Quadro completo dei tubi e raccordi in PVC per l’edilizia.

Abbiamo sempre parlato  delle tubazioni e dei raccordi in PVC, che vengono usati in edilizia, per le fognature bianche e nere, ma non abbiamo mai presentato il quadro completo di tutta la gamma che il lettore può trovare, per effettuare qualsiasi lavoro; Il lettore ha diritto di conoscere anche il nome  di ogni singolo raccordo, per chiedere il prodotto nei magazzini edili.

Cerchiamo, in questo nostro capitolo di presentare la serie completa, con la speranza che possa servire da guida per coloro che ne hanno necesstà.

Chiariamo che i tubi in PVC si trovano di colore avorio, che vengono usati normalmente per scarichi pluviali  e che hanno un ridotto spessore, poi ci sono di colore rosso o arancione, che sono spessorati e vengono usati per tutte le opere fognarie.

Oggi parliamo di questi ultimi.

Abbiamo attinto le figure ed indicazioni dal catalogo della ditta Centro Plast s.r.l   (www.centroplastsrl.it) che fabbrica e commercializza tali manufatti.

Sopra, un tubo e 2 curve aperte a 45° in PVC rosso o arancione.

Di seguito vi mostriamo 3 tabelle, con visibili tutti i tipi di raccordi che possiamo trovare, per adattare una canalizzazione fognaria alle nostre esigenze; in commercio ne troviamo anche di altre ditte, con lievi variazioni rispetto a quelle presentate adesso: il lettore, comunque, individuata la figura ed il nome generico, saprà poi cosa chiedere in caso di necessità.

      CLICCARE SULL’IMMAGINE

Sono presenti le curve a squadra, comunemente dette a 90°, anche se poi la loro misura varia intorno agli 88°; abbiamol e curve aperte a 45°, le brache o "braghe", fatte ad Y e che incanalano 2 diversi rami fognari.

Queste ultime servono essenzialmente nelle colonne montanti dei fabbricati, per incanalare lo scarico del vaso alla colonna principale, mentre il ramo diritto della braca sale verso l’alto, fino a sopra il tetto, dove rimane aperto quale sfiato della tubazione.

      CLICCARE SULL’IMMAGINE

Vediamo anche i raccordi a T, i sifoni con tappo e quindi ispezionabili, le prolunghe, le riduzioni, i tappi a chiudere.

      CLICCARE SULL’IMMAGINE

E’ necessario avere una visuale completa di tutti questo raccordi, in quanto nel corso di un lavoro è possibile fare una programmazione preventiva e trovare poi la via più facile e pratica  per stendere le tubazioni.

I tubi spessorati  dei quali oggi vi abbiamo parlato, normalmente si trovano nella gamma che va dal diametro di mm 40 a mm 500.

Da chiarire, che le tubazioni più usate in edilizia sono quelle del diametro da 100 e da 125 per le colonne principali  e da 40 per gli allacci ai vari apparecchi sanitari delle cucine e dei bagni.

Per passare da una tubazione con un certo diametro ad un’altra di diametro diverso, è necessario usare delle riduzioni,(meglio visibili nella immagine soprastante), le quali possono essere centrali o eccentriche.

Normalmente tali riduzioni si usano scalando da quella di diametro maggiore a quella di diametro inferiore, però presso i magazzini edili si trovano anche le riduzioni contrarie alle prime.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA

di Amedeu

2 commenti

  1. Salve. Devo rifare l’impianto di scarico del bagno. L’appartamento ha più di 30 anni. Ho chiamato diversi idraulici per un preventivo. Venuti a casa gli idraulici hanno hanno visto che i tubi di scarico sono quelli neri e non possono collegarli con quelli grigi che si usano adesso. Hanno bisogno di un utensile che li unisca e molti idraulici ne sono sprovvisti. Volevo chiedere se questa cosa è vera e se ci sono altre soluzioni. Grazie

    • Per Danilo.
      Ci sembra alquanto strano che ti abbiano dato una tale risposta.
      E’ pur vero che ti sei limitato a dire che i vecchi tubi sono neri, per cui potremmo pensare che sono di polietilene, oppure di ferro zincato tipo mannesman, con uno strato di ruggine esterno (E interno):
      In ogni caso, a meno che l’impianto non sia proprio da “Buttar via” perchè estremamente vetusto, si possono trovare in commercio (Presso i magazzini di idraulica, edili o grandi magazzini tipo Leroy Merlin) dei raccordi realizzati in maniera tale che a un tipo di impianto si può collegare qualsiasi altro tipo di impianto.
      Probabilmente l’apparecchio cui accennavano gli idraulici serve per le tubazioni in multistrato, ma anche per le stesse, si possono usare semplici raccordi a stringere.
      Come consiglio, ti diamo quello di fare eseguire un sopralluogo da un tecnico professionista termoidraulico (Pagandolo per il suo sopralluogo) e di stare a quello che ti consiglia.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.