Come pulire gli oggetti in ottone adoperando dei prodotti di uso quotidiano

L’ottone è un metallo che ha la particolarità che con il tempo tende a corrodersi formando in superficie uno strato di colore marrone spento, che si può rimuovere facilmente con specifici prodotti per lucidare i metalli; ebbene, noi vi diremo come pulire gli oggetti in ottone adoperando dei prodotti di uso quotidiano.

Talvolta tali prodotti tuttavia non sono sufficienti per rimuovere gli spessi strati che si formano, specie sugli accessori in ottone delle porte esterne.

Questi oggetti si devono allora trattare con una soluzione formata da:

– un cucchiaio da tavola pieno raso di sale

– un cucchiaio di aceto

Infine il tutto va sciolto in 275 ml di acqua calda, da applicare abbondantemente sulla superficie corrosa usando una comune paglietta di ferro molto fine normalmente usata per cucina; comunque reperibile presso tutti i negozi di ferramenta e di articoli casalinghi.

Dopo di che si deve lavare il metallo di ottone in acqua calda, alla quale si è aggiunto un poco di comune detersivo tipo quello usato dalle massaie in cucina.

Pulitura dell’ottone con sale e aceto

Molte volte sugli oggetti in ottone, specie quelli esposti alle intemperie, si formano dei depositi verdastri, detti anche di verderame.

Il verderame è sintomo che sta avvenendo una corrosione più seria che può lasciare butterato il metallo, che deve, quindi, essere pulito al più presto possibile.

Apriamo adesso una parentesi per i nostri lettori, richiamandoli all’attenzione dei metalli in ottone posti nei bagni, tipo le cannucce, i sifoni e i flessibili dei vari apparecchi sanitari, scaldabagno compreso.

Allorchè noterete su tali oggetti la formazione del verderame circondato da un alone calcareo, affrettatevi a pulirli immediatamente con la paglietta di acciaio, altrimenti in poco tempo si presenterà una corrosione irreversibile con perdite di acqua che vi costringeranno a cambiare questi accessori con notevole fastidio e spesa.

Adesso riprendiamo il nostro articolo, procurandoci un contenitore in alluminio (Una vecchia pentola da cucina) e nel caso non la abbiate, dovrete adoperare questo altro sistema: rivestite l’interno di una bacinella di plastica con dei comuni fogli di alluminio da cucina e dopo aver legato un pezzo di cordicella a tutti gli oggetti di ottone, posate gli stessi sui fogli di alluminio.

Quindi dovrete sciogliere una tazza di soda per usi domestici in 2,25 litri di acqua calda versando poi la soluzione nella bacinella fino a coprire completamente gli oggetti.

Dovrete aspettare che la soluzione emetta delle bollicine per circa cinque minuti, dopo di che si potranno sollevare con la cordicella gli oggetti, rimettendo nella bacinella quelli che risultano ancora coperti dal verderame e corrosi.

Se necessario ripetere il trattamento più volte.

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.