di come agire in casi particolari, come per esempio eseguire questo pavimento dopo avere effettuato uno sbancamento di terreno di sottofondo, oppure nel caso di mancanza di un qualsiasi piano preesistente e per ultimo tali operazioni possono essere applicate anche per controllare durante la costruzione di un edificio i piani dei solai ed effettuare così dei massetti  in piano perfetto.

Le operazioni per creare un piano perfetto di un massetto sul quale deve poi essere posato un pavimento sono le seguenti:
Occorre procurarsi un regolo diritto (di circa mt 2,50-3,00 mt),  una livella a bolla ed un lapis da muratore.

Ad una altezza valutata intorno al metro o al metro e venti da terra, dobbiamo tracciare sui muri perimetrali una riga perfettamente orizzontale : questa riga costituirà la linea guida dalla quale prendere le misure per creare il massetto cementizio (armato o non) perfettamente in piano

Vedere di seguito i disegni schematici del lavoro da effettuare.

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Quindi , facendo sempre riferimento a questa riga orizzontale, tramite la misurazione in verticale sulle pareti, ci abbassiamo  e con la malta piazziamo a terra il primo punto fisso provvisorio vicina ad una parete.

Dovremo in questo caso cercare di mettere il primo punto fisso nella zona più alta del terreno in caso di battuto sconnesso, o sopra il solaio . (Il sopra del punto fisso costituirà l’estradosso del massetto cementizio, che di regola deve avere una altezza di 4/6 cm).

Da questo punto fisso , servendoci del regolo diritto e della livella a bolla portiamo dei punto fissi provvisori nella stanza, sempre con malta (vedi la pianta nell’immagine soprastante).

Una volta che avremo controllato quale è il punto fisso dove il massetto di cemento da realizzare avrà meno spessore in altezza, eliminiamo tutti gli altri punti fissi da noi realizzati.

Quindi con il regolo e la livella a bolla riportiamo, partendo dal punto fisso salvato, gli altri punti fissi in tutta la stanza, seguendo gli allineamenti dovuti per realizzare le fasce (vedi sempre la pianta soprastante)

E’ opportuno ricontrollare l’altezza dei punti fissi perimetrali rispetto alla riga orizzontale segnata inizialmente a lapis sul muro

A questo punto possiamo fare le fasce con malta cementizia

Fatte le fasce, la realizzazione del massetto non costituirà più alcun problema.

Questo è un sistema che può sembrare laborioso, ma che ci assicurerà una perfetta orizzontalità del piano del pavimento e delle eventuali soglie alle porte.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

74 commenti

  1. stefano.proietti

    salve avevo bisogno di un consiglio dovendo fare un massetto preciso vorrei sapere come fare le poste e le fasce in modo che sia orizontale preciso applicando dopo asciugato le piastrelle a colla grazie

  2. Per Stefano.
    Vai nella Home del sito e nel riquadro “ricerca” inserisci:”Pavimento. Operazioni necessarie per realizzare il piano del massetto del pavimento” poi premi GO.
    Leggi attentamente l’articolo.
    Ciao.
    Amedeu ec.

  3. Vorrei un consiglio su un eventuale rifacimento di un vecchio pavimento di una cucina, non è perfetamente livellato di una vecchia casa di campagna. Il pavimento si regge su dei travi di legno ed ho due strati di piastrelle: il primo è in cotto e credo che sia antico, il secondo è stato fatto sopra il cotto intorno agli anni ’50. Il geometra mi ha detto che l’unica soluzione è di distruggere tutto e rifare un massetto con la rete elettrosaldata, ma mi viene a costare un sacco di soldi. Se rifaccio un terzo strato di pavimento sopra con il gres? C’è il rischio di crepe visto che non è perfettamente dritto o per le eventuali vibrazioni del pavimento dovute ai travi? Stavo pensando a ricoprirlo con un laminato ma non so se è la soluzione migliore per una cucina. Grazie per un eventuale risposta.

  4. Per Marco.
    Due pavimenti su di una vecchia struttura sono già molti, aggiungerne un altro è oltremodo sconveniente.
    Se il tuo geometra ti ha dato quella soluzione, avrà valutato la struttura portante in base anche alla sua vetustà.
    Quindi segui il suo consiglio.
    Amedeu e c.

  5. salve vorrei delle informazioni precise e comprensibili. Dovrei fare un massetto ma non ho mai avuto alcuna esperienza e vorrei sapere 1) come mai si prendono le misure ad un metro o un metro e venti per tirare la linea orinzzontale 2) come si prendono le misure in verticale per mettere i punti fissi 3) da dove si parte se non ci sono né soglie né un piano perfetto per prendere le misure ad un metro 4) 5) come si fa a sapere quanto cemento si sta mettendo: esempio dovrei fare 4 centimetri di massetto, come so che sono quttro o 5 o 6 centrimentri o se sono meno? grazie aspetto una vostra risposta

  6. Per Francesco.
    Prima di tutto devi leggere l’articolo dal quale ti rispondiamo.
    Quando si parla di 5/6 cm di massetto, si intende una misura media.
    Poi segui questo sistema elementare:
    se il sottofondo è in piano come un solaio eseguito a regola d’arte , la misura si ripeterà ovunque; se invece il sottofondo è scabroso o realizzato male (succede anche che un solaio abbia alcuni cm di pendenza) diventa una “altezza media”.
    Tutto il lavoro lo devono svolgere il metro e la “livella a bolla”
    Se devi realizzare il massetto in una stanza, sulle pareti perimetrali tira una linea orizzontale all’altezza che più ti piace.
    Poi, servendoti del metro, prendi le misure, verso il basso, creando a terra e lungo tutto il perimetro dei punti fissi (tre ogni lato)
    Crei il primo (ammettiamo a 87 cm sotto la linea orizzontale) punto fisso dandogli una altezza da terra di 5/6 cm.
    misuri gli 87 cm lungo tutto il perimetro per gli altri punti fissi perimetrali.
    Da questi punti fissi perimetrali, usando una riga diritta di 3 metri, in alluminio o legno e naturalmente la livella a bolla, crei gli altri punti fissi intermedi alla stanza.
    Se durante questa operazione ti accorgi che la riga va troppo vicina al solaio (1/2 cm), se è in un solo luogo (per esempio un angolo) , procedi così, altrimenti se interessa una area grande, dovrai rialzarla e con essa tutti i punti fissi creati.
    Unisci i punti fissi tramite fasce di cemento tirate con la riga e che ti serviranno per “tirare in piano” il massetto.
    Amedeu e c.

  7. salve vorrei sapere come si tirano i piani per il massetto siccome ho letto il disegno tecnico ma non mi riece capirlo per niente dovrei, fare un massetto,nella mia casa ed non so da dove partire ho una buca in casa di mezzo metro solo sassi e terra tutto disconnesso per tirare i piani come devo fare? devo fare una riga orinzontale a un metro o un metro e venti? poi le soglie le devo mettere prima o dopo il massetto siccome devo mettere quatro soglie una all’ingresso della porta di entrata, una alla cucina e due all’ingresso delle camere come faccio a mettere tutte e quattro alla solita altezza’? poi non capisco un altra cosa che vuol dire prendere le misure dal basso dalla riga orinzontale? unaltra cosa che non capisco il mio geometra mi ha detto di mettere cinque centimetri di cemento ma se io ho un piano non perfetto tutto disconnesso come faccio esempi se faccio un punto di cinque centimetri a un lato come faccio a rifarlo uguale a cinque centimetri l’altro non tornera mai cinque centimetri l’altro punto, e cosi anche gli atri, con gentilezza cheido una risposta da parte vostra con delle informazione dettagliate che potrei comprendere grazie della vostra attenzione. lorenzo

  8. Per Lorenzo.
    In poche parole:
    Tira una riga orizzontale lungo il perimetro della stanza (A che altezza ti pare da terra). OK?
    Il pavimento lo dovrai impostare perimetralmente alla stanza, ad una misura (presa con il metro) che sia la stessa in ogni punto del perimetro.
    A terra, in base a detta misura devi murare dei punti fissi.
    Da questi punti fissi, con la riga e la livella a bolla, potrai portare il piano dove ti pare, sempre murando a terra dei punti fissi (quanti ne vuoi), la cui parte superiore starà ad indicarti il tuo piano voluto.
    Potrai poi unire i punti fissi con fasce di malta tirate con il regolo di alluminio.
    Semplice . No?
    Amedeun e c.

  9. Per Lorenzo.
    Nell’articolo dal quale ti rispondiamo c’è il tuo commento modificato ed ampliato.
    Siamo convinti che ti sarà più chiaro.
    Amedeu e c.

  10. salve scusami di nuovo se sono assilante ma nonho capito ancora bene saro ignorante ho un massetto da finire allora io devo passare delle tubazioni sotto poi dovrei battere i piani io non capisco cosa vul dire ad una altezza valutata intorno al metro o metro e venti scusami qusta è lutlima domanda che ti faccio grazie per avermi risposto sempre.

  11. Per Francesco.
    Alla tua ultima richiesta del 2 febbraio 2011 ti abbiamo risposto:
    Per Francesco.
    “Leggi e ti abbiamo scritto una lunga risposta.
    Se hai altri dubbi, devi risolverli leggendo attentamente gli articoli di questo sito, che trattano tutti gli aspetti della costruzione di una casa in muratura.”
    Amedeu e c
    Quindi Francesco,
    cerca nel sito e troverai tutte le risposte che desideri.
    Una domanda te la vogliamo però fare: Ci hai pensato 6 mesi per rifare la stessa richiesta, cosa ti era successo?
    Comunque scrivi quanto vuoi.
    Siamo a disposizione di chiunque ed abbiamo molta pazienza.
    Amedeu e c.

  12. salve amadeu in cantina ho dovuto fare il massetto per coprire le tubazioni pero ed ho preso come punto di riferimento il marmo della porta di ingresso della cantina ho preso ho messo il metro sopra la soglia e ho fatto una tacca ad un metro e poi mi sono fatto dei punti calcolando che la mattonella era di un centimetro ed piu ho lasciato mezzo centimetro di tolleranza e due millimetri di colla ho fatto bene questa prima operazione? poi mi sono accorto che da terra il massetto non era cinque centimetri ma tre non so perchè se mi alzavo di piu andavo a finire al disopra della soglia a di un cetimetro con la mattonella messa come mai?

  13. salve quello che vorrei chiedere è dovendo fare un massetto non ho le soglie come mi devo muovere ciè se le soglie non le ho a che misura le devo mettere per regola!!!! devo mettere due soglie una all’entrata della porta dingrasso ed una a l’entrata del bagno grazie

  14. Per Vladimiro.
    Dalla tacca dovevi partire con una riga e la livella a bolla e segnare una linea a lapis lungo tutto il perimetro .
    Tale linea ti serve per controllare in ogni momento il piano del massetto sottostante in ogni suo punto della stanza.
    Difficilmente, eseguendo questo sistema potrai sbagliare.
    Amedeu e c.

  15. Per Vladimiro.
    Rileggi e segui molto attentamente l’articolo seguente:
    coffeenews.it/pavimento-operazioni-necessarie-per-realizzare-il-piano-del-massetto-del-pavimento#comment-15558
    Amedeu e c.

  16. Salve amedeu, sono sempre maria alle prese con la solita tesina! Oggi avrei una nuova richiesta: Sotto gli igloo devo fare questo magrone. supponendo già fatto lo sbancamento, come si fa a fare il getto del magrone usando picchetti e lenza per farlo in piano? Ogni quanto devo posizionare questi picchetti? e come faccio a metterli perfettamente in verticale per prendere bene le misure..? Grazie mille!

  17. Per Maria.
    In una nostra risposta ti abbiamo detto: “Effettuato lo scavo, controllato il piano con staggia, livella a bolla, oppure con un livello a cannocchiale,…..”
    Usando sempre tali strumenti , segni (con una matita da muratore, con la costa della cazzuola, con un chiodo , o altro) una linea perfettamente orizzontale che segua tutto il perimetro del vano dove effettui il lavoro.
    Devi quindi proseguire come indicato nell’articolo soprastante.
    E’ molto semplice e non è macchinoso.
    Cerca di leggerlo bene.
    E’ un sistema pratico.
    La staggia normalmente usata è lunga mt 2,70.
    Amedeu e c.

  18. buongiorno amedeu….le mie domande qui riguardano i massetti interni che si dovranno effettuare su edifici nuovi…quindi in tutte le stanze. Leggendo nell’articolo la frase “Ad una altezza valutata intorno al metro da terra, tracciamo una linea perimetrale perfettamente orizzontale che fungerà da guida”…..ecco ma quando si traccierà questa linea per cosi dire a “battere i piani” in tutto l’ edificio appunto misurando da terra, (io scelgo ad esempio al metro preciso) si deve misurare considerando la soglia principale messa nella porta d’ ingresso? oppure la misura è indipendende dalla soglia e quindi parte toccando semplicemente il solaio e poi una volta “battuti i piani” posizionerò la soglia perfettamente a bolla e farò la differenza con la misura considerando che la posta o punto fisso andra a 1cm/1.2cm abbondante sotto la superfice piana superiore della soglia? ricontrollando con il metro dalla posta fatta alla linea guida e tale misura si ripeterà in tutto l’edificio?………………queste domande nascono dal fatto che non mi fido dei solai CHE DOVREBBERO ESSERE PERFETTAMENTE IN PIANO, ma avvolte non lo sono e la differenza di dislivello pùo essere determinate.

  19. salve dovrei rifare un bagno ed dovrei smantellare tutto il pavimento vecchio ed rifare tutto il massetto nuovo dovrei rialzarmi ed portarmi alla soglia del vano accanto al bagno dovrei tirare i punti ma non so come iniziare
    sopra ho letto ma non capisco poi un altra cosa siccome non voglio mettere il piatto doccia dovrei dagli una endenza anche al massetto? grazie

  20. Per Stefano.
    Una volta che hai tracciato la linea perimetrale in piano (hai scelto circa 1 metro), arriva fino alla o alle porte esterne.
    Dopo di che, valutando come vuoi piazzare le soglie (troverai gli articoli su questo sito adoperando il pulsante “cerca” in alto a destra), devi “aggiustare i punti fissi in altezza, nel senso che (hai paura a ragione che il solaio non sia in piano) devi trovare in punto più alto di detto solaio, e che prenderai per buono per avere l’altezza minima del massetto.
    Ripartendo con la misura reale da quel punto, dovrai ripercorrere tutto il perimetro aggiustando tutti gli altri punti fissi sulla base dello stesso.
    Questo avverrà anche per la soglia della porta esterna.
    Se il punto più alto ti capita in vicinanza della porta esterna, devi ugualmente ripercorrere tutto il perimetro riportando gli altri punti fissi a quella quota.
    Amedeu e c.

  21. Per Elvis.
    Per il massetto leggi la risposta che abbiamo dato a Stefano proprio sopra alla tua domanda.
    Per Il piatto doccia leggi questo nostro articolo
    http://www.coffeenews.it/ricavare-il-piatto-doccia-dalle-mattonelle-del-pavimento-come-fare
    Amedeu e c.

  22. Per Elvis.
    La linea perimetrale segnata in piano costituirà sempre e comunque un riferimento fisso per tutte le operazioni che dovrai fare, e farla su arricci di nuova costruzione ti costa poco o niente.
    Se intervieni su di un rifacimento pavimento, basterà che, invece della linea, tu segni un segmento in piano sopra ogni punto fisso.
    Amedeu e c.

  23. Buongiorno e complimenti per il sito. Ho demolito il vecchio pavimento e relativo massetto di un garage che è lungo mt.4.40 x3.12, l’ho isolato con il catrame a fiamma (effettuando anche il taglio muri) sul piano che è rimasto in calcestruzzo. Ora dovrei rifare i massetto e ti chiedo: è opportuno dargli una piccola pendenza nella parte posteriore? ( il garage è quasi in piano con la strada). Quanto dovrei dargli su 4.40 mt? 1 cm o meno? Considerando che devo fare il massetto nuovo di 3.5 cm, come calcolo quanti m3 di sabbia e di cemento devo acquistare? Un muratore mi diceva che quando si fa il massetto, bisogna batterlo. Che significa? Per fissare le linee perimetrali, si può anche usare una livella laser o è più efficace i vecchio metodo staggia livella a bolla metro? Anticipatamente ringrazio.

    • Per Luigi.
      Il massetto interno dovrebbe essere in piano, se hai una soglia di ingresso al garage.
      Comunque, puoi dargli la pendenza che desideri (se è per pulirlo meglio)
      Mt 4,30×3,10 x 0,04 = mc 0,55.
      Acquista mc 0,70 di sabbia e 8 sacchi di cemento da 25 Kg.
      Quando la malta cementizia è impastata con acqua, devi stenderla sul pavimento e “tirarla” con la riga di alluminio o di legno che sia.
      Con la cazzuola devi portarti, davanti alla riga, la malta e batterla leggermente con la cazzuola, poi “tira la riga a te con andamento ondulatorio strusciando sulle fasce laterali, in maniera da creare una piano unito.
      Adopera il vecchio metodo: staggia o riga, livella a bolla e metro (da 3 metrii n rollina).
      Amedeu e c.

  24. Perchè ci sono così tanti nomi dello stesso prodotto (coolanti, additivi) in una azienda ?
    Forse perchè più confusione c’è meglio il pesce sguazza ?
    buon lavoro.

    • Per Luigi.
      Un minimo di fiducia in una ditta che produce prodotti per l’edilizia, bisogna pur averla, tanto più se tale ditta è conosciuta per la sua serietà. Altrimenti conviene cambiare e rivolgersi da un’altra.
      Il fatto di dare vari nomi ai diversi prodotti, a nostro parere non ha nulla di strano, in quanto è il prodotto ch va giudicato e non il nome.
      In più la ditta potrebbe numerarli (1-2-3-4 ecc), ed invece per didtinquerli meglio, applica un nominativo scelto.
      Che c’è di strano?
      Amedeu e c.

  25. Per Amedeu

    Complimenti per il sito, ho appreso numerose informazioni molto utili, buon lavoro.

  26. salve amadeu le scrivo per un problema che mi sono trovato in smarrito. non mi è mai capitato, dal solaio sottostante alla soglia ci sono solo tre centimetri di spessore per fare i punti ma io so che per fare un buon massetto che non spacchi nel tempo bisogna mettere 5 cm di cemento:, ho chiamati un muratore e ha messo il regolo sopra la soglia e poi a a fatto il punto on una scaglia di foratella e e amesso un pezzettino di mattonella poi togliendola e lasciando solo il punto che aveva fatto. e mi ha detto di continuare io ripartendo dal qul punnto che creato ma andando avanti alla a fare i punti con regolo e livella sempre dal qul punto che aveva fatto lui, mi sono trovato in mezzo alla stanza che da il regolo strusciava in terra dal punto al solaio e non mi tornava più con quel punto in livella non il motivo ma so che andavano tirati i piani dalla soglia gisto a un metro. ma allora mi è toccato dagli la pendenza per tornare con gli altri punti non so se ha sbgliato il muratore o perchè il solaio partiva in pano da meta stanza e dall’altra in discesa . ora il geometra mi ha detto che non va bene che devo rifare tutto da capo ma non è colpa mi potresti aiutare. se io tiravo i punti con la gomma o metro e regolo e facevo la line perimetrale di riferimento non accadeva questa cosa giusto? o è la soglia che era montata male e per questo è successo tutto ciò o il solaio? come dovrei procedere ora rifacendo tutto da capo? grazie

  27. salve amadeu le scrivo per un dubbio.
    Secondo lei, per il rifacimento di un balcone (massetto, impermeabilizzazione e piastrellatura.
    Io attualmente ho tolto interamente il massetto precedente portandomi sulla soletta.
    Ho provveduto a fare delle fasce in cemento per la rigonatura del batttuto.
    Secondo lei, nella condizione attuale, è meglio posare le soglie con il cemento sul conicione e poi fare il battuto poi mapelastic e piastrellatura .
    Oppure fare il battuto creando l’alloggiamento per le soglie passare il mapelastic , incollare con l’H40 le soglie e poi piastrellare?
    Anticipatamente grazie
    Claudio

    • Per Claudio.
      Le soglie o, come ci sembra di comprendere le “cimase” in marmo o altro, site a coronamento del pavimento del terrazzo, devono avere, nella parte sottostante una impermeabilizzazione, altrimenti l’acqua piovana o di pulizia, con il tempo, si infiltrerebbe fra il bordo interno delle cimase ed il pavimento, con evidente umidità e distacco di parti perimetrali del terrazzo.
      Quindi il Mapelastic o il Nanoflex della Kerakoll vanno posati prima delle stesse.
      Amedeu e c.

  28. Salve,
    vorrei sapere se la porta blindata deve essere montata prima o dopo il pavimento, il muratore dice prima (ho dei mobili in casa e dovrebbero rimanere chiusi a chiave), altri mi consigliano dopo perchè dovendo piastrellare sopra (con colla) potrebbe esser necessario salire più del centimetro previsto.
    Cosa mi consigliate?
    Grazie

    • Per Marinella.
      Di regola, le porte, blindate o meno, si mettono in opera quando la casa è ultimata, pavimenti compresi.
      A meno che non sia un tipo di porta che noi non conosciamo.
      Amedeu e c.

  29. Ciao Amedeu,
    Ho dei grossi dubbi su un lavoro fai da te per un giardino dove dovrei mettere un gazebo circolare in ferro con telo di 3,5m di diametro, il terreno è argilloso e presenta alberi da frutto con un piccolo dislivello, siccome ho paura che con il vento lo possa far volare via quindi lo vorrei ancorare a terra e pensavo di farlo fissandolo a degli autobloccanti in modo da poter ricavare sotto il gazebo anche un posto dopo posizionare tavoli e sedie. Pensavo inoltre di posizionare in una zona limitrofa al gazebo un barbecue in cemento. Mi consigli di mettere il massello in calcestruzzo in tutte e due i pavimenti con le proporzioni spiegate nell’articolo oppure di metterlo solo sotto il barbecue aumentando la gettata di calcestruzzo? Le radici degli alberi possono intralciare la pavimentazione? Come posso fare la pavimentazione in modo circolare? Debbo livellare il terreno in dislivello prima di tutto oppure non importa? GRAZIE e complimenti per il sito pieno di consigli preziosi!!
    Demetrio

    • Per Demetrio
      Devi scusarci per la risposta che non possiamo darti.
      Questo 1° maggio, dopo anni, abbiamo voluto prenderci tre giorni di riposo e le domande nel frattempo accumulate sono state talmente tante che non ce la facciamo a rimetterci in pari con l’arretrato.
      Risponderemo alle nuove domande a partire dal giorno 03 maggio 2013
      Grazie.
      Amedeu e la Redazione

  30. Salve, sto realizzando davanti al terrazzo in giardino, una base rettangolare di circa 330 cm per 4 m. il giardino è di tipo pensile, sopra i box e quindi la terra è 20/30 cm posta sopra altri circa 20 cm di ciotoli. Ho provveduto (non so se ho fatto bene) a togliere la terra intorno all’area da pavimentare e ho fatto un cordolo in cemento armato alto 20 cm e largo 12 cm che poggia su 5 pilastrini sempre in cemento armato che attraversano i ciotoli in profondità per cira 16 cm fino a raggiungere il fondo del giardino. Ho fatto questo per evitare di togliere tutta la terra dalla superfice su cui devo realizzare il massetto., ma solo 5 cm. Ho cercato di seguire la linea del pavimento del terrazzo (non so se cmq è propriamente in piano) tant’è che da un lato ho misurato sul cordolo 4 cm per arrivare al pavimento e dall’altro lato 2,5/3. Volevo cortesemente chiederti: 1) come posso isolare il massetto che andrò a fare sulla superfice interessata? 2) Se poggio una rete elettrosaldata sui cordoli, possso realizzare un massetto che magari sugli stessi abbia poco spessore…che succede?

  31. Ciao Amedeu, grazie per la cortese risposta, però credo di essermi espresso male. In realtà il mio giardino è gia di tipo pensile; il mio problema è come realizzare davanti il terrazzo (quindi nel giardino – sto a piano terra) un ulteriore area rettangolare, con le misure che ho fornito in precedenza, su cui fare un massetto, successivamente pavimentare, e poi chiudere con una tettoia e una veranda. Tieni presente che la mia difficoltà sta nel fatto che la nuova area deve combaciare con la linea pavimentata del terrazzo. Ho realizzato quel cordolo tutt’attorno all’are da pavimentare per evitare di togliere tutta la terra e per cercare di limitare l’umidità che potrebbe passare dalla terra dl giardino alla terra sotto il massetto che vorrei fare. NoN so però se devo dare pendenza al massetto, se lo devo isolare per l’umidità (magari con una guaina a cappotto) . Potrei inviarti delle foto di cio che ho già fatto se si può in qualche modo. Ancora grazie.

  32. Salve qualcuno mi puo’ rispondere ad una mia incertezza ? Ho la casa in restauro ho il portico piano terra di profondita’ circa 180 cm, sara’ da fare il massetto e piastrellare dandoci la pendenza di circa 1.8 cm .Ad un suo lato ho il portoncino d’ingresso dalla strada per entrare e dovrei piazzarci una soglia in pietra.
    volevo chiedere, ma questa soglia oltre che dargli un po di pendenza verso la strada deve seguire anche la pendenza che sara’ data al futuro pavimento cioe’ posandola non in bolla e quindi quando ci sara’ il nuovo portoncino si avra’ la fessura sotto piu’ alta da una parte e quasi radente alla soglia dall ‘ altra?

    grazie mille!

    • Per Carlo.
      Le soglie delle porte, così come i davanzali delle finestre devono essere messi in opera sempre in perfetto piano.
      Al solo pavimento del portico dovrai, invece, dare la pendenza che han deciso.
      Amedeu e c.

  33. Ciao Amedeu ,grazie tante per l’attenzione ,ma allora scusa se io poso la soglia in bolla sulla sua larghezza che e’ 90cm dopo, con il futuro pavimento in pendenza del portico che ci andra ‘ in battuta di fianco non viene a crearsi una diversita’ di piani e quindi uno scalino ?scusa la mia ignoranza su cio’ ma qualcuno mi ha detto che andava messa in pendenza come il pavimento ma non sono mica convinto! grazie tante

    • Per Carlo.
      Non avevi specificato che la soglia aveva una larghezza di 90 cm (Che sono molti).
      Comunque le soglie ed i davanzali vanno messi in piano, con una leggerissima acquatura verso l’esterno.
      L’acquatura è quella piccola pendenza che si deve dare, affinchè le gocce di acqua piovana scivolino verso l’esterno.
      Questa è la regola base.
      Su una soglia larga 90 cm puoi aumentare di poco l’acquatura, ma deve sempre potersi vedere in piano.
      Per convincerti, osserva i riquadri porta e finestra completamente riquadrati di pietra o marmo.
      Osserva alla base i due montanti laterali; noterai che sono sempre tagliati perfettamente a squadra: come deve essere.
      Amedeu e c.

  34. ciao ,si scusa, 90 cm della soglia non sono la profondita’ della stessa anche perche ‘ come dici tu sono molti,ma intendo’ la larghezza o lunghezza chiamiamola cosi’..della stessa che praticamente il portoncino di ferro che e’ 80 cm ci sta sopra .Praticamente la sua misura e’ 90 cm x30cm.
    E’quello che cercavo di capire che se bisognava mettere in pendenza anche il lato da 90 cm in base al pavimento portico con la sua pendenza che ci stara’ di fianco. Premetto che il portico e’ 11mt per 1.9 m e questo portoncino e soglia stara’ sul lato pavimento di 1.9m che sara’ appunto in pendenza.
    Ciao grazie

  35. Perfetto grazie tante Amedeu! Gentilissimo

  36. Cavolo, non riesco a fare i punti fissi in piano e di conseguenza anche le fasce, potete spiegarmi bene come fare le fasce ho visto che qualcuno usa delle fascette sottili di ferro ma a che scopo, grazie

    • Per Paolo.
      Leggi attentamente i nostri articoli e poi prova prima con la sabbia e due righe o ferri diritti da spianare a pari dei punti fissi, battendoli, in maniera uniforme sopra le fasce.
      Naturalmente ti occorre una certa manualità, che se non la possiedi devi acquisirla a forza di provare.
      Sono operazioni semplicissime; ci vuole solo un poco di calma.
      Amedeu e c.

  37. Grazie ma non riesco a fare due punti fissi uguali ci sono sempre un paio di mm di differenza può essere trascurabile o bisogna essere precisi al mm? Poi perché con la livella lunga mi dà livello corretto se poi la misura con la bolla corta mi da un fuori livello?
    Grazie

  38. E vero che con una riga lunga un metro e una livella , si può calcolare l gradi di dislivello di una strada , misurando l’altezza della verticale . Grazie

    • Per Giovanni.
      Un metro è poco, per misurare l’angolo con precisione, a meno che la strada non sia un rettifilo preciso in salita, per cui ti occorre una distanza ed una altezza maggiore.
      Comunque puoi calcolarlo con la trigonometria, applicando la formula di un triangolo rettangolo, dove un cateto (A) è uguale all’ipotenusa (C) per il seno dell’angolo opposto al cateto (alfa).
      http://it.wikipedia.org/wiki/Triangolo_rettangolo
      Di conseguenza svolgi la formuletta e con la calcolatrice scientifica puoi calcolare l’angolo alfa.
      Amedeu e c.

  39. vorei sapere se posso falzare il maseto del bagno di 11 cm se no coza si fa?

  40. Salve a tutti sono una new entry evrei un problema da sottoporvi.

    L’intervento da realizzarsi consiste nel rifacimento di pavimentazione (80 mq circa) che inizialmente consisteva in parquet sul quale in passato era stata incollata della moquette.

    Per quanto predetto l’idea iniziale era quella di riqualificare il parquet esistente attraverso lamatura e lucidatura, ma dopo aver rimosso lo strato di moquette sovrastante è emerso come il parquet fosse in uno stato di conservazione e manutenzione pessimo soprattutto a causa di numerose infiltrazioni e perdite di acqua verificatesi negli anni e provenienti dai bagni confinanti.

    Si è pertanto prevista la sostituzione dell’attuale pavimentazione, mediante la demolizione del massetto esistente fino a raggiungere la caldana sulla quale sarebbe stato posato uno strato di polietilene, a seguire mapecem ed infine parquet prefinito.

    Durante le operazioni di demolizione è emerso come il solaio sul quale intervenire non sia piano ma costituito dai seguenti strati: parquet, massetto (in pessimo stato di conservazione), materiale di riempimento, solaio a volta in laterizio.

    Alla luce di quanto sopra demolire fino a raggiungere la volta per poi realizzare ex novo il nuovo pacchetto di solaio potrebbe essere una delle soluzioni , ma vorrei sapere se qualcuno di voi ha altre idee oppure ha trattato un caso simile.

    Grazie e saluti.

    AT

    • Per Alfredo.
      Effettuando un simile lavoro su di un solaio a volta (Mattoni per piano o per coltello?), occorre agire con oculatezza e competenza.
      Il lavoro in se stesso, se ben eseguito può essere ottimale, ma deve avvenire sotto la sorveglianza di un tecnico professionista abilitato che ti effettui la Direzione dei lavori.
      Costui si prenderà la parcella ma anche le relative responsabilità.
      Amedeu e c.

  41. salve
    vorrei chiedere gentilmente qualè la procedura per fare un impasto con la betoniera per realizzare un massetto (che non sia troppo morbido o troppo duro) ?
    tra la realizzazione dei punti e poi delle fasce e poi ancora del massetto. deve passare un giorno tra una fase ed un altra ?
    ringrazio anticipatamente per la risposta

    • Per Nicola.
      I muratori eseguono le fasce ed il massetto, quasi contemporaneamente, aiutandosi con due righe di alluminio battute sopra le fasce stesse, poi “tirano” la malta cementizia con un altro regolo di alluminio.
      Dopo di che fanno arretrare i regoli sulle fasce, riempiono i solchi lasciati nelle fasce già tirate e procedono così.
      Nel tuo caso, se non sei esperto, ti conviene fare seccare le suddette fasce (Anche un giorno), e quando tiri il massetto, stai attento a non strusciare troppo la riga di alluminio sulle stesse, in quanto asporteresti via della malta, creando degli avvallamenti nel massetto.
      Circa la consistenza della malta, deve essere media, nel senso che non devi faticare eccessivamente a tirarla con il regolo
      Amedeu e c.

  42. Salve amedeu…..una domanda pratica….devo fare un po’ di massetto sabbia e cemento….ma non mi ricordo piu la dosatura…..esempio: una cariona di sabbia quanti sacchi ci devo mettere di cemento?il massetto e’ per casa il peso massimo che deve reggere e’ quello quotidiano dell’interno casa……grazie tante anticipamente.

  43. salve amedeu avevo fatto una domanda ma e’ sparita…..chiedevo devo fare il massetto in casa e lo faro’ sabbia e cemento….ma non mi ricordo con una cariola di sabbia quanto cemento mettere…..un altra domanda…dovro’ realizzare una parete divisoria sopra al solaio in legno e volevo chiedervi a voi che tipo di muratura mi consigliate…..la parete verra eseguita sopra ad uno dei travi principali…..grazie anticipamente

  44. Buongiorno sig. Amedeu,
    sto ristrutturando un appartamento. Al termine delle demolizioni dei massetti preesistenti è risultato che il solaio è inclinato di circa 8 cm su una lunghezza di 10 metri. Il precedente massetto era realizzato per attenuare parzialmente questo dislivello ( spessore lato piu basso 8 cm, lato piu alto 3 cm) le finestre e le aperture delle porte sono inclinate secondo il piano solaio. La ditta incaricata dei lavori mi ha detto che riuscirebbe a relizzare un massetto a regola d’arte senza bisogno di correggere le pendenze. A me non fa piacere creare un gradino all’ingresso (punto piu basso del solaio) ma inizio a temere che la soluzione proposta non mi garantisca una esecuzione a regola d’arte e che, oltre che esteticamente, mi ritrovi poi con un appartamento dove incontrerò problemi nella apertura porte e posizionamento degli arredi. Cosa mi consiglierebbe ? Il gradino o il pavimento inclinato ?

    Grazie

    • Per Giovanni.
      Ma le aperture porte e finestre pur essendo inclinate rispetto alla linea del solaio, sono in piano con la livella ?
      Se si, hai 2 possibilità: spezzare la linea inclinata creando uno scalino intermedio, oppure portare tutto in piano adoperando un massetto alleggerito tipo il LecaMix facile della Leca.
      http://www.coffeenews.it/massetti-premiscelati-leggeri-per-molti-usi-in-edilizia-come-fare
      Tale massetto pesa circa la metà (1000 Kg/mc) di quelli cementizi standard, però, prima di effettuarlo, dovresti far controllare la struttura del solaio dal tuo tecnico direttore dei lavori.
      Amedeu e c.

  45. Ciao Amedeu,
    posso rifare il massetto in una sola stanza?
    Ho avuto pareri discordanti.

    Grazie

    • Per Luigi.
      I massetti cementizi, qualunque sia il solaio di sottofondo, una volta gettati in opera si attaccano tenacemente al sottofondo stesso.
      Per cui demolirli diventa un lavoro improbo e faticoso.
      Rischi di asportare anche parti del solaio stesso, tipo l’estradosso dei blocchi o pignatte, oppure le mezzane o pianelle (Solaio In legno).
      Per cui ti consigliamo di valutare bene la situazione e di affidarti, eventualmente, all’esperienza di un buon muratore del luogo.
      Amedeu e c.

  46. Grazie Amedeu.
    Il problema è che mi hanno tolto più volte delle piastrelle nella cucina perchè messe storte e, nel toglierle, hanno asportato parte del massetto superficiale (massetto magro). Non vorrei che posandole (per la terza volta) sul massetto, comunque rifatto qualche mese fa, mi comporti problemi. I posatori (altra ditta) dicono di no.

    • Per Luigi.
      Dovremmo vedere attentamente questo arriccio di sottofondo per darti una risposta attendibile.
      Questo può farlo la ditta che ti eseguirà il lavoro e alla quale, prima di iniziare, potrai richiedere un impegno scritto di rifarti completamente il rivestimento, qualora le piastrelle si dovessero staccare nel giro, (Per esempio) di due anni.
      Amedeu e c.

  47. salve ho rimosso due strati di piastrelle da una stanza che ha soletta a volta come quella del mio soffitto .sotto le piastrelle e al sottofondo sabbia cemento ho trovato un grosso strato di ceneri e scarti fusi di fonderia usati per livellare la volta. per rifare pavimento come posso preocedere?devo rimuovere le ceneri di riempitivo? saluti!

    • Per Roberto.
      Le volte sono tra i solai soffitti più resistenti, ma occorre risanarli nella maniera giusta.
      Non devi affrontare tale intervento da solo, ma devi farti seguire da un tecnico direttore dei lavori, che vista la situazione in loco saprà dirti cosa fare e cosa non fare.
      La cenere potrebbe essere sostituita da un impasto di argilla espansa, con soprastante soletta armata con rete elettrosaldata.
      Ma sono lavori che deve approvare e autorizzare detto tecnico, che oltre che alla responsabilità si prenderà anche la dovuta parcella.
      Amedeu e c.

  48. Salve e complimenti per il sito.
    Mi sto accingendo a ristrutturare casa e ho dei dubbi su come procedere per realizzare in modo corretto il vespaio e massetto, Avendo uno spazio utile di 30 centimetri da suddividere come segue:
    5 cm Magrone
    10 cm cupolex
    5 cm massetto
    4 cm magatelli
    3 cm listoni in legno massiccio
    1 quesito,
    avendo un fondo di terra e sassi posso evitare di fare il Magrone?
    2 sotto gli igloo posso far passare oltre gli scarichi l’impianto elettrico?
    3 è indicato a affogare i magatelli nel massetto, così facendo potrei mettere un igloo di una misura superiore.
    Ultima domanda il massetto deve essere ancorato nei muri perimetrali?
    Grazie anticipatamente.

    • Per Vincenzo.
      Se hai un fondo solido, sarà indispensabile piazzare i cupolex in piano e poi mettere la rete elettrosaldata nel massetto da 5 cm.
      Circa i magatelli, è normale l’applicazione affogata in calcestruzzo e magrone, per cui valuta tu?
      L’impianto elettrico è sconsigliabile farlo passare sotto gli igloo, specie se di minima altezza.
      Con il tempo i corrugati, sia pure quelli migliori, possono darti problematiche e la condensa riempire gli stessi.
      Ti troveresti, a nostro parere, a rifare l’intero impianto.
      Per evitare l’umidità di risalita, il massetto andrebbe tenuto staccato da una striscie (Guaina elastomero) posta tra muro e vespaio.
      Amedeu e c.

      • Grazie per la tempestiva risposta, ma ho un dubbio sullo spessore del massetto per affogare i magatelli di 3cm. di spessore.
        Esiste una regola?
        Questo dubbio perché ho l’impressione che affogandoci i magatelli l’intera struttura risulti indebolita
        Saluti Vincenzo.

        • Per Vincenzo.
          Sono lavorazioni che necessitano di essere viste e questo non ci è possibile.
          Tali lavori dovresti farli con l’ausilio di un tecnico direttore dei lavori, il quale, oltre che alla parcella si accollerà anche le dovute responsabilità.
          Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.