Un sistema costruttivo di Cappotto Termo Sismico costituito da due pannelli in EPS autoestinguente con distanziatori interni

Un sistema costruttivo di Cappotto Termo Sismico costituito da due pannelli in EPS autoestinguente con distanziatori interni e che vale la pena di conoscere per la rapidità di montaggio, per le caratteristiche isolanti, nonché per la possibilità di getto di calcestruzzo strutturale, in maniera da ottenere la solidità in zona sismica e l’ottima coibentazione termica dell’edificio.

I due pannelli in EPS autoestinguenti sono disponibili in spessori variabili da 50 a 225 mm – combinabili fra loro in funzione dell’isolamento desiderato (In base alla certificato CE –  norma EN13163 – classe EPS 150).

Il sistema che oggi vogliamo far conoscere ai nostri lettori è denominato “Thermo Cappotto Sismico” ed è prodotto dalla ED System – 08040 Loceri (Ogliastra).

Caratteristiche:

“ Il pannello interno viene installato a ridosso della parete esistente ed ha sempre uno spessore di 50 mm.

I pannelli sono collegati tra di loro a mezzo di distanziali in polipropilene (PP) ad alta densità disponibili in quattro larghezze, per generare setti di CLS di 15/20/25/30 cm.

I pannelli permettono il contenimento del getto del calcestruzzo, abbinando alla funzione di cassero a perdere, le elevate caratteristiche isolanti del polistirene.

Il sistema di incastro (M/F) degli elementi consente il rapido impilaggio dei vari corsi (ogni pannello può essere ruotato e/o ribaltato ottenendo in ogni caso il perfetto accoppiamento e evitando la fuoriuscita di boiacca durante i getti del CLS strutturale.

Il distanziatore plastico brevettato ED System ed unico nel suo genere, permette di garantire il corretto posizionamento delle barre di armatura all’interno dello strato di calcestruzzo; questo in quanto ha integrato le sedi per la posa del ferro orizzontale, e di quello verticale, garantendo così il rispetto delle prescrizioni stabilite dal progettista strutturale.

L’impostazione predefinita delle armature è di 20×30 cm (verticale e orizzontale), ma in zone particolari (tipo angoli, architravi, spalle finestre etc…) si può infittire a 10x30cm.”

In questo modo, anche se lo spessore è ridotto, è possibile garantire un copri-ferro adeguato.

Sia le barre orizzontali che quelle verticali saranno sempre vincolate senza avere la necessità di legature extra.

In definitiva questo nuovo tipo di cappotto termo sismico non necessita di casseratura, poiché gli strati di isolante hanno anche la funzione di contenere il getto di calcestruzzo strutturale realizzato in opera.

Pochissimi rinforzi in punti ben definiti permettono il getto per l’intera altezza di interpiano senza interruzione di continuità.”

Non ci addentriamo in altri particolari tecnico illustrativi, rimandando i nostri lettori, che saranno interessati da questo particolare Thermo Cappotto Sismico, a visitare il sito della ED System – 08040 Loceri (Ogliastra), dove troveranno tutte le indicazioni esaudienti.

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo.

Consultate l’elenco “Categorie” a destra, dove troverete dettagliati tutti i lavori per la costruzione e manutenzione di un edificio

di Amedeu

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.