Trattamento protettivo di un tetto o di un solaio in legno. Fai da te

Una volta realizzato un solaio o un tetto con travi e travicelli in legno, necessita eseguire un trattamento protettivo di lunga durata.

Detto trattamento deve interessare anche le mezzane o pianelle in cotto interposte fra i travicelli.

Le operazioni protettive che andremo a fare, devono essere significative dal punto di vista della protezione contro i tarli ed il tempo, ma devono servire anche a far risaltare la intera struttura ed abbellirla, in quanto facente parte dell’interno di una abitazione.

Vedere i soffitti delle abitazioni con l’orditura lignea trascurata è sempre sintomo di mancata cura della costruzione dal punto di vista manutentivo conservativo.

Veniamo a parlare di come agire e quali prodotti usare.

Molti solai in legno sono stati imbiancati con pittura a calce nel corso degli anni; tale imbiancatura normalmente ricopre anche le mezzane in cotto.

In ogni caso, va effettuata una pulizia completa, adoperando una idonea sabbiatura.

Riportato il soffitto al pulito, va effettuato un trattamento  a mezzo di vernici trasparenti , in maniera da fare risaltare il legno e nello stesso tempo proteggerlo.

Nelle foto che seguiranno vi faremo vedere come si opera. L’intervento avverrà in un solaio ricostruito, ma la prassi da seguire, comunque, è sempre la solita.

Chiariamo, che il trattamento antitarlo, sempre necessario per il legno, era stato già eseguito prima di rifare gli intonaci interni della casa, usando uno specifico ed ottimo prodotto: il Vip Woody della j Colors, comunque in commercio ne esistono anche molti altri.

Sotto vediamo i solai come si presentavano dopo l’esecuzione degli intonaci:

CLICCARE SULL’IMMAGINE

La polvere accumulata sul solaio (In questo caso è un solaio in pendenza della copertura) deve essere tolta usando prima uno straccio asciutto e quindi una spugna immersa in acqua pulita:

CLICCARE SULL’IMMAGINE

I solai lavati, una volta asciutti, si presenteranno come sotto:

CLICCARE SULL’IMMAGINE

A questo punto effettueremo la prima operazione, che consisterà nel passare una mano di vernice trasparente antispolvero sulle mezzane in cotto.

Il prodotto usato è il "Primamano" della Marbec

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Si presenta in colore bianco latteo e viene dato a pennello sulle mezzane; una volta seccato diventa trasparente e ravviva il sottostante cotto.

Vedi il suo impiego:

CLICCARE SULL’IMMAGINE.

Terminato di passare il Primamano sulle mezzane in cotto, dovremo trattare i travicelli e le travi in legno.

Per tale scopo abbiamo scelto un impregnante trasparente a cera, della Syntilor,  tendente leggermente al colore scuro delle travi.

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Pazientemente, a pennello, con calma abbiamo passato il prodotto impregnante sulle travi e sui travicelli:

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Una volta scesi dal ponteggio abbiamo controllato il lavoro effettuato ed ecco come ci appare:

CLICCARE SULL’IMMAGINE

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA IN EDILIZIA.

di Amedeu

27 commenti

  1. In merito all’articolo riguardante lo sfiato per evitare la diffusione di cattivi odori in un bagno vorrei chiedervi quale dovrebbe essere il diametro minimo del tubo di sfiato per una colonna di scarico in un condominio comune a 6 appartamenti ciascuno con un solo bagno e se esistono normative al riguardo.

    Grazie .
    Gian Luca.

  2. Per Gianluca.
    Per 6 appartamenti va bene uno sfiato da 100 mm.
    Ritengo che il regolamento edilizio del tuo Comune non entri in merito del diametro degli sfiati.
    Una normativa su tale argomento, ammesso che esista, dovrebbe trovarsi presso l’Ufficio ASL che cura i pareri igienico sanitari sulle pratiche edilizie.
    Amedeu

  3. Ho il solaio con travi in legno e pianelle, vorrei sapere se è possibile dare un unico prodotto impregnante a spruzzo per tutto (travi e pianelle, visto che le travi sono state già trattate prima della posa con antimuffa e antitarlo

    grazie
    Saluti

  4. Per Ermanno.
    Come avrai letto nell’articolo dal quale ti rispondiamo, noi abbiamo preferito usare due diversi prodotti.
    Non è escluso che in commercio ne esistano come da te richiesti.
    Onestamente, al momento non siamo in grado di darti una risposta adeguata.
    Puoi fare una ricerca accurata su internet ricercando “impregnante a spruzzo per legno e cotto” e vedi se trovi qualcosa di utile
    Attenzione però! Leggi sempre attentamente le loro schede tecniche.
    Amedeu e c.

  5. Mio cugino residente all`estero nella sua casa qui`in Sicilia dovendo rifare il tetto di una stanza,l`ha fatto realizzare in legno con travi a vista,il problema e`che hanno messo un legno grezzo non trattato in alcun modo e adesso in vari punti ci sono forellini e segatura per terra.Non potendo in alcun modo poter intervenire sulla parte interna a contatto col soffitto,bastera´TRATTARE LA parte inferiore,cioe`quella che vediamo noi e in questo caso,in che modo?Grazie.

  6. Per Cinzia.
    Se nelle travi vedi dei forellinii e della segatura a terra, possono essere i tarli e non altri insetti più dannosi tipo le Termiti Rossi del Legno.
    Il trattamento dovrebbe essere fatto con un antitarlo iniettato nei fori con una normale siringa.
    Ti consigliamo però, prima di procedere a questa operazione, di fare vedere le travi da un esperto falegname del luogo.
    Dopo il sopralluogo vi consiglierà quale trattamento globale dovrete fare.
    Amedeu e c.

  7. Grazie Amadeu,purtroppo oggi ho avuto la conferma che trattasi proprio delle temute termiti,con mio marito abbiamo spruzzato le travi con un liquido antitarlo fino a irrorarle e venivano giu`a decine,erano circa duecento e quando siamo andati via ne cadevano ancora.Pensi che questo trattamento possa bastare?se dopo le festivita`non troviamo piu`segatura,potremo procedere con la verniciatura e se si,ci dovremo passare prima l`impregnante?Grazie ancora

  8. Per Cinzia.
    Se sono le termiti Rossi devi leggere i tre articoli che troverai su questo sito.
    Leggili attentamente, in quanto è una problematica che abbiamo dovuto affrontare personalmente.
    Nel riquadro “ricerca” in alto a destra inserisci le parole “termiti rossi” e poi premi GO.
    Non trascurarle perchè possono causarti danni molto gravi.
    Amedeu e c.

  9. Preg.mo Amadeu,mi perdoni se la disturbo ancora,ma guardando le foto allegate ai suoi articoli,devo dire che gli insetti visti da me non gli somigliano affatto,sembrano piu`comuni formiche anche se mi e`sembrato che la testa finisse con dueantennine a “forbice”,dico mi e`sembrato perche`erano molto piccole e tutte bagnate dal liquido antitarlo,intanto uscivano dalla parte superiore delle travi e nelle stesse non si notano buchi,inoltre la segatura trovata e`sia a scagliette che farinosa.Non abbiamo visto neanche da nessuna parte quella specie di residuo che cola dalle travi o sui muri,anche se le travi appaiono intatte come descritto nel suo articolo e la segatura in tre mesi di casa chiusa corrispondeva a circa mezzo chilo,che sia un`altra specie di termiti?Grazie ancora per la sua chiarezza e gentilezza nel rispondermi.

  10. Per Cinzia.
    Se dopo avere chiamato il falegname come ti aveamo suggerito, rimani sempre nel dubbio, non ti resta altro che cercare una ditta di antinfestazione di insetti, che troverai su internet.
    Richiedi un sopralluogo e ti individueranno immediatamente il tipo di trattamento da eseguire.
    Noi da lontano non possiamo aiutarti più di quel tanto.
    Amedeu e c.

  11. Ciao, ristrutturando la mia casa ho trovato un soffitto con travi e tavelle vecchie, credo di 70-80 fà, se non di più. ora l’ho fatto sabbiare però non è venuto bello come pensavo. che prodotti posso dare ai travi e alle tavelle per creare un bel soffitto?
    Grazie ciao

  12. Ciao ho un solaio in legno di abete e pianelle, pulendo le pianelle dalle macchie di intonaco e finitura delle pareti, mi sono accorto che anche le travi(spoche come le pianelle) verrebbero pulite bene ,ma si puo usare una soluzione di acido muriatico e acqua 1 a 10 o potrei causare danni al legno

  13. Per Jury.
    Di solito una soluzione a basso contenuto di acido muriatico si usa per togliere l’efflorescenza causata dall’umidità di risalita nelle murature.
    Per le travi in legno, non sappiamo con esattezza; possiamo però dirti che nei migliori magazzini edili vendono dei prodotti liquidi per ripulire le travi.
    Comunque se vuoi fare una prova con la soluzione di acido muriatico (magari su di una superficie modesta), usa guanti, occhiali e lavora con oculatezza.
    Amedeu e c.

  14. Salve, io abito in prov. di Ferrara e vivo in un appartamento da quasi 5 anni (comprato appena finito di costruire) Questo appartamento ha le travi a vista in legno
    Vorrei sapere se è una cosa buona o meno che dopo 5 anni (a novembre li compie) esca ancora resina dalle travi? Perora le ho notata la fuoriuscita solo nella parte esterna alla’appartamento (per intenderci il “tettuccio” che copre il balcone
    Grazie

  15. Per Gozza.
    Probabilmente è un legno ricavato da un a pianta resinosa.
    Il problema non dovrebbe essere preoccupante, però se vuoi, puoi farla vedere da un falegname di zona che ti indicherà i prodotti per eventualmente trattarla contro tale inconveniente.
    Amedeu e c.

  16. Salve, ho appena acquistato una casa padronale nella quale vi sono delle splendide travi in legno e altrettanto belle pianelle. Unico problema è che il vecchio proprietario ha dato 2/3 mani di impregnante color marrone chiaro circa 16 anni fa….ed ora risultano rovinate. Posso eliminare in qualche modo il vecchio impregnante (forse carteggiandolo…ma ho paura di rovinarle) e quindi ripitturare, sempre con impregnante, ma più “leggero” diciamo trasparente per far risaltare la bellezza del legno?
    Grazie
    Daniele

  17. Per Daniele.
    Quando un soffitto viene riportato al pulito, di solito si usa sabbiarlo.
    Abbiamo compreso che non è il tuo caso, in quanto non vuoi rischiare di perdere la bellezza del legno.
    Prova allora a “sistemarlo” a mano, con molta pazienza , usando magari i prodotti di cui al nostro articolo.
    Amedeu e c.

  18. Salve Amedeu.
    Da poco sto restaurando una vecchia cantina dei miei nonni, ho cambiato le vecchie travi uso trieste e le ho sostituite con delle uso fiume.Le vecchie erano marcite in alcuni punti, dopo 50 anni, tanta acqua, tarli e formiche.
    COme ti dicevo ho messo 3 travi uso fiume e listelli da 3 cm, tutto in abete.
    L’unico trattamento che ho dato è stato un antitarlo acquistato da Bricoman, ma leggendo dei post online consigliano di non utilizzare antitarli con petroli e derivati vari.Questo prodotto è a base di petrolio.
    Ora ti chiedo,considerato che non posso eliminare la mano data, come posso ancora trattare il legno per prevenire al massimo l’arrivo dei tarli???Un impregnante o una mano di lucido?Considera che fra qualche anno ci metterò del vino e non vorrei che odori chimici influissero sulla qualità.Penso comunque che in questi anni gli odori dei prodotti svaniranno.Grazie!

    • Per Giovanni.
      Avendo già dato una mano di un prodotto impregnante alle travi, devi riuscire a trovare un altro prodotto che si accomuni alle caratteristiche del primo, anche se non contiene petrolio.
      Vi sono dei negozi specializzati in vernici e pitture varie, che hanno cataloghi di tutte le marche, oltre che ad una vasta esperienza in materia di trattamento.
      Di solito si passa l’antitarlo, ma, sappi, che talvolta è necessario combattere contro insetti ben più pericolosi.
      Leggi questo nostro articolo http://www.coffeenews.it/termiti-una-piaga-sottovalutata-per-i-solai-in-legno-cosa-fare
      Con questo non vogliamo spaventarti, ma anzichè affidarti al sentito dire, vai direttamente da esperti della materia, e li troverai nei grandi negozi suddetti.
      Amedeu e c.

  19. Buongiorno, ho appena ristrutturato casa lasciando a vista l antico soffitto di travi in legno e mezzane in cotto ma cadono parecchia polvere e piccoli calcinacci . Mi sono rivolta alla ditta che ha eseguito il lavoro e hanno messo del silicone nelle fessure ma il problema persiste. Esistono uno o più prodotti da dare all intero soffitto x eliminare il problema? Grazie mille, Marisa

  20. I travi in legno che sporgono all’esterno…..dal tetto…trattati con le sostanze giuste…..ogni quanti anni bisogna ri-apponteggiare per ritrattare detti travi!? Visto che all’interno no agiscono eventi atmosferici? Oppure il Trattamento Iniziale È Durevole nel Tempo!?
    vi Ringrazio se sarete esaustivi……..

    • Per Antonio.
      Occorre che tu tenga sotto osservazione dette travi (Un poco come le persiane di legno), e quando vedrai che le stesse presentano una superficie arida e troppo asciutta (tipo invecchiata), sarà allora il caso di rifare un trattamento.
      Non è facilmente calcolabile il tempo che passerà.
      Amedeu e c.

  21. Buongiorno, avrei una domanda relativa alle mezzane: nel soffitto a vista le mezzane sono state sabbiate (microsabbiatira) ma il soffitto è composto da mezzane recenti e più antiche. Alcune sono anche “puntinate” o con ” lacrime/ colate” di cemento. Infatti il tetto ahimè è stato cementato da sopra con cemento misto acqua(?)e in alcune parti si è fissato sulla mezzana. Ho carteggiato opacizzando il cemento e schiarendo a punti la mezzana.
    PRATICAMENTE:
    Vorrei dare un antispolvero:
    1) Esistono antispolvero leggermente colorati/tonalizzati per uniformare e ravvivare il colore delle mezzane?? 2)
    In un paio di punti poi sono state sostituite le mezzane , ma il muratore ha effettuato un rattoppo poco gradevole con albazzana :
    2)E’ possibile dare una pittura che si avvicini al colore classico (rosso/arancione) della mezzana??
    Grazie dell’attenzione Greta

    • Per Greta.
      In questi casi diventa molto difficile uniformare le mezzane che si vedono a soffitto.
      Purtroppo, crediamo che sia successo a tutti il fatto del cemento che cola dalle fessure fra una mezzana e l’altra, e l’unico sistema per rimediare, è quello di pulire immediatamente con una spugna leggermente imbevuta di acqua.
      Puoi cercare e trovare prodotti liquidi per togliere il cemento, ma non siamo mai stati fortunati nel riuscirci completamente.
      Amedeu e c.

  22. Bravo Amedeu e c. , siete molto utili

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.