Come montare una veneziana.

Affrontiamo insieme le modalità di montaggio di una veneziana.

La veneziana che vogliamo installare, è del tipo da finestra e da porsi all’interno di un locale, ma all’esterno dell’inquadratura della finestra stessa.

Per prima cosa occorre munirci degli attrezzio necessari ad  eseguire questo lavoro, e che saranno:

   

Posa in opera all’esterno dell’inquadratura (finestra rientrante)

Questa posa offre una copertura maggiore e permette, all’occorrenza,   di   impedire   la   visione   dell’interno.
 
La larghezza della veneziana deve essere uguale alla lar­ghezza dell’inquadratura della finestra più 10 cm (5 cm da ogni lato).
 
L’altezza deve essere almeno uguale a quella dell’inquadratura più 10 cm. Badare che, una volta installata e rialzata la veneziana, sia possibile aprire la finestra.

   

Adesso dobbiamo individuare i punti di fissaggio della veneziane, e vediamo sotto tre casi che possono capitare: Posa a muro; posa aal soffitto e posa fra  due muri:

   

Una volta decisa la posizione della veneziana dobbiamo passare alla vera posa in opera.

Dobbiamo utilizzare le viti e i tasselli adatti al telaio, ai muri o al soffitto per fissare le veneziane.

Prima di completare il lavoro, occorre verificare che la veneziana rialzata non intralci I’apertura della finestra (altezza "a").
 
Quando è abbassata, la veneziana non deve intralciare I’apertura della finestra, nè coprire un mobile o un calorifero ("b")

      

Si deve misurare la distanza "c" da ogni lato della finestra rispettando la stessa misura da ambi i lati.

Poi va segnato il punto dove fissare il primo supporto  

      

Dopo di che necessita forare il muro e utilizzare un tassello adatto al tipo di materiale (cemento, gesso, ecc…) poi avvitare il supporto.

Con il righello e la livella a bolla, va segnato il punto di fissaggio del secondo supporto all’altra estremità.
 
Quindi si deve fissare il secondo supporto come si è fatto con il primo.
 
                

Per le veneziane,  sono indispensabili  dei punti di fissaggio intermedi, a partire da una certa larghezza:  comunque è bene verificare sulle istruzioni contenute nell’imballaggio il numero di punti suggerito.

 
Normalmente il primo supporto intermedio va posto a 10 cm dalle corde (ossia dal punto in cui si trova il meccanismo della veneziana),
 
Infine la veneziana va collocata nell’apposito supporto.

        

Vediamo adesso un caso particolare: abbiamo acquistato una veneziana più larga del necessario e vogliamo ridimensionarla nella larghezza, in maniera da poterla porre agevolmente in opera.

Cosa occorre fare:

Si posa su un tavolo la vene­ziana ripiegata e si misura da ogni lato la parte da tagliare che deve essere di misura uguale, sia a destra che a sinistra.

quindi si tagliano la barra e la rotaia con il seghetto per metalli. (Occorre proteggere le lamelle per non danneggiarle. Vedi figura sottostante)
 
Bisogna rispettare le misure massime dei tagli indicate sull’imballaggio per non alterare il meccanismo.
 
Le lamelle, vanno tagliate una per una, con un taglia lamelle: il taglio va fatto rispettando la forma bombata delle lamelle stesse..

        

Tutto il materiale indicato nel presente articolo, veneziana compresa, si può trovare presso i grandi magazzini Leroy Merlin

Fate dei commenti e chiedete spiegazioni sulla vostra casa ed accessori, vi risponderemo

SEGUITE ANCORA I NOSTRI ARTICOLI SULLA MURATURA MESSA IN PRATICA 

di Amedeu

2 commenti

  1. Amedeu, effettivamente la domanda non è stata posta, problemi tecnici:
    “Il Decreto del Soprintendente Regionale per i Beni e le Attività Culturali della Basilicata, del 27/10/2003 Notificato 01/12/2003 così statuisce “Ai sensi dell’Art.49 del decreto Lgs 29/10/1999, nr.490, nei confronti dell’immobile richiamato nelle premesse del presente provvedimento, evidenziato in colore verde nell’unita planimetria catastale, sono dettate le prescrizioni di inedificabilità e conservazione delle condizioni originarie dei luoghi;
    – I punti A e B contenuti del D.M. 22 Agosto 1994 sono annullati. Si prescrive l’inedificabilità per tutta la particella… del foglio di mappa…..del Comune di……La planimetria catastale e la relazione scientifica fanno parte integrante del presente Decreto”; nella parte in cui prescrive l’inedificabilità e la conservazione delle condizioni originarie dei luoghi dell’immobile censito in catasto terreni del Comune di……di proprietà del sottoscritto, chiedo possibilmente di conoscere: questo vincolo indiretto ha durata temporale limitata oppure illimitata? Grazie e grato per la risposta.

    • Per Antonio 62.
      E’ un Decreto del Soprintendente Regionale per i Beni e le Attività Culturali , per cui, a nostro parere, puoi fare ben poco.
      Amedeu e c.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.